Cerca insegnamenti o docenti



Storia del diritto dal medioevo all'età contemporanea - [A-Z]

Stampa pagina

ALESSANDRA BASSANI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE STORICHE (Classe LM-84) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale.
Per i soli studenti frequentanti che lo desiderino sarà possibile sostenere, durante il corso, una prova scritta, facoltativa, a domande aperte. Gli argomenti oggetto della prova scritta verranno concordati a lezione. In caso di esito positivo, lo scritto consentirà allo studente di non portare all’esame orale la parte di programma oggetto della prova scritta.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
ALESSANDRA BASSANI , responsabile dell'insegnamentoMartedì dalle ore 15 alle ore 17. Il 13 febbraio il ricevimento inizierà alle ore 15.30.Sezione di Storia del Diritto medievale e moderno

Programma d'esame

Argomento del corso: Storia del diritto dal medioevo all’età contemporanea

Il diritto regola, incanala e risolve conflitti sociali e personali attraverso riflessione teorica, riti e prassi. Tale compito è stato svolto dal diritto lungo tutto l’arco della storia umana. Ogni civiltà nota ha prodotto forme più o meno raffinate di legislazione e dottrina giuridica: il diritto costituisce una delle forme di riflessione che l’uomo produce sulla realtà del proprio tempo, per comprenderlo ed esserne protagonista attivo.
Il corso si propone di fornire allo studente di scienze storiche una chiave interpretativa che gli consenta di inserire le fonti in una cornice più ricca e di leggerle in una prospettiva utile al loro approfondimento: a tale fine alcuni argomenti verranno illustrati con documenti che saranno commentati (e, ove necessario, tradotti) nel corso delle lezioni.

PROGRAMMA

Si intende focalizzare l’attenzione su un preciso periodo, la storia europea dal basso medioevo al novecento, illustrando la storia del diritto da due punti di vista principali:
1. il ruolo dei giuristi e delle loro riflessione teorica sulla realtà del loro tempo
2. le forme processuali da essi prodotte e agite nella realtà del loro tempo
1.a Il basso medioevo
Il Duecento, l’università, i glossatori e il rapporto fra il diritto romano comune e la consuetudine; la riforma della Chiesa e il diritto canonico; Il Trecento, la crisi dell’identità comunale, i commentatori e il potere legislativo delle città;
2.a Il processo romano-canonico
Lo sviluppo del processo romano canonico, l’affermazione di due procedure per la regolamentazione dei conflitti civili e per la repressione dei reati penali, il ruolo dei notai e lo sviluppo dei consilia sapientis;
1.b L’età moderna
il Quattrocento, lo sviluppo di signorie e principati e il giurista giudice e funzionario; il Cinquecento, l’affermazione delle monarchie e l’esperienza dei grandi tribunali dotati di 'arbitrio', la scuola culta francese di fronte alla crisi del diritto romano comune; il Seicento e il Settecento, l’affermazione del valore e della libertà dell’individuo nella riflessione giusnaturalistica e la spinta riformatrice dell’Illuminismo nell'area francese e germanica; l’illuminismo italiano e Cesare Beccaria; l’esperienza giuridica della Rivoluzione francese e le codificazioni ottocentesche francesi, austriache e italiane (con particolare riferimento alle scuole penali classica e positiva); la scuola storica e la codificazione tedesca;
2.b Le corti di antico regime e i nuovi codici di procedura
La vita del processo nei grandi tribunali di antico regime e le distorsioni del sistema; le riforme del periodo illuminista e rivoluzionario e l’affermazione di due nuove forme di processo in campo civile e penale nell'Ottocento;
1.c L’età contemporanea
L’Italia dall’unificazione alla prima guerra mondiale: cinquant’anni senza riforme; dopo la grande guerra: i nuovi partiti e l’affermazione del fascismo; le leggi del 1926 e il Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato; il fascismo e i codici;
2.c Il processo penale nell’Italia unita
L’evoluzione del processo penale tra le critiche al codice dell’unificazione, le istanze liberali del codice del 1913 e il codice Rocco del 1930.
3. L’Unione Europea
La parte finale del corso sarà dedicata ad una sintetica ricostruzione delle vicende, giuridiche ed istituzionali, che hanno portato alla costituzione dell'attuale Unione Europea
N.B.: (Le lezioni saranno illustrate tramite slides che costituiranno parte integrante del programma per gli studenti frequentanti e saranno disponibili tramite la piattaforma Ariel)

TESTI CONSIGLIATI
Per gli studenti frequentanti il testo consigliato è
A. Padoa Schioppa, La storia del diritto in Europa. Dal medioevo all’età contemporanea, il Mulino 2007, limitatamente alle parti che verranno concordate a lezione.
N.B.: nel 2016 è prevista la pubblicazione di una versione aggiornata del testo del prof. Antonio Padoa Schioppa, sempre per i tipi del Mulino. Ove fosse disponibile già nel corso del primo semestre dell’a.a. 2016/2017 gli studenti frequentanti faranno riferimento ad essa.
- Gli studenti non frequentanti sceglieranno una fra le seguenti proposte:
9 crediti:
M. Ascheri, Introduzione storica al diritto medievale, Giappichelli 2007 e i due saggi
A. Padoa Schioppa, Il modello del diritto canonico
A. Padoa Schioppa, Delitto e pace privata
6 crediti:
M. Ascheri, Introduzione storica al diritto medievale, Giappichelli 2007
oppure:
9 crediti:
M. Ascheri, Introduzione storica al diritto moderno e contemporaneo, Giappichelli 2008.
6 crediti:
M. Ascheri, Introduzione storica al diritto moderno e contemporaneo, Giappichelli 2008, esclusa la Parte Prima – Le premesse del tardo medioevo.

03/08/2016