Cerca insegnamenti o docenti



Storia delle istituzioni politiche - [A-Z]
History of political institutions - [A-Z]

Stampa pagina

LIVIO LICINIO ANTONIELLI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2017/2018 - Laurea - 2017/2018

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Fornire un quadro interdisciplinare dello sviluppo delle istituzioni politiche europee e occidentali dall'età medievale all'età contemporanea, in cui collocare le nozioni delle varie discipline storiche

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare, in primo luogo, la capacità dello studente di orientarsi sui grandi problemi della storia istituzionale e successivamente attento a verificare la solidità delle informazioni acquisite. Gli studenti che si presentano come frequentanti dovranno rispondere a specifiche domande relative ai temi del corso.

Organizzazione della didattica

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
LIVIO LICINIO ANTONIELLI , responsabile dell'insegnamentomercoledi' dalle 9.15 alle 12. Ultimo ricevimento prima della pausa estiva il 18 luglio o, su appuntamento, il 20 luglio. Il ricevimento riprenderà il primo mercoledì di settembreDipartimento di Studi storici, Settore B, II piano
GIACOMO DEMARCHImartedì 10:30-12:00; mercoledì 13:00-14:30. I ricevimenti di martedì 20 e mercoledì 21 novembre sono sospesi per missione all'esteroDipartimento di Studi Storici - Settore B, stanza B20
GIACOMO DEMARCHImartedì 10:30-12:00; mercoledì 13:00-14:30. I ricevimenti di martedì 20 e mercoledì 21 novembre sono sospesi per missione all'esteroDipartimento di Studi Storici - Settore B, stanza B20

Programma d'esame

Argomento del corso: I percorsi dello stato moderno: istituzioni, protagonisti, culture (XV-XXI secolo)

Obbiettivo del corso è fornire allo studente le coordinate fondamentali per comprendere i fondamenti e contenuti che, a partire dalla prima modernità, hanno diversamente dato vita alla dimensione pubblica del potere. Lo studente potrà acquisire un panorama delle istituzioni politiche e giuridiche occidentali (e non) organizzato attorno a grandi blocchi tematici diacronici, valorizzando tanto la prospettiva di lungo periodo come l’analisi più dettagliata di casi di specie. Un percorso che permetterà di acquisire dimestichezza con le specificità del linguaggio e delle fonti giuridiche, analizzate, però, sempre alla luce della prospettiva e della metodologia storica.

PROGRAMMA

Unità didattica A: Dal sovrano giustiziere alla sovranità della norma: Stato, amministrazione, codificazione (prof. Livio Antonielli)
Unità didattica B: Territorio, rappresentanza, cittadinanza: dalla pluralità all’unicità (e ritorno) (dott. Giacomo Demarchi)
Unità didattica C: Lo Stato come Leviatano: ordine interno, ordine esterno, ordine sociale (dott. Giacomo Demarchi)

PROGRAMMA FREQUENTANTI
1) Valido per gli studenti che sostengono l'esame per 9 crediti.
Oltre agli appunti delle lezioni delle unità A, B e C del Corso, è prevista la preparazione dei seguenti testi:

Parte generale: due dei seguenti testi a scelta:

M. Fioravanti (a cura di), Lo stato moderno in Europa. Istituzioni e diritto, Roma-Bari, Laterza, 2002;
G. Tarello, Storia della cultura giuridica moderna. Assolutismo e codificazione del diritto, Bologna, Il Mulino, 1976 (e ristampe successive), pp. 43-95; 191-318; 383-620 (per le restanti parti sarà sufficiente la semplice lettura);
P. Aimo, Stato e poteri locali in Italia. 1848-1995, Roma, Carocci, 2010 (e ristampe successive; no a edizione NIS, 1997);
G. Melis, Storia dell’amministrazione italiana. 1861-1993, Bologna, Il Mulino, 1996 (e ristampe successive);
M. Meriggi, L. Tedoldi (a cura di), Storia delle istituzioni politiche. Dall’Antico regime all’era globale, Roma, Carocci, 2014.

