Cerca insegnamenti o docenti



Storia della fotografia - [A-Z]
History of Photography - [A-Z]

Stampa pagina

DAVIDE COLOMBO , responsabile dell'insegnamento

CdL in LINGUE E LETTERATURE EUROPEE ED EXTRAEUROPEE (Classe LM-37) Immatricolati fino all'a.a. 2017/2018 - Laurea Magistrale - 2018/2019

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ART/03 - Storia dell'arte contemporanea
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: Un colloquio sugli argomenti del programma, a partire dal riconoscimento di riproduzioni di opere fotografiche dalle origini ai giorni nostri.

Organizzazione della didattica

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/03 - Storia dell'arte contemporanea - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/03 - Storia dell'arte contemporanea - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/03 - Storia dell'arte contemporanea - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
DAVIDE COLOMBO , responsabile dell'insegnamentoDurante il secondo semestre (dal 12 febbraio a metà maggio) il ricevimento si terrà abitualmente il martedì alle ore 14:30; si controllino sempre eventuali variazioni di data e orario.Dipartimento di Beni culturali e ambientali, via Noto 8, Milano - 5° piano
GIORGIO ZANCHETTIDurante il secondo semestre (dal 12 febbraio a metà maggio) il ricevimento si terrà abitualmente il martedì alle ore 14:30; ma si vedano sempre gli Avvisi sulla pagina web personale del docente per eventuali variazioni di data e d'orario.Dipartimento di Beni culturali e ambientali, via Noto 8, Milano - 5° piano

Programma d'esame

Argomento del corso: Temi di storia della fotografia del Novecento
Topics in History of Photography in the XX Century

Unità didattica A (20 ore, 3 cfu):
Aspetti della fotografia: tra “documentazione” e “arte” (anni ’10-’30), prof. Davide Colombo
Unità didattica B (20 ore, 3 cfu):
Fotografia e videoarte: affinità e differenze (anni ’50-’70), prof. Davide Colombo
Unità didattica C (20 ore, 3 cfu; riservata agli studenti che sosterranno l’esame per 9 cfu):
Alle origini di una nuova arte: preistoria e nascita della fotografia in relazione con le altre arti visive, prof. Giorgio Zanchetti

Il corso è valido per 6 o 9 cfu – secondo il piano didattico dei diversi corsi di laurea magistrali e il piano di studi di ciascun studente – e si rivolge agli studenti:
– dei Corsi di Laurea Magistrale in Storia e critica dell’arte, Scienze della musica e dello spettacolo, Scienze filosofiche, Lingue e letterature europee ed extraeuropee, Editoria, culture della comunicazione e della moda;
– di tutti gli altri Corsi di Laurea Magistrale che prevedano l’inserimento (anche come esame a libera scelta dello studente) di un corso di Storia della fotografia.

Gli studenti iscritti ai Corsi di Laurea Triennale non possono frequentare questo corso né sostenere l’esame.

Presentazione del corso
Nell’unità didattica A saranno analizzate le principali tendenze e linee di sviluppo della fotografia tra “modernità”, superamento del pittorialismo, fotografia “documentaria” e linea “sperimentale”, nei primi decenni del Novecento. Particolare attenzione sarà riservata alla scena internazionale, soprattutto Americana, e al rapporto tra la fotografia e le sperimentazioni nelle arti visive.
Nell’unità didattica B verrà affrontato il tema del rapporto tra documentazione e creazione artistica nella fotografia e nella videoarte: si spazierà dal fotogiornalismo alla nuova fotografia documentaria, dal videotape militante alla video arte come documentazione o come espressione della poetica di ogni artista. In particolar modo ci si soffermerà su alcuni artisti che utilizzano entrambi i mezzi espressivi, mettendo in luce affinità e differenze.
Il corso intende anche contestualizzare le origini e le principali linee di sviluppo della fotografia, con riferimento alla preistoria e alla nascita della fotografia, alle tecniche e alle diverse prassi e tendenze, tra sperimentazioni delle origini e “modernità”, nel costante confronto con le altre arti visive (unità didattica C).
Una parte metodologica riguarderà le fonti e gli strumenti per la storia della fotografia e i luoghi preposti alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio fotografico storico: l’archivio e il museo.

