Cerca insegnamenti o docenti



Archeologia romana LM - [A-Z]
Roman Archaeology LM - [A-Z]

Stampa pagina

FABRIZIO SLAVAZZI , responsabile dell'insegnamento

CdL in STORIA E CRITICA DELL'ARTE (Classe LM-89) Immatricolati dall'a.a. 2016/2017 - Laurea Magistrale - 2018/2019

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ANT/07 - Archeologia classica
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Il corso presenta le recenti linee interpretative dell'arte romana, presentate nelle prime lezioni. In quest'ottica, gli altri moduli approfondiscono il periodo di Adriano dal punto di vista archeologico, in particolare i rapporti dell'imperatore con la città di Roma e con le province, attraverso le grandi commissioni architettoniche pubbliche, le residenze imperiali e la scultura ufficiale.
La preliminare conoscenza della storia romana imperiale, con particolare attenzione all'età di Adriano, è vivamente consigliata per la preparazione dell'esame.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame L’esame consiste in un colloquio sui testi indicati nel programma e sugli argomenti trattati a lezione, anche con il riconoscimento di immagini proiettate (che verranno messe a disposizione dello studente), ed è volto ad accertare le conoscenze acquisite. Attenzione: esame da 6 crediti: Unità Didattiche A + B; esame da 9 crediti: Unità Didattiche A + B + C

Organizzazione della didattica

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/07 - Archeologia classica - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/07 - Archeologia classica - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/07 - Archeologia classica - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
FABRIZIO SLAVAZZI , responsabile dell'insegnamentoIl ricevimento sarà sospeso nel periodo 01.11.2018 / 30.09.2019, durante il quale il docente sarà in congedo. Per eventuali necessità prendere contatto via mailSezione di Archeologia - via Festa del Perdono 7, Cortile della Legnaia.
FULVIA MARIA CILIBERTO

Programma d'esame

Argomento del corso: Archeologia romana (60 ore, 9 CFU)
Roman Archaeology

Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Le residenze imperiali 1 [F.Slavazzi]
Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Le residenze imperiali 2 [F.Slavazzi]
Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Il mosaico romano [docente da definire]

AVVERTENZA:
Parte dell’insegnamento sarà assegnata tramite affido.
Il nominativo del docente affidatario e il programma completo del corso saranno pubblicati all’inizio delle lezioni del primo semestre (metà settembre 2018).
Fino alla sessione d’esami di gennaio 2019 (esclusa) resta valido il programma d’esame dell’a.a. 2017-18.

Il corso è rivolto a studenti delle lauree magistrali in Archeologia (9 CFU) e Storia e critica dell’arte (6 e 9 CFU)

Presentazione del corso
Il corso (unità didattiche A e B) presenta le recenti linee interpretative dell’archeologia, dell’arte e dell’architettura romane, esemplificate e approfondite attraverso l’analisi delle residenze imperiali a Roma, nel Lazio e in Campania, dall’età augustea al tardoantico. L’ultima parte (unità didattica C) è dedicata al mosaico romano nei suoi vari aspetti (terminologia, tecnica, materiali, schemi e soggetti figurativi)

Prerequisiti: La conoscenza dell’archeologia e della storia dell’arte romana (secondo il programma dell’esame per il triennio) costituisce la base imprescindibile per la preparazione del programma d’esame; la conoscenza della storia romana è vivamente consigliata per la comprensione degli argomenti trattati.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: Il corso si propone di offrire agli studenti una conoscenza avanzata dell’archeologia e della storia dell’arte romana, attraverso l’esame di casi significativi. Gli studenti acquisiranno conoscenze sui principali temi e apparati concettuali della disciplina, sull’architettura e sulle arti figurative romane, sulla base delle metodologie e delle letture critiche più aggiornate.
Competenze: Gli studenti acquisiranno capacità di sintesi critica in relazione ai contesti di arte antica, attraverso l’analisi comparata dei fenomeni storici, sociali, culturali, e capacità di lettura delle immagini e dei monumenti architettonici.

Indicazioni bibliografiche

Unità didattica A
Programma d’esame per studenti frequentanti
- argomenti delle lezioni dell’unità didattica A (immagini disponibili da fine corso nel sito Ariel)
- S. Settis, Ineguaglianze e continuità: un’immagine dell’arte romana, in O.J. Brendel, Introduzione all’arte romana, Torino, Einaudi, 1982, pp. 159-200.
- S. Settis, Un’arte al plurale. L’impero romano, i Greci e i posteri, in Storia di Roma, volume 4, Caratteri e morfologie, Torino, Einaudi, 1989, pp. 827-878.
- T. Hölscher, Il linguaggio dell’arte romana. Un sistema semantico, Torino, Einaudi 1993.
- P. Zanker, Romana, arte, in Enciclopedia dell’arte antica classica e orientale, Secondo supplemento 1971-1994, volume V, Roma 1997, pp. 6-22.
- P. Zanker, Un’arte per l’impero. Funzione e intenzione delle immagini nel mondo romano, Milano, Electa, 2002, pp. 9-37 (Il mondo delle immagini e la comunicazione), 92-111 (Imitazione e riproduzione come destino culturale), 212-230 (Spazi figurativi e forme di ricezione nella Roma imperiale).
N.B.: La bibliografia sulle singole residenze sarà indicata durante le lezioni.

