Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in ARCHEOLOGIA (Classe LM-2)

Tipo di corso di studiLaurea Magistrale
Anno accademico2017/2018
Classe di laureaclasse LM-2, ARCHEOLOGIA
Titolo rilasciatoDottore Magistrale
Curricula
Durata2 anni
Crediti richiesti per l’iscrizione al 1° anno di corso180
Cfu massimi acquisibili120
Anni di corso attivati1 anno, 2 anno
Accesso
Conoscenze richieste per l'iscrizione al 1° anno di corsoSono ammessi al corso di laurea magistrale in Archeologia, previa verifica dei requisiti curriculari, i laureati nelle classi di laurea triennale in: Beni Culturali (L-1) e Lettere (L-10) che abbiano
acquisito almeno 60 crediti nei seguenti settori scientifico-disciplinari:
L-ANT/01 (Preistoria e Protostoria); L-ANT/02 (Storia greca); L-ANT/03 (Storia romana); L-ANT/04 (Numismatica); L-ANT/05 (Papirologia); L-ANT/06 (Etruscologia e archeologia italica); L-ANT/07 (Archeologia classica); L-ANT/08 (Archeologia cristiana e medievale); L-ANT/09 (Topografia antica); L-ANT/10 (Metodologie della ricerca archeologica); L-FIL-LET/01 (Civiltà egee); L-FIL-LET/02 (Letteratura greca); L-FIL-LET/04 (Letteratura latina); L-FIL-LET/07 (Civiltà bizantina); L-OR/01 (Storia del Vicino Oriente Antico); L-OR/02 (Egittologia e Civiltà copta); L-OR/03 (Assiriologia); L-OR/04 (Anatolistica); L-OR/05 (Archeologia e Storia dell’Arte del Vicino Oriente Antico); L-OR/06 (Archeologia fenicio-punica); M-DEA/01 (Discipline demoetnoantropologiche).

Sono, inoltre, ammessi, previa verifica dei requisiti curriculari, i laureati provenienti da altre classi di laurea triennale purché abbiano acquisito 90 crediti (di cui almeno 45 in discipline archeologiche) nei seguenti ambiti scientifico-disciplinari:
L-ANT/01 (Preistoria e Protostoria); L-ANT/02 (Storia greca); L-ANT/03 (Storia romana); L-ANT/04 (Numismatica); L-ANT/05 (Papirologia); L-ANT/06 (Etruscologia e archeologia italica); L-ANT/07 (Archeologia classica); L-ANT/08 (Archeologia cristiana e medievale); L-ANT/09 (Topografia antica); L-ANT/10 (Metodologie della ricerca archeologica); ); L-FIL-LET/01 (Civiltà egee); L-FIL-LET/02 (Letteratura greca); L-FIL-LET/04 (Letteratura latina); L-FIL-LET/07 (Civiltà bizantina); L-FIL-LET/10 (Letteratura italiana); L-ART/01 (Storia dell’Arte medievale); LOR/01 (Storia del Vicino Oriente Antico); L-OR/02 (Egittologia e Civiltà copta); L-OR/03 (Assiriologia); L-OR/04 (Anatolistica); L-OR/05 (Archeologia e Storia dell’Arte del Vicino Oriente Antico); L-OR/06 (Archeologia fenicio-punica); M-DEA/01 (Discipline demoetnoantropologiche; M-STO/01 (Storia medievale); M-STO/06 (Storia delle religioni); M-GGR/01 (Geografia).


Per accedere al corso di laurea magistrale in Archeologia i candidati devono essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, con riferimento anche ai lessici disciplinari, almeno una lingua dell’Unione Europea, liberamente scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo, oltre l’italiano.
La verifica dell’adeguatezza della preparazione personale dei candidati ai fini dell’ammissione al corso di laurea magistrale verrà svolta mediante colloqui individuali.
Per poter sostenere il colloquio previsto per la verifica del possesso dei requisiti d’accesso curriculari, il candidato dovrà presentare domanda nei tempi e con le modalità che saranno stabiliti e pubblicati sul portale web d’Ateneo (www.unimi.it) ogni anno all’apertura delle procedure di ammissione.
Corsi triennali che danno accesso senza debiti

Introduzione al corso

Il corso di laurea magistrale in Archeologia appartiene alla classe delle lauree magistrali in Archeologia - Classe LM-2 e si svolge nella Facoltà di Studi umanistici.

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Archeologia si pone l’obiettivo di portare i propri laureati ad acquisire una solida formazione culturale e sicure competenze in ambito professionale.

Competenze acquisibili

I risultati di apprendimento attesi sono così formulabili :
- ampie e adeguate conoscenze di base dei principali campi di ricerca delle discipline archeologiche relative al mondo mediterraneo ed europeo, dalla preistoria alla protostoria, dall'etruscologia all'archeologia greca e romana e alla storia dell'arte antica;
- la familiarità nell’uso delle metodologie della ricerca per quanto riguarda le tecniche dello scavo archeologico, i metodi di classificazione tipo-cronologica delle diverse classi di manufatti, e l’analisi delle diverse fonti archeologiche; la capacità di applicare i principi della tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico;
- al termine degli studi il laureato deve possedere la capacità di operare sia in un cantiere di scavo archeologico sia in istituzioni di ricerca, di tutela e di valorizzazione dei beni archeologici;
- per facilitare inoltre la mobilità professionale e personale all’interno del mercato unico europeo e per favorire i contatti transculturali e la comprensione reciproca, gli studenti dovranno dimostrare la conoscenza di almeno una lingua straniera fra quelle dell’Unione Europea.

Il corso di laurea fornisce gli strumenti cognitivi indispensabili per l’aggiornamento continuo delle conoscenze dello specifico settore e quindi per poter proseguire in modo autonomo la propria formazione al fine di accedere a ulteriori livelli della ricerca scientifica.

Sbocchi professionali

I laureati specialisti in Archeologia saranno in grado di operare con funzioni direttive in tutte quelle istituzioni, di ambito pubblico o privato, dedite ad attività di ricerca, tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico, quali, ad esempio, Soprintendenze, Musei, Centri di ricerca. Le conoscenze acquisite costituiranno inoltre il prerequisito d’accesso al dottorato di ricerca o a una scuola di specializzazione in Archeologia per completare la propria formazione ai fini dell’assunzione di più elevate responsabilità in campo universitario o in istituzioni specifiche come le Soprintendenze e i Musei archeologici.