Costituiscono parte integrante del Corso alcuni incontri con altri docenti ed eventuali visite a mostre, dei quali sarà fornito il programma durante le lezioni.

Prerequisiti
Ottima conoscenza della storia e della storia dell’arte dell’Età contemporanea (dall’Illuminismo ad oggi).

Risultati di apprendimento
Conoscenze: Conoscenza delle principali linee di sviluppo della fotografia nel XIX e XX secolo, con riferimento alla preistoria e alla nascita della fotografia, alle tecniche e alle diverse prassi e tendenze, tra sperimentazioni delle origini e “modernità”, nel costante confronto con le altre arti visive contemporanee.

Competenze: Acquisizione dei metodi e delle competenze storiche e critiche per lo studio e l’analisi delle opere fotografiche e per la loro contestualizzazione storico-culturale. Acquisizione di prospettive storiografiche e metodologiche specialistiche.

INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE

Programma d’esame per studenti frequentanti
(gli studenti che sosterranno l’esame per 6 cfu dovranno preparare il programma delle Unità didattiche A e B)

Unità didattica A (3 cfu)
– Argomenti trattati durante le lezioni nell’unità didattica A;
– Ottima conoscenza dei principali fatti e autori della storia della fotografia dalle origini fino a oggi. Si consiglia lo studio del manuale:
– Jean Claude Lemagny, André Rouillé (a cura di), Storia della fotografia, Sansoni, 1988 (1a ediz. Histoire de la photographie, Paris, Larousse - Bordas, 1986);

Unità didattica B (3 cfu)
– Argomenti trattati durante le lezioni nell’unità didattica B;
– L’uomo in bianco e nero. Storie di fotografia, «L’uomo nero. Materiali per una storia delle arti della modernità», n. 9, Mimesis Edizioni, Milano, dicembre 2012;
– Due testi, a scelta dello studente, tra i seguenti:
– Olivier Lugon, L’estetica del documento. Il reale in tutte le sue forme, in André Gunther, Michel Poivert (a cura di), Storia della fotografia, (1a ediz: L’art de la photographie: des origines a nos jours, Paris, Citadelles & Mazenod, 2007), Milano, Electa, 2009, pp. 357-421;
– Michel Poivert, Un’arte automatica? 1915-1975. La fotografia al centro delle strategie d’avanguardia, in André Gunther, Michel Poivert (a cura di), Storia della fotografia, (1a ediz: L’art de la photographie : des origines a nos jours, Paris, Citadelles & Mazenod, 2007), Milano, Electa, 2009, pp. 529-568;
– Italo Zannier, Storia della fotografia italiana, Bari, Laterza, 1985, pp. 284-309, 362-373;
– Barbara Hess, No Values for Posterity. Three Films about Art; Ursula Wevers, Love Work Television Gallert, in U. Gross, B. Hess, U. Wevers (a cura di), Ready to Shoot. Fersehgalerie Gerry Schum. Videogalerie Schum, Kunsthalle Dusseldorf/Snoeck, Cologna 2004, pp. 8-44;
– Alessandra Cigala, Lo sguardo e il fenomeno; Valentina Valentini, La multimedialità fra video, teatro e arte; Rosalind Krauss, Il video: l’estetica del narcisismo, in V. Valentini (a cura di), Le storie del video, Bulzoni editore, Roma 2003, pp. 53-79, 245-258;
– Elena Volpato (a cura di), Cronostasi. Tempo filmico e tempo fotografico, Hopefulmonster, Torino 2009.

