Cerca insegnamenti o docenti



Storia costituzionale - [A-Z]
Constitutional history - [A-Z]

Stampa pagina

LIVIO LICINIO ANTONIELLI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE STORICHE (Classe LM-84) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Il corso di propone di seguire il concetto di costituzione e le forme costituzionali dal medioevo ai giorni nostri. Si osserveranno i passaggi dalle costituzioni materiali consuetudinarie alle costituzioni scritte e quindi democratiche, in chiave prevalentemente comparativa. La finalità è di offrire agli studenti gli strumenti critici per riconoscere i motivi d'ordine costituzionale sottostanti a tante scelte politiche, relative all'età contemporanea e non.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare, in primo luogo, la capacità dello studente di orientarsi sui grandi problemi della storia costituzionale e successivamente attento a verificare la solidità delle informazioni acquisite. Gli studenti che si presentano come frequentanti dovranno rispondere a specifiche domande relative ai temi del corso

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
LIVIO LICINIO ANTONIELLI , responsabile dell'insegnamentomercoledi' dalle 9.15 alle 12Dipartimento di Studi storici, Settore B, II piano

Programma d'esame

Argomento del corso: Il lungo percorso costituzionale nella storia dell’Occidente.

L’insegnamento è rivolto agli iscritti ai corsi di laurea triennale in Storia (6-9 crediti, con propedeuticità in Storia medievale, Storia moderna e Storia contemporanea) e magistrale in Scienze storiche (6-9 crediti).
Il corso affronterà i nodi principali della vicenda costituzionale nella cultura occidentale. Muovendo dall’antichità, ci si soffermerà soprattutto sull’età moderna e contemporanea, per cogliere i modelli di organizzazione del potere e dei diritti che si consolidano nei diversi periodi e nelle diverse aree sotto il comune denominatore di Costituzione.

PROGRAMMA FREQUENTANTI
Chi sostiene l’esame per 9 crediti come frequentante dovrà scegliere tre volumi nell’elenco che segue, due da scegliersi nella “parte generale” e uno nella “parte monografica”, oltre, naturalmente, alle lezioni del corso.
Chi sostiene l’esame per 6 crediti come frequentante dovrà scegliere, in aggiunta alle lezioni dei moduli frequentati, due volumi, da individuarsi o entrambi nella “parte generale” o uno nella “parte generale” e uno nella “parte monografica”
Parte generale
C.H. McIlwain, Costituzionalismo antico e moderno, Bologna, Il Mulino, 1990;
M. Fioravanti, Costituzionalismo. Percorsi della storia e tendenze attuali, Roma-Bari, Laterza, 2009;
M. Fioravanti, Costituzione, Bologna, Il Mulino, 1999;
M. Fioravanti, Costituzione e popolo sovrano. La Costituzione italiana nella storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 2004;
C. Ghisalberti, Storia costituzionale d’Italia (1848-1994), Roma-Bari, Laterza, 2010;
U. Bruschi, Rivoluzioni silenziose: l’evoluzione costituzionale della Gran Bretagna tra la Glorious Revolution e il Great Reform Act, Santarcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014;
W. Bagehot, La Costituzione inglese, Bologna, Il Mulino, 1995 (compresa la premessa di G. Rebuffa);
M. Stolleis, Storia del diritto pubblico in Germania, vol. II: Dottrina del diritto pubblico e scienza dell’amministrazione 1800-1914, Milano, Giuffrè, 2014 (per i capitoli 4, 5, e 9 basterà la semplice lettura).

Parte monografica
P. Costa, Cittadinanza, Roma-Bari, Laterza, 2005;
M. Fioravanti, Appunti di storia delle costituzioni moderne. Le libertà fondamentali, Torino, Giappichelli, 2014 (no edizioni precedenti);
A. Trampus, Storia del costituzionalismo italiano nell’età dei Lumi, Roma-Bari, Laterza, 2009;
G. Rebuffa, Lo Statuto albertino, Bologna, Il Mulino, 2003;
D. Novacco, L’officina della Costituzione italiana (1943-1948), Milano, Feltrinelli, 2011;
U. Allegretti, Storia costituzionale italiana. Popolo e istituzioni, Bologna, Il Mulino, 2014;
P. Colombo, Il re d’Italia. Prerogative costituzionali e potere politico della Corona (1848-1922), Milano, Franco Angeli, 1999;
R. Martucci, L'ossessione costituente. Forma di governo e costituzione nella Rivoluzione francese (1789-1799), Bologna, Il Mulino, 2001;
M. Duverger, Le costituzioni della Francia, Napoli, Esi, 1984;
L. Lacchè, La Libertà che guida il popolo. Le Tre Gloriose Giornate del luglio 1830 e le "Chartes" nel costituzionalismo francese, Bologna, Il Mulino, 2002;
T. Bonazzi (a cura di), La Costituzione statunitense e il suo significato odierno, Bologna, Il Mulino, 1988;
F. Mazzanti Pepe (a cura di), Culture costituzionali a confronto. Europa e Stati Uniti dall’età delle rivoluzioni all’età contemporanea, Genova, Name edizioni, 2005;
G. Jellinek, Una Corte costituzionale per l'Austria, con introduzione (da studiare) di E. Palici di Suni Prat, Torino, Giappichelli, 2013;
P. Schiera, Il laboratorio borghese. Scienza e politica nella Germania dell’Ottocento, Bologna, Il Mulino, 1987;
F. Lanchester, Le costituzioni tedesche da Francoforte a Bonn: introduzione e testi , Giuffrè, Milano, 2002;
P. Ridola, Stato e costituzione in Germania, Torino, Giappichelli, 2016;
H. Mohnhaupt, D. Grimm, Costituzione. Storia di un concetto dall’Antichità a oggi, Roma, Carocci, 2008;
J.M. Portillo Valdés, La nazione cattolica. Cadice, 1812: indipendenza per la Spagna e Costituzione, Lecce, Piero Lacaita, 1998.

