Cerca insegnamenti o docenti



Storia del teatro inglese - [A-Z]
History of English drama - [A-Z]

Stampa pagina

MARIACRISTINA CAVECCHI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Classe LM-45) . - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-LIN/10 - Letteratura inglese
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Durante il corso gli studenti acquisiranno strumenti teorici e metodologici relativi all'analisi dei testi teatrali e all'analisi della performance. Gli studenti dovranno pertanto dimostrare di acquisire capacità critiche nell'analisi del testo teatrale e della sua messinscena, oltre alla capacità di leggerlo alla luce del contesto storico-culturale di produzione e dei saggi critici presi in esame. L'obiettivo del corso è pertanto quello di condurre a una consapevole e competente capacità d'interpretazione delle opere teatrali analizzate durante le lezioni, e avviare verso lo sviluppo di abilità autonome nell'analisi dei testi e degli spettacoli teatrali.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: Ai fini della valutazione si terrà anche conto dell’assiduità della frequenza e la partecipazione alle due giornate del convegno “Will forever young” (17-18 novembre). Chi frequenta l’unità C preparerà una presentazione power point su un argomento da concordare; questa può essere realizzata individualmente o a piccoli gruppi (massimo 3 studenti).
Per sostenere l’esame è obbligatorio presentarsi con tutti i testi teatrali in programma. Per gli studenti di anglistica questi devono essere tassativamente in inglese.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
MARIACRISTINA CAVECCHI , responsabile dell'insegnamentoProssimi ricevimenti: lunedì, 22 gennaio, ore 15:00Sezione di Anglistica - Piazza Sant'Alessandro 1

Programma d'esame

Argomento del corso: Illusioni e trappole del teatro elisabettiano e contemporane

Unità A (20 ore; 3 CFU): A Midsummer Night’s Dream, Julius Caesar e Othello: inganni, incubi e veleni
Unità B (20 ore; 3 CFU): Teatro e prigione nel teatro britannico contemporaneo
Unità C (20 ore; 3 CFU): Shakespeare 400. Will Forever Young

Presentazione del corso
Il corso prenderà in considerazione due momenti particolarmente importanti della storia del teatro inglese (il teatro elisabettiano e il teatro contemporaneo) e i problemi critici e metodologici connessi alla specificità del testo teatrale e alla sua performance.

L’unità A prevede lo studio del teatro elisabettiano e una riflessione sull’attualità dell’opera di William Shakespeare, un drammaturgo di cui ricorrono quest’anno le celebrazioni per i 400 anni dalla nascita. In particolare l’unità si concentrerà sull’analisi de A Midsummer Night’s Dream, Julius Caesar e Othello: la lettura testuale sarà integrata dalla visione di spezzoni di adattamenti teatrali e cinematografici e di spettacoli proposti dalla stagione teatrale milanese. Questi ultimi offriranno inoltre l’occasione per un’esplorazione dei meccanismi della messa in scena.

Sulla scia delle considerazioni di Michel Foucault nel suo volume Sorvegliare e punire, l’unità B intende invece focalizzare l’attenzione su alcuni testi teatrali degli ultimi quarant’anni che guardano con particolare attenzione ai rapporti tra teatro e prigione e invitano a riflettere su temi di grande attualità e urgenza come la dialettica tra libertà e detenzione, punizione e redenzione, dentro e fuori, ma anche a focalizzare l’attenzione sulle strategie impiegate dai vari drammaturghi nelle loro rappresentazioni dei luoghi carcerari.

L’unità C segue le tracce shakespeariane nella cultura contemporanea prestando particolare attenzione ai linguaggi giovanili. Eccezionalmente, per quest’anno, la frequenza a quest’unità prevede la partecipazione alle due giornate del convegno “Will forever Young” (17-18 novembre) e alla visione e presentazione di almeno 3 degli spettacoli a scelta tra quelli proposti nel cartellone del Festival Shakespeariano di cui sarà disponibile il programma definitivo a fine settembre 2016.
Sono previsti prezzi ridotti e abbonamenti.

Unità A. A Midsummer Night’s Dream, Julius Caesar e Othello: inganni, incubi e veleni
- W. Shakespeare, A Midsummer Night’s Dream, The New Cambridge Shakespeare, 2003
- W. Shakespeare, Julius Caesar, The New Cambridge University Press, 2003
- W. Shakespeare, Othello, The Oxford Shakespeare, 2008

Gli studenti non anglisti possono utilizzare versioni dei testi shakespeariani con testo a fronte, ma avranno avuto cura di studiare l’introduzione della versione inglese consigliata.