Unità didattica C (3 cfu; unità didattica riservata agli studenti che sosterranno l’esame per 9 cfu)
– Argomenti trattati durante le lezioni nell’unità didattica C;
– Un testo, a scelta dello studente, tra i seguenti:
– Laszlo Moholy-Nagy, Malerei Fotografie Film, Albert Langen Verlag, München 19272 (trad. it., a cura di Antonello Negri, L. Moholy-Nagy, Pittura Fotografia Film, Scalpendi, Milano 2008);
– Bruno Munari, Fotocronache. Dall’isola dei tartufi al qui pro quo, Milano, Domus, 1944 (riedizione: Mantova, Corraini, 1997);
– John Szarkowski, The Photographer’s Eye, New York, The Museum of Modern Art, 1966 (edizione italiana L’occhio del fotografo, Milano, 5 Continents, 2007);
– Ugo Mulas, La fotografia, a cura di Paolo Fossati, Torino, Einaudi, 1973;
– Susan Sontag, Sulla fotografia, Torino, Einaudi, 1980 (1a ediz On photography, NewYork, Farrar, Straus and Giroux, 1973; nuova edizione italiana Torino, Einaudi 2007);
– Franco Grignani. Una metodologia della visione, con prefazione di Giulio Carlo Argan, saggio critico di Guido Montana, Comune di Milano, 1975;
– Paolo Fossati (a cura di), Albe Steiner. Il mestiere di grafico, Torino, Einaudi, 1978;
– Giulio Bollati, Carlo Bertelli, L’immagine fotografica. 1845-1945, Annali 2, Storia d’Italia, Torino, Einaudi, 1979;
– Cesare De Seta (a cura di), Giuseppe Pagano fotografo, Milano, Electa, 1979;
– Franco Vaccari, Fotografia e inconscio tecnologico, Modena, Punto e Virgola, 1979 (e successive edizioni);
– Roland Barthes, La camera chiara. Nota sulla fotografia, Torino, Einaudi, 1980 (1a ediz. Paris, Éditons du Seuil, 1980; nuova edizione italiana Torino, Einaudi 2003);
– Peter Galassi, Prima della fotografia. La pittura e l’invenzione della fotografia, Torino, Bollati Boringhieri, 1989 (1a ediz. Before Photography: Painting and the Invention of Photography, New York, The Museum of Modern Art, 1981);
– Marina Miraglia, Note per una storia della fotografia italiana (1839 - 1911), in Storia dell’arte italiana, III, vol. II, Grafica e immagine II. Illustrazione fotografica, Torino, Einaudi, 1981 (1a ediz. 1979), pp. 423-534;
– Luigi Veronesi. Fotogrammi e fotografie, con un saggio di Paolo Fossati, Torino, Einaudi, 1983;
– Heinrich Schwarz, Arte e fotografia. Precursori e influenze, Torino, Bollati Boringhieri, 1992, edizione italiana a cura di Paolo Costantini (1a ediz. a cura di William E. Parker, Art and Photography. Forerunners and Influences, Rochester and Layton, Visual Studies Workshop, 1985);
– Italo Zannier, Paolo Costantini, Cultura fotografica e società. Antologia di testi sulla fotografia 1839/ 1949, Milano, Franco Angeli, 1985;
– Italo Zannier, Storia della fotografia italiana, Bari, Laterza, 1985;
– Paolo Costantini, Italo Zannier, Luci e ombre. Gli annuari della fotografia artistica italiana 1923-1934, Firenze, Alinari, 1987;
– Luciano Caramel, Piero Quaglino (a cura di), Luigi Veronesi, Milano, Mazzotta, 1989;
– Carlo Mollino 1905 – 1973, Milano Electa, 1989;
– Rosalind Krauss, Teoria e storia della fotografia, Milano, Bruno Mondadori, 1996 (ediz. italiana a cura di Elio Grazioli; 1a ediz. Le photographique. Pour une théorie des écarts, Paris, Macula, 1990);
– Paolo Costantini, “La fotografia artistica” 1904-1917. Visione italiana e modernità, Torino, Bollati Boringhieri, 1990;
