Cerca insegnamenti o docenti



Antropologia culturale - [A-Z]
Cultural anthropology - [A-Z]

Stampa pagina

STEFANO ALLOVIO , responsabile dell'insegnamento

CdL in FILOSOFIA (Classe L-5) Immatricolati dall' a.a. 2014/2015 - Laurea - 2017/2018

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Il corso fornisce un'introduzione all'antropologia culturale attraverso l'analisi dei principali metodi di indagine e delle tematiche più rilevanti. Il corso è rivolto ai Corsi di Laurea della Facoltà di Studi Umanistici ad accezione di Beni Culturali.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti in programma, volto ad accertare la conoscenza dei testi indicati. Per sostenere l’esame da 6 crediti è obbligatorio attenersi al programma relativo alla prima e alla seconda unità didattica. L’esame di antropologia culturale può essere sostenuto con il programma sopraindicato a partire da maggio 2018.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
STEFANO ALLOVIO , responsabile dell'insegnamentoDi solito il martedì dalle 10.00 alle 11.30 e dalle 14.30 alle 16.00. Assicurarsi tramite email al docente di eventuali modifiche temporanee.Studio docente, Dipartimento di Filosofia, Cortile della Ghiacciaia, primo piano

Programma d'esame

Argomento del corso: La fabbricazione degli umani e il lavoro dell’antropologo

Corso introduttivo all’antropologia culturale. Durante il corso si presterà particolare attenzione agli aspetti metodologici della ricerca etno-antropologica e alla prospettiva antropo-poietica

PROGRAMMA FREQUENTANTI
UNITÀ DIDATTICA A:
TITOLO: LA STORIA E GLI AMBITI DI RICERCA DELL’ANTROPOLOGIA CULTURALE
La prima unità didattica è dedicata a un’introduzione della disciplina. Attraverso la trattazione delle principali scuole e delle linee di pensiero dell’antropologia culturale sarà possibile fare emergere le metodologie, le problematiche e i contributi dei singoli autori che si sono impegnati nello studio delle somiglianze e delle differenze culturali fra i diversi gruppi umani.

A scelta uno dei seguenti testi:
• Fabietti U., Storia dell’antropologia, Bologna, Zanichelli, 2011.
• Allovio S., Ciabarri L., Mangiameli G. (a cura di), Antropologia culturale. I temi fondamentali, Milano, Raffaello Cortina, (uscita prevista: marzo 2018).

UNITÀ DIDATTICA B:
TITOLO: I RITI DI INIZIAZIONE E L’INIZIAZIONE DELL’ANTROPOLOGO
Prendendo spunto dallo studio antropologico dei riti di iniziazione, nella seconda unità didattica si intende focalizzare l’attenzione sui vantaggi e sui rischi del metodo comparativo nell’indagine delle pratiche sociali e delle visioni del mondo in un ampio senso etnografico. Inoltre, ci si interrogherà sulla possibilità o meno di pervenire a generalizzazioni in antropologia culturale.

Allovio S., Riti di iniziazione. Antropologi, stoici e finti immortali, Milano, Raffaello Cortina, 2014.

UNITÀ DIDATTICA C:
TITOLO: LA PROSPETTIVA ANTROPO-POIETICA
La terza unità didattica intende focalizzare l’attenzione sulla prospettiva antropo-poietica. Partendo dalla constatazione dell’incompletezza biologica dell’essere umano si mostreranno i progetti e i processi che nelle differenti società vengono pensati e attuati per “costruire” gli esseri umani sulla base di specifiche indicazioni culturali e visioni del mondo. Si prenderanno quindi in esame: 1) temi classici dell’antropologia quali i riti di iniziazione e gli interventi modificatori sui corpi; 2) casi storici in cui si è progettato “l’uomo nuovo” e si sono giustificati tragici furori antropo-poietici; 3) gli ambiti della contemporaneità dove i processi antropo-poietici sono più evidenti e più problematici.

Remotti F., Fare umanità. I drammi dell’antropo-poiesi, Roma-Bari, Laterza, 2013

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI
UNITÀ DIDATTICA A: fa fede il programma per frequentanti

UNITÀ DIDATTICA B: fa fede il programma per frequentanti con l’aggiunta dello studio dell’ultimo volume pubblicato nella collana Molímo, Mimesis Edizioni, Milano-Udine, ovvero: Malatesta C., Giovannini O. (a cura di), Identità di luogo, pluralità di pratiche. Di tale volume gli studenti dovranno studiare l’introduzione e cinque saggi a scelta.

UNITÀ DIDATTICA C: fa fede il programma per frequentanti

OBIETTIVI. Il corso fornisce un’introduzione all’antropologia culturale attraverso l’analisi dei principali metodi di indagine e delle tematiche più rilevanti con particolare attenzione ai processi iniziatici e alla prospettiva antropo-poietica.
Il corso è rivolto ai Corsi di Laurea della Facoltà di Studi Umanistici ad accezione di Beni Culturali.

08/01/2018