Cerca insegnamenti o docenti



Etruscologia e antichità italiche - [A-Z]
Etruscology and italian antyquities - [A-Z]

Stampa pagina

GIOVANNA BAGNASCO , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2017/2018 - Laurea - 2017/2018

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Il corso è mirato a fornire un quadro dei fondamenti della civiltà etrusca (formazione, storia, aspetti della società e della religione) e dei monumenti che ne caratterizzano la civiltà artistica dal periodo Villanoviano a Augusto. È mirato inoltre a fornire una base propedeutica per la conoscenza del divenire culturale e storico delle altre civiltà dell'Italia antica.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare la conoscenza degli elementi fondamentali della cultura etrusca, di oggetti e monumenti che ne caratterizzano la civiltà artistica dal periodo Villanoviano alla prima età imperiale e le conoscenze di base per un inquadramento delle civiltà dell’Italia antica.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
GIOVANNA BAGNASCO , responsabile dell'insegnamentoMercoledì dalle ore 14.30 alle ore 16.00. Si avvertono gli studenti che il ricevimento è sospeso dal 12 settembre al 3 ottobre per l'impegno dello scavo archeologico a Tarquinia.Sezione di Archeologia

Programma d'esame

Argomento del corso: Etruscologia e Antichità Italiche

Il corso verte su cultura, civiltà artistica e storia degli Etruschi e introduce alla conoscenza delle civiltà dell’Italia antica. Pur aprendosi alle conquiste sul piano culturale e artistico delle altre popolazioni affacciate sul Mediterraneo, si vedrà come gli Etruschi abbiano potuto mantenere la propria identità sviluppando una civiltà che può dirsi alle origini stessa della storia europea e in dialettica con le altre popolazioni dell’Italia antica e del Mediterraneo.

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA

UNITÀ DIDATTICA A
Gli Etruschi al centro del Mediterraneo: scambi, contatti e trasmissione del sapere. L’età dei “principi” e il periodo alto arcaico
L’unità didattica introduce le questioni inerenti all’inquadramento della civiltà etrusca negli orizzonti storici, ambientali e territoriali che la riguardano. Ne segue la storia, attraverso oggetti e monumenti, dalla fine dell'età del Bronzo (1100-900 a.C.) e gli inizi dell'età del Ferro, attraversando il periodo Villanoviano (900-700 a.C.) e il periodo orientalizzante, la cosiddetta età dei “principi” (VIII-VII secolo a.C.), fino al periodo alto arcaico (VI secolo a.C.). Particolare attenzione viene data alle tematiche inerenti alla formazione della civiltà etrusca nel quadro dei contatti con il resto del mondo allora conosciuto, dal Mediterraneo al Baltico, alle altre popolazioni dell’Italia preromana.

UNITÀ DIDATTICA B
Le città etrusche dal periodo tardo arcaico all’età del declino. Gli Etruschi nei rapporti con le altre genti dell’Italia preromana, con la Grecia e con Roma.
L’unità didattica continua il processo iniziato nell’Unità Didattica A, seguendo la storia della cultura e della civiltà etrusca dal periodo tardo arcaico e classico (V secolo a.C.) all’età augustea, con particolare riguardo alle forme di contatto con gli altri popoli dell’Italia preromana e con Roma. Particolare attenzione viene data alle forme religiose e istituzionali degli Etruschi e ai loro riflessi sui monumenti e sugli oggetti.

UNITÀ DIDATTICA C
Introduzione allo studio delle civiltà dell’Italia preromana
L’unità didattica verte sul popolamento dell’Italia preromana nei comparti culturali che la tradizione antica assegnava all’Italía, ovvero alla penisola italiana intesa come luogo geografico abitato dalla punta dell’odierna Calabria alle Alpi. Tali tematiche verranno trattate in modo da permettere le connessioni con le due precedenti Unità Didattiche dedicate agli Etruschi.

Per i dettagli del corso e la bibliografia:
http://etruscologia.di.unimi.it/index.php/didattica/82-didattica/109-laurea-triennale

19/07/2017