– Mario Cresci e Lica Steiner (a cura di), Albe Steiner. Foto – grafia. Ricerca e progetto, Bari, Laterza, 1990;
– Paolo Costantini, La fotografia al Bauhaus, Venezia, Marsilio, 1993;
– Geoffrey Batchen, Burning with desire: the conception of photography, Cambridge, Massachussets, London, England, The MIT Press, 1997 (edizione italiana: Un desiderio ardente: alle origini della fotografia, traduzione di Elio e Marta Grazioli, Milano, Johan & Levi, 2014);
– Luigi Ghirri, Niente di antico sotto il sole. Scritti e immagini per un’autobiografia, a cura di Paolo Costantini e Giovanni Chiaramonte, Torino, SEI, 1997;
– i 3 saggi: Silvia Paoli, L’annuario di Domus del 1943, in Per Paolo Costantini. Indagine sulle raccolte fotografiche, “Centro di Ricerche Informatiche per i Beni Culturali”, Quaderni 8, 1998, Scuola Normale Superiore di Pisa, 1999, pp. 99 – 128; + Paolo Morello, Verifiche intorno alla fotografia in Italia 1943 – 1953, in L. Caramel (a cura di), Realismi. Arti figurative, letteratura e cinema in Italia dal 1943 al 1953, Milano, Electa, 2001, pp. 55 – 64; + Silvia Paoli, Cultura fotografica e periodici d’attualità alla fine degli anni Trenta, in Raffaele De Berti, Irene Piazzoni (a cura di), Forme e modelli del rotocalco italiano tra fascismo e guerra, Atti del Convegno a cura del Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica e del Dipartimento di Storia delle Arti, della Musica e dello Spettacolo – Centro APICE, Milano, 2-3 ottobre 2008, Quaderni di Acme 115, Milano, Cisalpino Istituto Editoriale Universitario, 2010, pp. 645 – 671 [Nota bene: questi 3 saggi brevi valgono come un unico testo ai fini dell’esame];
– Olivier Lugon, Lo stile documentario in fotografia. Da August Sander a Walker Evans. 1920-1945, Milano, Electa, 2008 (1a ediz. Paris, Éditions Macula, 2001);
– M. F. Bonetti, M. Maffioli, L’Italia d’argento 1839/1859. Storia del dagherrotipo in Italia, Firenze, Alinari, 2003;
– Roberto Signorini, Alle origini del fotografico : lettura di The Pencil of Nature (1844-46) di William Henry Fox Talbot, Bologna, Clueb, Pistoia, Petite Plaisance, 2007;
– S. Aubenas, M.F. Bonetti, A.Cartier Bresson, M. Maffioli, S. Paoli (a cura di), Éloge du négatif. Les débuts de la photographie sur papier en Italie (1846 – 1862), catalogo della mostra, Petit Palais, Musée des Beaux Arts de la Ville de Paris, 18 février – 2 mai 2010, MNAF, Museo Nazionale Alinari della Fotografia, Florence, 10 settembre – 24 ottobre 2010, Paris Musée, 2010, pp. 46-56;
– Paolo Morello, La fotografia in Italia. 1945 – 1975, Roma, Contrasto, 2010;
– Maria Antonella Pelizzari, Percorsi della fotografia in Italia, Roma, Contrasto, 2011;
– Walter Guadagnini (a cura di), Le origini 1839 – 1890, Milano, Skira, 2011;
– Walter Guadagnini (a cura di), La fotografia. Una nuova visione del mondo 1891-1940, Milano, Skira, 2011;
– Walter Guadagnini (a cura di), Dalla stampa al museo 1941 – 1980, Milano, Skira, 2013;
– Barbara Cinelli, Flavio Fergonzi, Maria Grazia Messina, Antonello Negri (a cura di), Arte moltiplicata. L'immagine del '900 italiano nello specchio dei rotocalchi, Milano, Bruno Mondadori, 2013;
– Franco Grignani: alterazioni ottico mentali, 1929-1999, a cura di Leo Guerra, Cristina Quadrio Curzio con Manuela Grignani; testi di Giovanni Anceschi, Gillo Dorfles, Torino, Allemandi, 2014.

