Cerca insegnamenti o docenti



Etnomusicologia - [A-Z]
Ethnomusicology - [A-Z]

Stampa pagina

NICOLA SCALDAFERRI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2017/2018 - Laurea - 2017/2018

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ART/08 - Etnomusicologia
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Introduzione ai problemi e ai metodi di ricerca dell'Etnomusicologia; conoscenza dettagliata del lavoro e dell'opera di Hugo Zemp attraverso la sua produzione di documentari sulle culture musicali.
Ai non frequentanti verrà richiesta anche la conoscenza di un testo integrativo.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti trattati a lezione, volto ad accertare le conoscenze acquisite. Fondamentale sarà la conoscenza dei materiali musicali e filmici, nonché lo studio dei testi di accompagnamento.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
NICOLA SCALDAFERRI , responsabile dell'insegnamentoNel mese di luglio il ricevimento si svolgerà martedì 3 dalle 9 alle 11.30. Per altre esigenze il docente può essere contattato via email.Via Noto 6, primo piano.

Programma d'esame

Argomento del corso: Ricerca sul campo, divulgazione, temi classici e nuovi ambiti: l’Africa subsahariana e altri terreni di indagine

Unità didattica A: 20 ore
3 CFU Introduzione alla ricerca etnomusicologica.
Unità didattica B: 20 ore
3 CFU Le ricerche del LEAV – Laboratorio di Etnomusicologia e Antropologia Visuale: nuove prospettive di indagine.
Unità didattica C: 20 ore
3 CFU Terreni classici di indagine su pratiche musicali in Africa occidentale.

Per l’esame da 6 crediti sono richieste le unità didattiche A e B; per quello da 9 crediti tutte e tre.
Non è consentito l'esame da 3 crediti.

Contenuti
L’unità didattica A costituisce un’introduzione generale alla disciplina. Verranno toccate le principali tappe del suo sviluppo storico e dei suoi metodi di lavoro; a supporto verranno presentati alcuni esemplari casi di indagine.
L’unità B si occuperà in particolare delle ricerche condotte nell’ambito del LEAV dell’Università di Milano, che trovano la loro principale fonte di divulgazione nel sito web, nonché in una serie di cdbook e dvdbook.
L’unità C si occuperà di un terreno di ricerca classico per l’indagine etnomusicologica: la fascia africana subsahariana. In particolare verranno trattate alcune pratiche musicali di paesi dell’Africa Occidentale, esplorate attraverso i lavori audiovisivi di Jean Rouch, Hugo Zemp e Steven Feld.

Programma d’esame per studenti frequentanti
Per i frequentanti verranno fatte delle verifiche intermedie sulla conoscenza del programma le cui modalità saranno illustrate durante le lezioni.

Unità didattica A
Due testi a scelta tra i seguenti:
• NICOLA SCALDAFERRI, Due ritratti dal Ghana, Squilibri, Roma 2013, con DVD;
• NICOLA SCALDAFERRI (a cura di), Le zampogne a Terranova di Pollino, Squilibri, Roma 2015, con CD;
• MIKAELA MINGA–NICOLA SCALDAFERRI (a cura di), Spanja Pipa. La canzone urbana di Korça, Squilibri, Roma 2015, con CD.
NB: è importante la conoscenza degli allegati (CD o DVD).

Saggi (disponibili su Ariel):
• TULLIA MAGRINI, Universi sonori, Einaudi, Torino 2002; sono richiesti i seguenti saggi: Introduzione (pp. 1-24), Quali musiche? di Marc Slobin (pp. 151-168), Il rapporto del presente col passato, di Bruno Nettl (pp. 272-293).
• NICOLA SCALDAFERRI, La ricerca sul campo e la registrazione del suono: interazioni teoriche e tecnologiche, «Musica/Tecnologia», 2, 2008, pp. 73-82.
• JOCELYNE GUILBAULT, Globalizzazione e localismo, in Enciclopedia della Musica Einaudi, a cura di J.-J. Nattiez, Einaudi, Torino 2001, vol. 1, pp. 138-155.
• SERENA FACCI, Dinamiche intorno alla segretezza: tre casi nella musica dei Bakonzo-Banande (Uganda, Repubblica Democratica del Congo), in Segreti e società segrete in Africa sub-sahariana, a cura di S. Allovio, Cuem, Milano 2007, (Molimo. Quaderni di antropologia culturale ed etnomusicologia, 3), pp. 89-103.
• LEONARDO D’AMICO, Filmare la musica. Il documentario e l’etnomusicologia visiva, Carocci, Roma 2012, pp. 17-44.

Unità didattica B
Sito WEB www.leav.unimi.it, sezione Research:
• PhotoCarnival;
• Milan: Places, Bodies and Sound;
• Music, Migration and Mediated Memory;
• When the Trees Resound;
• Sacred Mountains;
• New Musical Practices of the Old Albanian Diaspora;
• The Sambla Baan.