Unità didattica B
Programma d’esame per studenti frequentanti
- argomenti delle lezioni dell’unità didattica B (immagini disponibili da fine corso nel sito Ariel)
- H. Mielsch, La villa romana, Firenze, Giunti 1995, pp. 133-150.
- 3 saggi a scelta fra:
1. G. Cantino Wataghin, Le sedi del potere, da Civiltà dei Romani. Il potere e l’esercito, a cura di S. Settis, Milano, Electa 1991, pp. 106-122.
2. F. Slavazzi, Il lusso del principe. Una ricognizione sull’arredo marmoreo delle ville imperiali, in “Amoenitas. Rivista Internazionale di Studi Miscellanei sulla Villa Romana Antica” I, 2010, pp. 1-19.
3. R. Mar, La Domus Flavia. Utilizzo e funzioni del palazzo di Domiziano, in Divus Vespasianus. Il bimillenario dei Flavi, a cura di F. Coarelli, Milano, Electa 2009, pp. 250-263.
4. H. von Hesberg, Le ville imperiali dei Flavi: Albanum Domitiani, in Divus Vespasianus. Il bimillenario dei Flavi, a cura di F. Coarelli, Milano, Electa 2009, pp. 326-333.
5. F. Slavazzi, Piazza d’Oro a Villa Adriana: architettura e meraviglia, in Adriano e la Grecia. Studi e ricerche, Milano, Electa 2014, pp. 71-80.
6. Aurea Roma. Dalla città pagana alla città cristiana, Roma, Erma di Bretschneider 2000, pp. 91-119.
N.B.: La bibliografia sulle singole residenze sarà indicata durante le lezioni.

Unità didattica C
Programma d’esame per studenti frequentanti:
- argomenti delle lezioni dell’unità didattica C (immagini disponibili da fine corso nel sito Ariel)

Unità didattica A
Programma d’esame per studenti non frequentanti
- S. Settis, Ineguaglianze e continuità: un’immagine dell’arte romana, in O.J. Brendel, Introduzione all’arte romana, Torino, Einaudi, 1982, pp. 159-200.
- S. Settis, Un’arte al plurale. L’impero romano, i Greci e i posteri, in Storia di Roma, volume 4, Caratteri e morfologie, Torino, Einaudi, 1989, pp. 827-878.
- T. Hölscher, Il linguaggio dell’arte romana. Un sistema semantico, Torino, Einaudi 1993.
- P. Zanker, Romana, arte, in Enciclopedia dell’arte antica classica e orientale, Secondo supplemento 1971-1994, volume V, Roma 1997, pp. 6-22.
- P. Zanker, Un’arte per l’impero. Funzione e intenzione delle immagini nel mondo romano, Milano, Electa, 2002, pp. 9-37 (Il mondo delle immagini e la comunicazione), 92-111 (Imitazione e riproduzione come destino culturale), 212-230 (Spazi figurativi e forme di ricezione nella Roma imperiale).
- S. Settis, Le pareti ingannevoli: la villa di Livia e la pittura di giardino, Milano, Electa 2002.

Unità didattica B
Programma d’esame per studenti non frequentanti
- H. Mielsch, La villa romana, Firenze, Giunti 1995, pp. 133-150.
- G. Cantino Wataghin, Le sedi del potere, da Civiltà dei Romani. Il potere e l’esercito, a cura di S. Settis, Milano, Electa 1991, pp. 106-122.
- Aurea Roma. Dalla città pagana alla città cristiana, Roma, Erma di Bretschneider 2000, pp. 91-119.
- C. Krause, L’edificio residenziale di Villa Jovis, da Capri antica. Dalla preistoria alla fine dell’età romana, a cura di E. Federico e E. Mirando, Capri, La Conchiglia 1998
- P.P.G. Meyboom, E.M. Moormann, Appunti sul padiglione della Domus Aurea neroniana sul Colle Oppio, in “Bollettino di Archeologia” 16-18, 1992, pp. 139-145
- R. Mar, La Domus Flavia. Utilizzo e funzioni del palazzo di Domiziano, in Divus Vespasianus. Il bimillenario dei Flavi, a cura di F. Coarelli, Milano, Electa 2009, pp. 250-263.
- H. von Hesberg, Le ville imperiali dei Flavi: Albanum Domitiani, in Divus Vespasianus. Il bimillenario dei Flavi, a cura di F. Coarelli, Milano, Electa 2009, pp. 326-333.

Unità didattica C
Programma d’esame per studenti non frequentanti
- M. D. Dunbabin, Mosaics of the Greek and Roman World, Cambridge 1999, pp. 1-72, 269-330

Avvertenza
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d’esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l’Ufficio competente.

19/07/2018