Cerca insegnamenti o docenti



Letteratura latina (Beni culturali) - [A-Z]
Latin literature - [A-Z]

Stampa pagina

CHIARA TORRE , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2017/2018 - Laurea - 2017/2018

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-FIL-LET/04 - Lingua e letteratura latina
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Attraverso l'analisi e la lettura di una serie di testi di età imperiale, il corso nel suo complesso si propone di analizzare le strutture della lingua letteraria latina. In particolare, si illustreranno alcuni aspetti della cultura di età neroniana, prendendo in considerazione il teatro tragico senecano. All'interno di un secolare e ben collaudato genere letterario greco e latino, Seneca sperimentò un nuovo modo di scrivere tragedia sulla base di una complessa e stimolante interazione tra poesia e retorica.
Prerequisito richiesto agli studenti è la capacità di intendere un testo latino di poesia o di prosa, secondo (secondo gli standard indicati nella rubrica Studiare latino a Scienze dei beni culturali, pubblicata sulla bacheca del sito didattico della docente http://ctorrell.ariel.ctu.unimi.it). Scopo del corso è portare lo studente al riconoscimento dei diversi registri stilistici applicati nei testi letterari latini, così da comprendere pienamente i testi proposti, a lezione o nella parte istituzionale, a livello di lingua (lessico, morfologia, sintassi) e di forma.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame SCRITTO PRELIMINARE + ORALE
La prova scritta preliminare è volta ad accertare le conoscenze di base della lingua latina (secondo gli standard indicati nella rubrica Studiare latino a Scienze dei beni culturali, pubblicata sulla bacheca del sito didattico del corso (http://ctorrell.ariel.ctu.unimi.it) e consiste nella risposta a 30 quesiti di interesse grammaticale o di comprensione, a partire da un brano latino. La prova si svolge senza vocabolario, con durata complessiva di un’ora e mezza. Una volta superata la prova, è possibile accedere all’orale.

N.B La prova si svolge in aula informatica (test online). Sul sito ariel del corso, nella sezione "Simulazione test triennio" (link nel menù orizzontale del sito) sono disponibili per esercitarsi le prove d’esame assegnate nell’ultimo a.a. (in modalità online e con correzione automatica).
Buon lavoro!

L’esame orale consiste obbligatoriamente di tre domande, inerenti rispettivamente:
- testi e materiali analizzati dal docente durante il corso (unità didattiche A-B-C: vd. sopra)
- un testo di poesia o di prosa (in originale, con traduzione e contestualizzazione, scelto dal docente tra quelli in programma nella sezione LECTURA DI AUCTORES: vd. sopra)
- la storia della letteratura (vd. sopra: PROFILO DI LETTERATURA LATINA)

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/04 - Lingua e letteratura latina - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/04 - Lingua e letteratura latina - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/04 - Lingua e letteratura latina - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/04 - Lingua e letteratura latina - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
CHIARA TORRE , responsabile dell'insegnamentoDal 22 febbraio 2018 il ricevimento della prof. Torre si svolgerà ogni giovedì alle h. 10.45Studio Docente, Dip. Studi Lett., Fil. e Ling. (via Festa del Perdono 7, cortile della Legnaia, I piano).

Programma d'esame

Argomento del corso: Il teatro senecano

Le tragedie del filosofo Lucio Anneo Seneca (I sec. d.C.) si connotano come “tragedie congestionate”, tragedie di movimenti interiori prima e più che di azioni. Durante il corso si analizzeranno le strategie letterarie adottate da Seneca per rivisitare in modo moderno la connessione archetipica tra tragedia, violenza e potere. In particolare esamineremo il modo in cui i personaggi senecani mettono in scena la profonda connessione tra le passioni che li dominano e la creazione poetica, problematizzando la relazione tra le passioni stesse e il piacere estetico.

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA FREQUENTANTI

UNITÀ DIDATTICA A
INTRODUZIONE AL TEATRO LATINO
PROFILO DI LETTERATURA LATINA DALL’ETA’ ARCAICA AL TARDOANTICO
Manuali consigliati: G.B. Conte, Profilo storico della letteratura latina. Dalle origini alla tarda età imperiale, Le Monnier Università, Firenze 2004, oppure M. Citroni, M. Labate, E. Narducci, Disegno storico della letteratura latina, Laterza, Bari 1997, oppure A. Cavarzere, A. De Vivo, P. Mastandrea, Letteratura latina. Una sintesi storica, Carocci, Roma 2004.