Per agevolare lo studio, un’ampia selezione delle immagini proiettate a lezione sarà disponibile, dopo la fine delle lezioni, sul sito Ariel del Corso. Per ovvi motivi di copyright non sarà possibile fornire le immagini agli studenti in altra forma.

Programma d’esame per studenti non frequentanti
(gli studenti che sosterranno l’esame per 6 cfu dovranno preparare il programma delle Unità didattiche A e B)

Si rammenta che la frequenza al corso è vivamente consigliata per tutti ed è ovviamente indispensabile per gli studenti che intendano richiedere una tesi in Storia della fotografia o in Storia dell’arte contemporanea.
Gli studenti che non possono seguire le lezioni del corso sono tenuti a preparare per l’esame il seguente programma:

Unità didattiche A (3 cfu)
– Ottima conoscenza dei principali fatti e autori della storia della fotografia dalle origini fino a oggi. Si consiglia lo studio del manuale:
– Jean Claude Lemagny, André Rouillé (a cura di), Storia della fotografia, Sansoni, 1988 (1a ediz. Histoire de la photographie, Paris, Larousse - Bordas, 1986);
– Due testi, a scelta dello studente, tra i seguenti:
– Olivier Lugon, L’estetica del documento. Il reale in tutte le sue forme, in André Gunther, Michel Poivert (a cura di), Storia della fotografia, (1a ediz: L’art de la photographie: des origines a nos jours, Paris, Citadelles & Mazenod, 2007), Milano, Electa, 2009, pp. 357-421;
– Michel Poivert, Un’arte automatica? 1915-1975. La fotografia al centro delle strategie d’avanguardia, in André Gunther, Michel Poivert (a cura di), Storia della fotografia, (1a ediz: L’art de la photographie : des origines a nos jours, Paris, Citadelles & Mazenod, 2007), Milano, Electa, 2009, pp. 529-568;
– Italo Zannier, Storia della fotografia italiana, Bari, Laterza, 1985, pp. 284-309, 362-373;
– Barbara Hess, No Values for Posterity. Three Films about Art; Ursula Wevers, Love Work Television Gallert, in U. Gross, B. Hess, U. Wevers (a cura di), Ready to Shoot. Fersehgalerie Gerry Schum. Videogalerie Schum, Kunsthalle Dusseldorf/Snoeck, Cologna 2004, pp. 8-44;
– Alessandra Cigala, Lo sguardo e il fenomeno; Valentina Valentini, La multimedialità fra video, teatro e arte; Rosalind Krauss, Il video: l’estetica del narcisismo, in V. Valentini (a cura di), Le storie del video, Bulzoni editore, Roma 2003, pp. 53-79, 245-258;
– Elena Volpato (a cura di), Cronostasi. Tempo filmico e tempo fotografico, Hopefulmonster, Torino 2009.