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI
I non frequentanti per 9 crediti dovranno portare quattro volumi, scegliendone due nella “parte generale” e due nella “parte monografica”.
I non frequentanti per 6 crediti dovranno scegliere tre volumi, due nella “parte generale” e uno nella “parte monografica” o viceversa.

Parte generale
C.H. McIlwain, Costituzionalismo antico e moderno, Bologna, Il Mulino, 1990;
M. Fioravanti, Costituzionalismo. Percorsi della storia e tendenze attuali, Roma-Bari, Laterza, 2009;
M. Fioravanti, Costituzione, Bologna, Il Mulino, 1999;
M. Fioravanti, Costituzione e popolo sovrano. La Costituzione italiana nella storia del costituzionalismo moderno, Bologna, Il Mulino, 2004;
C. Ghisalberti, Storia costituzionale d’Italia (1848-1994), Roma-Bari, Laterza, 2010;
U. Bruschi, Rivoluzioni silenziose: l’evoluzione costituzionale della Gran Bretagna tra la Glorious Revolution e il Great Reform Act, Santarcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014;
W. Bagehot, La Costituzione inglese, Bologna, Il Mulino, 1995 (compresa la premessa di G. Rebuffa);
M. Stolleis, Storia del diritto pubblico in Germania, vol. II: Dottrina del diritto pubblico e scienza dell’amministrazione 1800-1914, Milano, Giuffrè, 2014 (per i capitoli 4, 5, e 9 basterà la semplice lettura).

Parte monografica
P. Costa, Cittadinanza, Roma-Bari, Laterza, 2005;
M. Fioravanti, Appunti di storia delle costituzioni moderne. Le libertà fondamentali, Torino, Giappichelli, 2014 (no edizioni precedenti);
A. Trampus, Storia del costituzionalismo italiano nell’età dei Lumi, Roma-Bari, Laterza, 2009;
G. Rebuffa, Lo Statuto albertino, Bologna, Il Mulino, 2003;
D. Novacco, L’officina della Costituzione italiana (1943-1948), Milano, Feltrinelli, 2011;
U. Allegretti, Storia costituzionale italiana. Popolo e istituzioni, Bologna, Il Mulino, 2014;
P. Colombo, Il re d’Italia. Prerogative costituzionali e potere politico della Corona (1848-1922), Milano, Franco Angeli, 1999;
R. Martucci, L'ossessione costituente. Forma di governo e costituzione nella Rivoluzione francese (1789-1799), Bologna, Il Mulino, 2001;
M. Duverger, Le costituzioni della Francia, Napoli, Esi, 1984;
L. Lacchè, La Libertà che guida il popolo. Le Tre Gloriose Giornate del luglio 1830 e le "Chartes" nel costituzionalismo francese, Bologna, Il Mulino, 2002;
T. Bonazzi (a cura di), La Costituzione statunitense e il suo significato odierno, Bologna, Il Mulino, 1988;
F. Mazzanti Pepe (a cura di), Culture costituzionali a confronto. Europa e Stati Uniti dall’età delle rivoluzioni all’età contemporanea, Genova, Name edizioni, 2005;
G. Jellinek, Una Corte costituzionale per l'Austria, con introduzione (da studiare) di E. Palici di Suni Prat, Torino, Giappichelli, 2013;
P. Schiera, Il laboratorio borghese. Scienza e politica nella Germania dell’Ottocento, Bologna, Il Mulino, 1987;
F. Lanchester, Le costituzioni tedesche da Francoforte a Bonn: introduzione e testi , Giuffrè, Milano, 2002;
P. Ridola, Stato e costituzione in Germania, Torino, Giappichelli, 2016;
H. Mohnhaupt, D. Grimm, Costituzione. Storia di un concetto dall’Antichità a oggi, Roma, Carocci, 2008;
J.M. Portillo Valdés, La nazione cattolica. Cadice, 1812: indipendenza per la Spagna e Costituzione, Lecce, Piero Lacaita, 1998.

03/08/2016