Cerca insegnamenti o docenti



Etruscologia - [A-Z]
Etruscology - [A-Z]

Stampa pagina

GIOVANNA BAGNASCO , responsabile dell'insegnamento

CdL in ARCHEOLOGIA (Classe LM-2) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare la conoscenza degli elementi fondamentali che costituiscono l’oggetto delle tre unità didattiche sopra riportate.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ANT/06 - Etruscologia e antichita italiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
GIOVANNA BAGNASCO , responsabile dell'insegnamentoMercoledì dalle ore 14.30 alle ore 16.00.Sezione di Archeologia

Programma d'esame

Argomento del corso: Segnare il tempo, segnare lo spazio: dimensioni etrusche tra archeologia e epigrafia

ARGOMENTO ED EVENTUALE PRESENTAZIONE DEL CORSO
Il corso si imposta sulle conoscenze di base sulla civiltà degli Etruschi acquisite nel corso triennale e approfondisce i temi fondamentali che la caratterizzano, partendo dall’evidenza archeologica, con particolare attenzione agli aspetti religiosi e alle dinamiche stabilite con natura e paesaggio. Attraverso l’esame di casi studio concreti si esplora il rapporto che intercorre fra l’osservazione epigrafica, archeologica e contestuale di oggetti e monumenti per osservarne lo specifico ruolo di indicatori di azioni e comportamenti nei diversi aspetti della società etrusca.

UNITÀ DIDATTICA A
L’acquisizione dell’alfabeto in Etruria
Introduce le questioni inerenti all’inquadramento della scrittura nell’ambito della civiltà e della società etrusca. Attraverso l’esame delle evidenze documentarie nei loro contesti archeologici, vengono esaminati i tempi e i modi in cui gli Etruschi acquisirono il sistema alfabetico circolante nel Mediterraneo antico, lo adattarono alla loro lingua e in seguito lo trasmisero agli altri popoli dell’Italia preromana.
UNITÀ DIDATTICA B
Lettere e immagini, esempi etruschi di parola ispirata
Prende in esame gli aspetti materiali – oggetti, monumenti e luoghi – ricollegabili alla sfera religiosa, a partire dalle testimonianze più antiche fino alle espressioni che rivelano il contatto con gli altri popoli dell’Italia preromana, con la Grecia e con Roma. Particolare attenzione viene data ai metodi di interpretazione degli aspetti invisibili dei rituali e simbolici avvalendosi anche delle acquisizioni derivate dalle letture epigrafiche svolte nel primo modulo.
UNITÀ DIDATTICA C
Scavi etruschi: tra visibile e invisibile
Mira a presentare il profilo delle città etrusche con particolare attenzione ai riflessi delle scelte operate dalle diverse comunità in base alla natura del luogo e dei paesaggi circostanti, considerando anche gli aspetti emersi nei due precedenti moduli.

Per il dettaglio delle lezioni e la bibliografia si veda: http://www.etruscologia.unimi.it/index.php/didattica/82-didattica/110-laurea-magistrale

01/08/2016