Unità didattica B (3 cfu)
– L’uomo in bianco e nero. Storie di fotografia, «L’uomo nero. Materiali per una storia delle arti della modernità», n. 9, Mimesis Edizioni, Milano, dicembre 2012;
– Un testo, a scelta dello studente, tra i seguenti:
– Laszlo Moholy-Nagy, Malerei Fotografie Film, Albert Langen Verlag, München 19272 (trad. it., a cura di Antonello Negri, L. Moholy-Nagy, Pittura Fotografia Film, Scalpendi, Milano 2008);
– Bruno Munari, Fotocronache. Dall’isola dei tartufi al qui pro quo, Milano, Domus, 1944 (riedizione: Mantova, Corraini, 1997);
– John Szarkowski, The Photographer’s Eye, New York, The Museum of Modern Art, 1966 (edizione italiana L’occhio del fotografo, Milano, 5 Continents, 2007);
– Ugo Mulas, La fotografia, a cura di Paolo Fossati, Torino, Einaudi, 1973;
– Susan Sontag, Sulla fotografia, Torino, Einaudi, 1980 (1a ediz On photography, NewYork, Farrar, Straus and Giroux, 1973; nuova edizione italiana Torino, Einaudi 2007);
– Franco Grignani. Una metodologia della visione, con prefazione di Giulio Carlo Argan, saggio critico di Guido Montana, Comune di Milano, 1975;
– Paolo Fossati (a cura di), Albe Steiner. Il mestiere di grafico, Torino, Einaudi, 1978;
– Giulio Bollati, Carlo Bertelli, L’immagine fotografica. 1845-1945, Annali 2, Storia d’Italia, Torino, Einaudi, 1979;
– Cesare De Seta (a cura di), Giuseppe Pagano fotografo, Milano, Electa, 1979;
– Franco Vaccari, Fotografia e inconscio tecnologico, Modena, Punto e Virgola, 1979 (e successive edizioni);
– Roland Barthes, La camera chiara. Nota sulla fotografia, Torino, Einaudi, 1980 (1a ediz. Paris, Éditons du Seuil, 1980; nuova edizione italiana Torino, Einaudi 2003);
– Peter Galassi, Prima della fotografia. La pittura e l’invenzione della fotografia, Torino, Bollati Boringhieri, 1989 (1a ediz. Before Photography: Painting and the Invention of Photography, New York, The Museum of Modern Art, 1981);
– Marina Miraglia, Note per una storia della fotografia italiana (1839 - 1911), in Storia dell’arte italiana, III, vol. II, Grafica e immagine II. Illustrazione fotografica, Torino, Einaudi, 1981 (1a ediz. 1979), pp. 423-534;
– Luigi Veronesi. Fotogrammi e fotografie, con un saggio di Paolo Fossati, Torino, Einaudi, 1983;
– Heinrich Schwarz, Arte e fotografia. Precursori e influenze, Torino, Bollati Boringhieri, 1992, edizione italiana a cura di Paolo Costantini (1a ediz. a cura di William E. Parker, Art and Photography. Forerunners and Influences, Rochester and Layton, Visual Studies Workshop, 1985);
– Italo Zannier, Paolo Costantini, Cultura fotografica e società. Antologia di testi sulla fotografia 1839/ 1949, Milano, Franco Angeli, 1985;
– Italo Zannier, Storia della fotografia italiana, Bari, Laterza, 1985;
– Paolo Costantini, Italo Zannier, Luci e ombre. Gli annuari della fotografia artistica italiana 1923-1934, Firenze, Alinari, 1987;
– Luciano Caramel, Piero Quaglino (a cura di), Luigi Veronesi, Milano, Mazzotta, 1989;
– Carlo Mollino 1905 – 1973, Milano Electa, 1989;
– Rosalind Krauss, Teoria e storia della fotografia, Milano, Bruno Mondadori, 1996 (ediz. italiana a cura di Elio Grazioli; 1a ediz. Le photographique. Pour une théorie des écarts, Paris, Macula, 1990);
– Paolo Costantini, “La fotografia artistica” 1904-1917. Visione italiana e modernità, Torino, Bollati Boringhieri, 1990;
– Mario Cresci e Lica Steiner (a cura di), Albe Steiner. Foto – grafia. Ricerca e progetto, Bari, Laterza, 1990;
– Paolo Costantini, La fotografia al Bauhaus, Venezia, Marsilio, 1993;
– Geoffrey Batchen, Burning with desire: the conception of photography, Cambridge, Massachussets, London, England, The MIT Press, 1997 (edizione italiana: Un desiderio ardente: alle origini della fotografia, traduzione di Elio e Marta Grazioli, Milano, Johan & Levi, 2014);