Parte monografica: a scelta uno dei seguenti volumi (o parti di volume):
L. Mannori, B. Sordi, Storia del diritto amministrativo, Roma-Bari, Laterza, 2001, pp. 17-276 (per l’età medievale e moderna);
L. Mannori, B. Sordi, Storia del diritto amministrativo, Roma-Bari, Laterza, 2001, pp. 225-528 (per l’età contemporanea);
G. Alessi, Il processo penale. Profilo storico, Roma-Bari, Laterza, 2007;
L. Tedoldi, La spada e la bilancia. La giustizia penale nell’Europa moderna (secc. XVI-XVIII), Roma, Carocci, 2008;
M. Bellabarba, La giustizia nell’Italia moderna. XVI-XVIII secolo, Roma-Bari, Laterza, 2008;
M. Provasi, Il popolo ama il duca? Rivolta e consenso nella Ferrara estense, Roma, Viella, 2011;
D. Richet, Lo spirito delle istituzioni: esperienze costituzionali nella Francia moderna, a cura di F. Di Donato, Roma-Bari, Laterza, 1998;
S. Mannoni, Une et indivisible. Storia dell'accentramento amministrativo in Francia, vol. I: La formazione del sistema (1661-1815), Milano, Giuffrè, 1994;
S. Mannoni, Une et indivisible. Storia dell'accentramento amministrativo in Francia, vol. II: Dalla contestazione al consolidamento, Milano, Giuffrè, 1996;
E. Pagano, Enti locali e Stato in Italia sotto Napoleone. Repubblica e Regno d’Italia (1802-1814), Roma, Carocci, 2007;
M. Meriggi, Gli Stati italiani prima dell'Unità. Una storia istituzionale, Bologna, Il Mulino, 2002;
R. Romanelli, Il comando impossibile. Stato e società nell’Italia liberale, Bologna, Il Mulino, 1995;
G. Melis (a cura di), Lo Stato negli anni Trenta. Istituzioni e regimi fascisti in Europa, Bologna, Il Mulino, 2008;
G. Tosatti, Storia del Ministero dell’Interno. Dall’Unità alla regionalizzazione, Bologna, Il Mulino, 2009;
A. Meniconi, Storia della magistratura italiana, Bologna, Il Mulino, 2012, pp. 1-243 (per le restanti parti sarà sufficiente la semplice lettura);
S. Cassese, Lo Stato fascista, Bologna, Il Mulino, 2010;
S. Falconieri, La legge della razza. Strategie e luoghi del discorso giuridico fascista, Bologna, Il Mulino, 2011.
G. Melis, Fare lo Stato per fare gli italiani. Ricerche di storia delle istituzioni dell’Italia unita, Bologna, il Mulino, 2014.

2) Valido per coloro che sostengono l'esame per 6 crediti:
a) I frequentanti dovranno preparare, in aggiunta agli appunti delle lezioni delle due unità del Corso frequentate, i soli testi relativi alla parte generale;

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI
1) Valido per gli studenti che sostengono l'esame per 9 crediti.
Gli studenti non frequentanti dovranno preparare due testi a scelta della Parte generale (vedi l’elenco sopra) e due testi a scelta della Parte monografica (vedi l’elenco sopra); oppure potranno sostituire un testo della Parte monografica con uno dei due seguenti volumi a scelta:
P.S. Graglia, L’Unione europea, Bologna, Il Mulino, 2006 (ed edizioni successive);
L. Bardi, P. Ignazi, Il Parlamento europeo, Bologna, Il Mulino, 2004 (ed edizioni successive).

2) Valido per gli studenti che sostengono l’esame per 6 crediti.
Gli studenti non frequentanti dovranno preparare due testi a scelta relativi alla Parte generale (vedi l’elenco sopra), più uno a scelta relativo alla Parte monografica (vedi l’elenco sopra).

28/07/2017