Bibliografia critica: disponibile a settembre 2016 sul sito Ariel.

Per gli studenti non frequentanti la bibliografia sarà disponibile a settembre 2016 sul sito Ariel.

Unità B. Teatro e prigione nel teatro britannico contemporaneo
- Samuel Beckett, Catastrophe (1984) in Samuel Beckett. The Complete Dramatic Works, Faber and Faber, London, 1986, pp. 455-461; trad. it. di C. Fruttero, Catastrofe, in P. Bertinetti (a cura di), Samuel Beckett. Teatro completo, Einaudi-Gallimard, Torino, 1994, pp. 515-521. (CARICATO IN ARIEL)
- Harold Pinter, Mountain Language (CARICATO IN ARIEL); trad. Il linguaggio della montagna, in Harold Pinter. Teatro, vol. 2, Torino, Einaudi, 1996, pp. 234-247.
- Caryl Churchill, Softcops, in Caryl Churchill: Plays 2, London, Bloomsbury Methuen Drama, 1996; trad. Guardie e ladri in Caryl Churchill. Teatro II, Spoleto, Editoria & Spettacolo, 2015, pp. 195-257.
- Martin McDonagh, The Pillowman (2003); trad. The pillowman (L’uomo-cuscino), Arcadia & Ricono, 2012.

Bibliografia critica: disponibile a settembre 2016 sul sito Ariel.

Per gli studenti non frequentanti la bibliografia sarà disponibile a settembre 2016 sul sito Ariel.

Unità C. Shakespeare 400. Will Forever Young
La frequenza a quest’unità prevede la partecipazione alle due giornate del convegno “Will forever Young” (17-18 novembre) e alla visione e presentazione di almeno 3 degli spettacoli a scelta tra quelli proposti nel cartellone del Festival Shakespeariano di cui sarà quanto prima disponibile il programma definitivo.
L’esame consisterà in una presentazione power point di dieci minuti su un argomento da concordare; questa può essere realizzata individualmente o a piccoli gruppi (massimo 3 studenti) e presentata in data da concordare durante il corso.

Per gli studenti non frequentanti la bibliografia sarà disponibile a settembre 2016 sul sito Ariel.

Altre informazioni per gli studenti
La partecipazione alle lezioni è vivamente consigliata. Nel caso si possa frequentare il corso soltanto alcuni giorni della settimana, all’esame è possibile portare il programma per frequentanti per le unità frequentate, e il programma per non frequentanti per le unità non frequentate.
Coloro che fossero impossibilitati a frequentare il corso, sono invitati a venire al ricevimento per avere tutte le informazioni riguardanti il programma, i testi e il materiale critico.

Se il corso eroga solo 6 CFU, si può scegliere liberamente quali delle tre unità preparare.

Il suddetto programma resta valido fino all'appello di febbraio 2018.

Agli studenti di Storia del teatro inglese è aperta la possibilità di uno stage presso la compagnia Salamander, in occasione della manifestazione “Shakespeare in Town” che si svolge ogni anno a Savona nel mese di ottobre, e di uno stage presso il CETEC (Centro Europeo Teatro e Carcere) che lavora dentro il carcere di San Vittore. Per informazioni rivolgersi alla docente.

Gli studenti sono inoltre invitati a prendere parte a uno dei due laboratori previsti nel primo semestre dell’a.a. 2016-17:

- Laboratorio Shakespeariano. Will forever Young (3CFU, I semestre) a cura di Mariacristina Cavecchi e Margaret Rose, in collaborazione con Teatro Puntozero, Carcere minorile Beccaria, CETEC – Centro Europeo Teatro e Carcere), Manifatture Teatrali Milanesi, Teatro Elfo Puccini.

- Laboratorio Teatro e differenze/La differenza del teatro (3CFU, I semestre) a cura di Mariacristina Cavecchi e Caroline Patey, in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.

La docente riceve su appuntamento nei giorni comunicati sul “Chi e dove” dell’home page di Unimi.

La didattica del corso prevede una combinazione di lezioni frontali e di sessioni a impianto seminariale con la partecipazione di registi, attori, autori; per queste ultime sarà richiesta la partecipazione attiva alla discussione.

08/09/2016