– Luigi Ghirri, Niente di antico sotto il sole. Scritti e immagini per un’autobiografia, a cura di Paolo Costantini e Giovanni Chiaramonte, Torino, SEI, 1997;
– i 3 saggi: Silvia Paoli, L’annuario di Domus del 1943, in Per Paolo Costantini. Indagine sulle raccolte fotografiche, “Centro di Ricerche Informatiche per i Beni Culturali”, Quaderni 8, 1998, Scuola Normale Superiore di Pisa, 1999, pp. 99 – 128; + Paolo Morello, Verifiche intorno alla fotografia in Italia 1943 – 1953, in L. Caramel (a cura di), Realismi. Arti figurative, letteratura e cinema in Italia dal 1943 al 1953, Milano, Electa, 2001, pp. 55 – 64; + Silvia Paoli, Cultura fotografica e periodici d’attualità alla fine degli anni Trenta, in Raffaele De Berti, Irene Piazzoni (a cura di), Forme e modelli del rotocalco italiano tra fascismo e guerra, Atti del Convegno a cura del Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica e del Dipartimento di Storia delle Arti, della Musica e dello Spettacolo – Centro APICE, Milano, 2-3 ottobre 2008, Quaderni di Acme 115, Milano, Cisalpino Istituto Editoriale Universitario, 2010, pp. 645 – 671 [Nota bene: questi 3 saggi brevi valgono come un unico testo ai fini dell’esame];
– Olivier Lugon, Lo stile documentario in fotografia. Da August Sander a Walker Evans. 1920-1945, Milano, Electa, 2008 (1a ediz. Paris, Éditions Macula, 2001);
– M. F. Bonetti, M. Maffioli, L’Italia d’argento 1839/1859. Storia del dagherrotipo in Italia, Firenze, Alinari, 2003;
– Roberto Signorini, Alle origini del fotografico : lettura di The Pencil of Nature (1844-46) di William Henry Fox Talbot, Bologna, Clueb, Pistoia, Petite Plaisance, 2007;
– S. Aubenas, M.F. Bonetti, A.Cartier Bresson, M. Maffioli, S. Paoli (a cura di), Éloge du négatif. Les débuts de la photographie sur papier en Italie (1846 – 1862), catalogo della mostra, Petit Palais, Musée des Beaux Arts de la Ville de Paris, 18 février – 2 mai 2010, MNAF, Museo Nazionale Alinari della Fotografia, Florence, 10 settembre – 24 ottobre 2010, Paris Musée, 2010, pp. 46-56;
– Paolo Morello, La fotografia in Italia. 1945 – 1975, Roma, Contrasto, 2010;
– Maria Antonella Pelizzari, Percorsi della fotografia in Italia, Roma, Contrasto, 2011;
– Walter Guadagnini (a cura di), Le origini 1839 – 1890, Milano, Skira, 2011;
– Walter Guadagnini (a cura di), La fotografia. Una nuova visione del mondo 1891-1940, Milano, Skira, 2011;
– Walter Guadagnini (a cura di), Dalla stampa al museo 1941 – 1980, Milano, Skira, 2013;
– Barbara Cinelli, Flavio Fergonzi, Maria Grazia Messina, Antonello Negri (a cura di), Arte moltiplicata. L'immagine del '900 italiano nello specchio dei rotocalchi, Milano, Bruno Mondadori, 2013;
– Franco Grignani: alterazioni ottico mentali, 1929-1999, a cura di Leo Guerra, Cristina Quadrio Curzio con Manuela Grignani; testi di Giovanni Anceschi, Gillo Dorfles, Torino, Allemandi, 2014.

Unità didattica C (3 cfu; unità didattica riservata agli studenti che sosterranno l’esame per 9 cfu)
– Altri due testi a scelta dello studente dall’elenco pubblicato sopra nell’unità didattica B [in tutto, lo studente che porterà il programma per non frequentanti da 9 cfu sdovrà preparare per l’esame tre testi dal suddetto elenco].

Avvertenze
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso per concordare il programma d’esame.
Le modalità d’esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l’Ufficio competente.

Gli studenti potranno trovare tutte le principali informazioni organizzative consultando sul web:
– il sito di Ateneo
http://www.unimi.it/
– le pagine della Facoltà di Studi umanistici
http://www.studiumanistici.unimi.it/
– le pagine del Dipartimento di Beni culturali e ambientali
http://www.bac.unimi.it/
– gli avvisi del Corso di Laurea in Scienze dei Beni culturali
http://www.bac.unimi.it/ecm/home/aggiornamenti-e-archivi/avvisi-bbcc

29/01/2019