Cerca insegnamenti o docenti



Letteratura inglese - [A-Z]
English literature - [A-Z]

Stampa pagina

CARLO PAGETTI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Classe LM-45) . - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-LIN/10 - Letteratura inglese
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Conoscenze: si vuole sviluppare la conoscenza di una dimensione fondamentale della cultura letteraria occidentale, in riferimento al teatro di Shakespeare. Nell'unità didattica C si propone una riflessione sulla Shoah e sulle problematiche legate alla sua rappresentabilità in ambito anglo-americano. La conoscenza di base della lingua inglese è fondamentale per innescare il processo conoscitivo.
Capacità: riflessione critica, individuazione dei linguaggi della letteratura e del teatro, in modo da sviluppare negli studenti la capacità di approfondire un'analisi testuale che tenga conto soprattutto della conoscenza dell'epoca di Shakespeare e di quella del pieno Novecento.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Scritto e orale: esame orale per studenti che portano le unità didattiche A e B (6 cfu), preceduto da un accertamento linguistico consistente nella lettura e nella traduzione di un brano o passo tratto da una delle opere in programma. Nel caso degli studenti che sostengono l’esame da 9 cfu è prevista una prova scritta preliminare sui testi in programma. Gli studenti del biennio magistrale dovranno essere in grado di rispondere in inglese su una delle opere di Shakespeare in programma e di leggere e tradurre alcuni versi.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/10 - Letteratura inglese - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
CARLO PAGETTI , responsabile dell'insegnamentoIl docente può essere contattato tramite posta elettronicaP.zza S. Alessandro - Sezione di Anglistica

Programma d'esame

Argomento del corso: I linguaggi delle tenebre: un percorso letterario da Shakespeare alla fantascienza (60 ore, 9 cfu)

Unità didattica A (20 ore, 3 cfu): ‘Things of Darkness’ tra race e gender
Unità didattica B (20 ore, 3 cfu): ‘Gather Darkness’: l’incontro con le tenebre
Unità didattica C (20 ore, 3 cfu): La fine dell’utopia

Il programma è rivolto agli studenti di Lettere e di altri corsi della Facoltà di Studi Umanistici secondo le modalità indicate da ogni Collegio Didattico.

Presentazione del corso
Partendo in ogni unità didattica dalla lettura di un’opera di Shakespeare, il corso intende esplorare alcune modalità teatrali e narrative della rappresentazione delle tenebre, intese nelle varie accezioni del termine: l’arrivo del caos, la distruzione dell’ordine simbolico, l’incontro col male, i conflitti di race e gender, la presenza inquietante dell’altro, la trasformazione utopica in distopia, l’avvento dell’apocalisse, la disintegrazione dei linguaggi tradizionali. Nella unità didattica A verrà data particolare attenzione ad alcune caratteristiche del teatro di Shakespeare e alle problematiche riguardanti il linguaggio letterario, il canone, la tradizione e la letteraria, con riferimento allo sviluppo della letteratura inglese, e anche a quella anglo-americana. Ulteriori indicazioni verranno fornite durante lo svolgimento del programma, che prevede anche due lezioni aperte il 17 e 18 novembre nell’ambito delle iniziative della Statale per BookCity e l’utilizzo di materiale cinematografico.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: l’approccio ai testi, che rimane fondamentale, non può prescindere dalla conoscenza di alcune coordinate storiche e geografiche, come anche dalla capacità da parte degli studenti di utilizzare un linguaggio critico adeguato.
Capacità: altrettanto importante è la conoscenza della lingua inglese, almeno a livello di lettura e traduzione dall’inglese in italiano. Questo vale in modo specifico per gli studenti che sostengono l’esame da 9 cfu, che leggeranno in inglese i testi dell’unità C, e per gli eventuali studenti del biennio magistrale.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A
W. Shakespeare, Othello, ediz. bilingue Einaudi, a cura di C. Pagetti.
H. Melville, Benito Cereno (qualunque ediz. paperback)
T. Morrison, Beloved (idem)

Unità didattica B
W. Shakespeare, Macbeth, ediz. bilingue Feltrinelli, a cura di A. Lombardo.
J. Conrad, Heart of Darkness (esistono ediz. bilingui Einaudi o Mondadori).
P.K. Dick, The Man in the High Castle, opp. Ubik. La versione italiana dell’ed. Fanucci introdotta da C. Pagetti (rispettivamente La svastica sul sole e Ubik) può essere utilizzata.
E. Wiesel, La notte, oppure V. Grossman, L’inferno di Treblinka. Esistono versioni italiane di entrambe le opere, la cui lingua originale non è l’inglese.

Unità didattica C
Solo per gli studenti che intendono sostenere l’esame da 9 cfu.
W. Shakespeare, The Tempest, ediz. bilingue Feltrinelli, a cura di A. Lombardo, o Marsilio, a cura di A. Serpieri.
H. G. Wells, The Time Machine (qualsiasi ediz. paperback).
U.K. Le Guin, The Word for World is Forest (idem).
J. Van der Meer, Annihilation (idem).

Programma per studenti non frequentanti
Durante lo svolgimento del corso verranno approfondite le indicazioni bibliografiche e forniti i materiali didattici necessari alla preparazione di chi non frequenta. Alla fine del corso verrà messo in rete un PROGRAMMA DEFINITIVO CON INDICAZIONI DI STUDIO, che si rivolge in particolare ai non frequentanti. Si raccomandano comunque la frequenza e la conoscenza preliminare della lingua inglese.

02/08/2016