Cerca insegnamenti o docenti



Storia dell'arte moderna - [A-Z]
History of modern art - [A-Z]

Stampa pagina

GIOVANNI AGOSTI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati fino al 2016/2017 - Laurea - 2017/2018

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ART/02 - Storia dell'arte moderna
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale. a conoscenza degli argomenti del corso dovrà essere accompagnata dallo studio dello sviluppo della storia dell’arte (architettura, scultura, pittura) dal principio del Quattrocento alla fine del Settecento, cioè dal Tardogotico al Neoclassicismo (compresi). Per questo si potrà ricorrere a qualunque buon manuale. Si prega di evitare le mail per la richiesta di un titolo specifico. Ma soprattutto si richiede la conoscenza visiva del maggior numero possibile di opere d’arte. Per questo è essenziale visitare le chiese e i musei, a cominciare da quelli di Milano, con l’ausilio di guide, tra le quali sono consigliate quelle “rosse” del Touring Club Italiano. È inoltre consigliato studiare – per il periodo in questione – le immagini dei volumi della serie “I classici dell’arte”, pubblicati dalla casa editrice Rizzoli, e quelle dei fascicoli, editi dalla casa editrice Fabbri, delle collane “I maestri del colore” e “I maestri della scultura”.
Parte dell’esame sarà costituita da una prova di riconoscimento di alcune immagini.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/02 - Storia dell'arte moderna - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/02 - Storia dell'arte moderna - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/02 - Storia dell'arte moderna - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/02 - Storia dell'arte moderna - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
GIOVANNI AGOSTI , responsabile dell'insegnamentoMartedì dalle ore 16.30. Per questa settimana, il ricevimento, eccezionalmente, è mercoledì 28 marzo alle ore 14Via Noto 8

Programma d'esame

Argomento del corso: La Ca’ Granda. Da ospedale a università

Il corso si propone di introdurre alla conoscenza dell’antico Ospedale Maggiore di Milano – la Ca’ Granda appunto – oggi sede centrale dell’Università Statale, fondato nel 1456.

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA FREQUENTANTI (9 CFU)

PARTE ISTITUZIONALE
La conoscenza degli argomenti del corso dovrà essere accompagnata dallo studio dello sviluppo della storia dell’arte (architettura, scultura, pittura) dal principio del Quattrocento alla fine del Settecento, cioè dal Tardogotico al Neoclassicismo (compresi). Per questo si potrà ricorrere a qualunque buon manuale. Si prega di evitare le mail per la richiesta di un titolo specifico. Ma soprattutto si richiede la conoscenza visiva del maggior numero possibile di opere d’arte. Per questo è essenziale visitare le chiese e i musei, a cominciare da quelli di Milano, con l’ausilio di guide, tra le quali sono consigliate quelle “rosse” del Touring Club Italiano. È inoltre consigliato studiare – per il periodo in questione – le immagini dei volumi della serie “I classici dell’arte”, pubblicati dalla casa editrice Rizzoli, e quelle dei fascicoli, editi dalla casa editrice Fabbri, delle collane “I maestri del colore” e “I maestri della scultura”.
Parte dell’esame sarà costituita da una prova di riconoscimento di alcune immagini.

PARTE MONOGRAFICA
UNITÀ DIDATTICA A
Introduzione allo studio della storia dell’arte milanese
UNITÀ DIDATTICA B
La Ca’ Granda: l’Ospedale
UNITÀ DIDATTICA C
La Ca’ Granda: l’Università

Bibliografia:
1) G. Agosti, J. Stoppa, La Ca’ Granda. Da Ospedale a Università, Milano, Officina Libraria, 2017.
2) E una qualsiasi edizione de I promessi sposi di Alessandro Manzoni, che comprenda anche la Storia della colonna infame.

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA NON FREQUENTANTI (9 CFU)

PARTE ISTITUZIONALE
La conoscenza degli argomenti del corso dovrà essere accompagnata dallo studio dello sviluppo della storia dell’arte (architettura, scultura, pittura) dal principio del Quattrocento alla fine del Settecento, cioè dal Tardogotico al Neoclassicismo (compresi). Per questo si potrà ricorrere a qualunque buon manuale. Si prega di evitare le mail per la richiesta di un titolo specifico. Ma soprattutto si richiede la conoscenza visiva del maggior numero possibile di opere d’arte. Per questo è essenziale visitare le chiese e i musei, a cominciare da quelli di Milano, con l’ausilio di guide, tra le quali sono consigliate quelle “rosse” del Touring Club Italiano. È inoltre consigliato studiare – per il periodo in questione – le immagini dei volumi della serie “I classici dell’arte”, pubblicati dalla casa editrice Rizzoli, e quelle dei fascicoli, editi dalla casa editrice Fabbri, delle collane “I maestri del colore” e “I maestri della scultura”.
Parte dell’esame sarà costituita da una prova di riconoscimento di alcune immagini.

PARTE MONOGRAFICA
Bibliografia:
1) G. Agosti, J. Stoppa, La Ca’ Granda. Da Ospedale a Università, Milano, Officina Libraria, 2017.
2) G. Agosti, C. Battezzati, J. Stoppa, San Maurizio al Monastero Maggiore. Guida, Milano, Officina Libraria, 2016.
3) Un seminario sul Manierismo in Lombardia, a cura di G. Agosti, J. Stoppa, Milano, Officina Libraria 2017.
4) E una qualsiasi edizione de I promessi sposi di Alessandro Manzoni, che comprenda anche la Storia della colonna infame.

PER FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI: chi deve sostenere l’esame da 6 CFU porta solo la parte istituzionale.
Bisogna studiare lo sviluppo della storia dell’arte (architettura, scultura, pittura) dal principio del Quattrocento alla fine del Settecento, cioè dal Tardogotico al Neoclassicismo (compresi). Per questo si potrà ricorrere a qualunque buon manuale. Si prega di evitare le mail per la richiesta di un titolo specifico. Ma soprattutto si richiede la conoscenza visiva del maggior numero possibile di opere d’arte. Per questo è essenziale visitare le chiese e i musei, a cominciare da quelli di Milano, con l’ausilio di guide, tra le quali sono consigliate quelle “rosse” del Touring Club Italiano. È inoltre consigliato studiare – per il periodo in questione – le immagini dei volumi della serie “I classici dell’arte”, pubblicati dalla casa editrice Rizzoli, e quelle dei fascicoli, editi dalla casa editrice Fabbri, delle collane “I maestri del colore” e “I maestri della scultura”.
Parte dell’esame sarà costituita da una prova di riconoscimento di alcune immagini.

17/01/2018