Lettura dei seguenti testi (disponibili su Ariel):
• NICOLA SCALDAFERRI, Paradossi identitari della vecchia diaspora albanese: Ricerche del LEAV dell’Università di Milano, in Aktuelle Fragestellungen und Zukunftsperspektiven del Albanologie, Hrsg. von B. Demiraj, Harrassowitz Verlag, Wiesbaden 2012, pp. 374-379.
• NICOLA SCALDAFERRI, Giuseppe Chiaffitella tra S. Costantino Albanese e New York, «Shêjzat-Plejades», 12, 2016, pp. 171-184.
• TOMMASO TUROLLA, La MayDay Parade, in Identità di luogo pluralità di pratiche, a cura di C. Malatesta e O. Giovannini, Mimesis, Milano 2016, (Molimo. Quaderni di antropologia culturale ed etnomusicologia, 8), pp. 146-169.
• Samaritani, programma di sala, MiTo, Milano 2010, pp. 2-5.

Unità didattica C
Visione e analisi dei seguenti documentari, effettuata nel corso delle lezioni:
• JEAN ROUCH, Touru et Bitti. Les Tambours d’Avant (1971);
• HUGO ZEMP, Masters of Balafon (2001-2002): The Joy of Youth, Friend, Well Come!;
• STEVEN FELD, Jazz Cosmopolitanisn in Accra: A Por Por Funeral for Ashirifie (2009), The Story of Por Por (2013), J.C. Abbey Ghanaian Puppeteer (2016).

Lettura dei seguenti testi (disponibili su Ariel):
• HUGO ZEMP, Filmare la musica, in Ethnomusicologica. Seminari internazionali di etnomusicologia 1977-1989, a cura di Diego Carpitella, Accademia Musicale Chigiana, Siena 1989, (Quaderni dell’Accademia Chigiana, XLII), pp. 269-295.
• FRANCESCO MARANO, Camera etnografica. Storie e teorie di antropologia visuale, FrancoAngeli, Milano 2007, pp. 131-141.

Programma d’esame per studenti non frequentanti

Unità didattica A
Come per i frequentanti.

Unità didattica B
Come per i frequentanti, con l’aggiunta di:
• I suoni dell’albero. Il Maggio di San Giuliano ad Accettura, a cura di N. Scaldaferri e S. Feld, Nota, Udine 2012.
NB: è importante l’attento ascolto dei due CD allegati.

Unità didattica C
Lettura integrale del volume:
• LEONARDO D’AMICO, Filmare la musica. Il documentario e l’etnomusicologia visiva, Carocci, Roma 2012.
Lettura dei seguenti saggi (disponibili su Ariel):
• HUGO ZEMP, Filmare la musica, in Ethnomusicologica. Seminari internazionali di etnomusicologia 1977-1989, a cura di Diego Carpitella, Accademia Musicale Chigiana, Siena 1989, (Quaderni dell’Accademia Chigiana, XLII), pp. 269-295.
• FRANCESCO MARANO, Camera etnografica. Storie e teorie di antropologia visuale, FrancoAngeli, Milano 2007, pp. 131-141.
• LORENZO FERRARINI, Registrare col corpo. Dalla riflessione fenomenologia alle teorie audiovisuali di Jean Rouch e Steven Feld, in Pratiche artistiche e pratiche etnografiche, a cura di M. C. Stella, Cuem, Milano 2009, (Molimo. Quaderni di antropologia culturale ed etnomusicologia, 4), pp. 125-155.

Reperibilità dei materiali in programma
I libri, reperibili in commercio, sono consultabili presso la Biblioteca di storia dell'arte, della musica e dello spettacolo, via Noto 6, secondo piano.
I saggi saranno disponibili sul sito Ariel http://nscaldaferrie.ariel.ctu.unimi.it. Il sito verrà aggiornato a seguito di eventuali integrazioni che dovessero rendersi necessarie durante le lezioni.

Validità del programma
Da giugno 2018 a maggio 2020.

Date esami
Le date degli esami saranno consultabili sul sito www.studiumanistici.unimi.it.

Richiesta tesi
Gli studenti interessati a discutere una tesi in Etnomusicologia, dopo aver sostenuto l’esame, potranno inviare al docente una richiesta via mail con l’eventuale proposta dell’argomento.
Sarà data precedenza alle richieste di studenti che hanno seguito i corsi di area musicologica, di Antropologia culturale e i laboratori promossi dalla Sezione Musica (http://users.unimi.it/musica/laboratori.htm), in particolare: Strumenti e tecniche della ricerca musicologica (STRiM), Strumenti della ricerca in ambito popular e audiovisivo (popAV) e Tecniche esecutive degli strumenti musicali tradizionali.

II semestre
Siti WEB:
http://users.unimi.it/musica
www.leav.unimi.it
http://nscaldaferrie.ariel.ctu.unimi.it

09/03/2018