UNITÀ DIDATTICA B
LE TRAGEDIE DI SENECA
- Seneca, Fenicie, a cura di G. Petrone, Milano BUR 1997 (con ristampe). L’elenco completo dei versi che saranno oggetto del programma di esame verrà indicato a fine corso.
- si richiede inoltre la conoscenza (e l’eventuale traduzione dal latino) di tutti i materiali didattici integrativi pubblicati su Piattaforma Ariel 2.0: Chiara Torre, Letteratura latina - http://ctorrell.ariel.ctu.unimi.it)

LETTURA DI AUCTORES
Un volume a scelta tra i seguenti
M. Gori, Novae Voces: Seneca, Bruno Mondandori, ISBN 9788842450634
M. Gori - M. Menghi, Novae Voces: Tacito, Bruno Mondadori, ISBN 9788842450658
M. Gori, Novae Voces: Orazio, Bruno Mondandori, ISBN 9788842450467
M. Gori, Novae Voces: Virgilio, Bruno Mondandori, ISBN 978884245059

UNITÀ DIDATTICA C
LETTURA TRADUZIONE E COMMENTO DI SENECA, FENICIE
Seneca, Fenicie, a cura di G. Petrone, Milano BUR 1997 (con ristampe). L’elenco completo dei versi che saranno oggetto del programma di esame verrà indicato a fine corso.
- si richiede inoltre la conoscenza (e l’eventuale traduzione dal latino) di tutti i materiali didattici integrativi pubblicati su Piattaforma Ariel 2.0: Chiara Torre, Letteratura latina - http://ctorrell.ariel.ctu.unimi.it

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA NON FREQUENTANTI

UNITÀ DIDATTICA A
INTRODUZIONE AL TEATRO LATINO
G. Chiarini – F. Mosetti Casaretto, Introduzione al teatro latino, Milano, Mondadori Education, ISBN 9788888242392
PROFILO DI LETTERATURA LATINA DALL’ETA’ ARCAICA AL TARDOANTICO
Manuali consigliati (uno tra questi):
.B. Conte, Profilo storico della letteratura latina. Dalle origini alla tarda età imperiale, Le Monnier Università, Firenze 2004;
M. Citroni, M. Labate, E. Narducci, Disegno storico della letteratura latina, Laterza, Bari 1997; A. Cavarzere, A. De Vivo, P. Mastandrea, Letteratura latina. Una sintesi storica, Carocci, Roma 2004.

UNITÀ DIDATTICA B
LETTURA TRADUZIONE E COMMENTO DI SENECA, FENICIE (I)
- Seneca, Fenicie, a cura di G. Petrone, Milano BUR 1997 (con ristampe). Si richiede la lettura integrale della tragedia in italiano; i passi da tradurre dal latino sono i seguenti: vv. 80-181.

LETTURA DI AUCTORES
Un volume a scelta tra i seguenti
M. Gori, Novae Voces: Seneca, Bruno Mondandori, ISBN 9788842450634
M. Gori - M. Menghi, Novae Voces: Tacito, Bruno Mondadori, ISBN 9788842450658
M. Gori, Novae Voces: Orazio, Bruno Mondandori, ISBN 9788842450467
M. Gori, Novae Voces: Virgilio, Bruno Mondandori, ISBN 9788842450597

UNITÀ DIDATTICA C
LETTURA TRADUZIONE E COMMENTO DI SENECA, FENICIE (II)
- Seneca, Fenicie, a cura di G. Petrone, Milano BUR 1997 (con ristampe). Si richiede la lettura integrale della tragedia in italiano; i passi da tradurre dal latino sono i seguenti: vv. 320-362.
- si richiedono inoltre 1) l’introduzione di G. Petrone nell’edizione Bur sopra citata; 2) il saggio di Marica Frank, Phoenissae, nel volume miscellaneo Brill’s Companion to Seneca philosopher and dramatist, a cura di G. Damschen – A. Heil, pp. 449-458. (una copia del volume è disponibile presso la Biblioteca di Scienze dell’Antichità e Filologia Moderna, collocazione SA.FM. 870.SEN. B.BRISCT).

OBIETTIVI DEL CORSO
Attraverso l’analisi e la lettura di una serie di testi di età imperiale, il corso nel suo complesso si propone di analizzare le strutture della lingua letteraria latina. In particolare, si illustreranno alcuni aspetti della cultura di età neroniana, prendendo in considerazione il teatro tragico senecano. All’interno di un secolare e ben collaudato genere letterario greco e latino, Seneca sperimentò un nuovo modo di scrivere tragedia sulla base di una complessa e stimolante interazione tra poesia e retorica.
Prerequisito richiesto agli studenti è la capacità di intendere un testo latino di poesia o di prosa, secondo gli standard indicati nella rubrica Studiare latino a Scienze dei beni culturali, pubblicata sulla bacheca del sito didattico della docente (http://ctorrell.ariel.ctu.unimi.it). Scopo del corso è portare lo studente al riconoscimento dei diversi registri stilistici applicati nei testi letterari latini, così da comprendere pienamente i testi proposti, a lezione o nella parte istituzionale.

19/07/2017