Cerca insegnamenti o docenti



Manifesto degli studi

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO
MANIFESTO DEGLI STUDI A.A.  2016/17
LAUREA MAGISTRALE IN
SCIENZE STORICHE (Classe LM-84)
Immatricolati dall'a.a. 2014/2015
 
GENERALITA'
Classe di laurea di appartenenza:LM-84  SCIENZE STORICHE
Titolo rilasciato:Dottore Magistrale
Curricula attivi:CURRICULUM STORICO , CURRICULUM ARCHIVISTICO, BIBLIOGRAFICO, DOCUMENTARIO
Durata del corso di studi:2 anni
Crediti richiesti per l'accesso:180
Cfu da acquisire totali:120
Annualità attivate:1° , 2°
Modalità accesso:Libero con valutazione dei requisiti di accesso
Codice corso di studi:C75
 
RIFERIMENTI
Presidente Collegio Didattico
Prof.ssa Giulia Lami
Docenti tutor
Commissione ammissioni e piani di studio: Alessandra Dattero, Ivano Granata, Marta Calleri
Studenti tutor
Clementina Grasso
Sito web del corso di laurea
www.studistorici.unimi.it/ecm/home/didattica
Commissioni e orientamento
    http://www.studistorici.unimi.it/ecm/home/didattica/bacheca-dello-studente/tutor-e-docenti-di-riferimento  
Corso di laurea
Via Festa del Perdono     http://www.studistorici.unimi.it/ecm/home/didattica  
Dipartimento di Studi storici
Via Festa del Perdono     http://www.studistorici.unimi.it/ecm/home  
IMMATRICOLAZIONI E AMMISSIONI
    http://www.unimi.it/studenti/matricole/77648.htm  
Referenti del corso
Giulia Lami      
 
CARATTERISTICHE DEL CORSO DI STUDI
Premessa
Il corso di laurea magistrale in Scienze Storiche appartiene alla classe delle lauree magistrali in Scienze storiche - classe LM 84 e si svolge nella Facoltà di Studi umanistici.
Obiettivi formativi generali e specifici
Il corso di laurea magistrale in Scienze storiche si propone di far acquisire al laureato una approfondita conoscenza storica, con particolare attenzione a fasi e tematiche specifiche proprie della tradizione degli studi storici. Tale preparazione gli consentirà di sviluppare il senso dello spessore storico sotteso ai fenomeni, ai processi e alle strutture della realtà e gli fornirà le capacità di valutare criticamente le diverse analisi attuali e passate di quella realtà.
Profilo professionale e sbocchi occupazionali
Gli sbocchi professionali che il corso di laurea magistrale in Scienze storiche prevede sono connessi alle capacità acquisite dal laureato di organizzare e classificare problemi e informazioni complesse in modo coerente progettando e comunicando le opportune soluzioni. Si ritiene pertanto che il laureato possa assumere responsabilità:
- in attività connesse ai settori dei servizi e delle iniziative culturali
- in istituzioni specifiche come archivi, biblioteche, musei, centri culturali, fondazioni con finalità culturali;
- in centri studi e di ricerca, pubblici e privati;
- in istituzioni governative e locali nei settori dei servizi culturali e del recupero di attività, tradizioni e identità locali;
- nell'editoria, e nello specifico in quella connessa alla diffusione dell'informazione e della cultura storica;
- in tutte le attività di relazione che comportino capacità di comprensione, organizzazione e progettazione responsabile in contesti vari, che comportino attitudine all’innovazione, alla flessibilità e alla creatività.
In particolare il laureato in Scienze Storiche potrà accedere, seguendo i percorsi previsti per le abilitazioni professionali, e/o i relativi concorsi, all’insegnamento di discipline storiche, filosofiche, geografiche e letterarie nelle scuole secondarie e superiori di I e II grado. Ovvero, acquisendo ulteriori specifiche competenze tecniche e, se necessario, abilitazioni professionali e/o relativi concorsi, potrà accedere alle seguenti professioni: giornalista, divulgatore storico, scrittore, redattore di testi critici e didattici in area umanistica (in particolare storici), docente universitario in scienze storiche, ricercatore e tecnico laureato nelle scienze storiche e filosofiche, archivista, bibliotecario, curatore e conservatore di patrimoni documentari in istituzioni museali, archivi e biblioteche.
Conoscenze per l'accesso
Possono essere ammessi al corso di laurea in Scienze storiche i laureati nelle classi di laurea:
- L-01 Beni culturali
- L-05 Filosofia
- L-06 Geografia
- L-10 Lettere
- L-11 Lingue e culture moderne
- L-20 Scienze della comunicazione
- L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
- L-42 Storia
che abbiano acquisito almeno 60 crediti secondo i criteri sotto riportati:
- almeno 15 cfu nei settori scientifico-disciplinari M-STO/01, M-STO/02, M-STO/04;
- altri 15 cfu possono essere stati acquisiti nei precedenti settori oppure, tutti o in parte, anche nei settori: L-ANT/02, L-ANT/03, L-FIL-LET/10, M-STO/03, M-STO/07, M-STO/08, M-STO/09, SECS-P/12, SPS/02, SPS/03;
- i restanti 30 cfu possono essere stati acquisiti nei precedenti settori scientifico disciplinari oppure, tutti o in parte, anche nei seguenti settori: IUS/19, L-ART/01, L-ART/02, L-ART/03, L-ART/05, L-ART/06, L-FIL-LET/11, L-FIL-LET/12, SECS-P/01, SPS/05, SPS/06, SPS/07, SPS/13, SPS/14, L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/10, L-LIN/13, M-DEA/01, M-FIL/01, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/06, M-GGR/01.


Possono essere altresì ammessi, i laureati provenienti da altre classi di laurea purché abbiano acquisito almeno 90 crediti secondo i criteri sotto riportati:
- almeno 15 cfu nei settori M-STO/01, M-STO/02, M-STO/04;
- altri 15 cfu possono essere stati acquisiti nei precedenti settori scientifico disciplinari oppure, tutti o in parte, anche nei settori: L-ANT/02, L-ANT/03, L-FIL-LET/10, M-STO/03, M-STO/07, M-STO/08, M-STO/09, SECS-P/12, SPS/02, SPS/03;
- i restanti 60 cfu possono essere stati acquisiti nei precedenti settori scientifico-disciplinari oppure, tutti o in parte, anche nei settori: IUS/19, L-ART/01, L-ART/02, L-ART/03, L-ART/05, L-ART/06, L-FIL-LET/11, L-FIL-LET/12, SECS-P/01, SPS/05, SPS/06, SPS/07, SPS/13, SPS/14, L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/10, L-LIN/13, M-DEA/01, M-FIL/01, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/06, M-GGR/01.


La verifica del possesso da parte dei singoli candidati dei requisiti curricolari verrà effettuata, dopo una preventiva valutazione della commissione di ammissione, mediante un colloquio individuale con gli stessi candidati, che deve obbligatoriamente avvenire in date di volta in volta specificamente fissate. Oltre ai requisiti curriculari i candidati dovranno possedere gli opportuni requisiti linguistici e informatici; il corso di laurea si riserva di verificare tali requisiti che potranno in ogni caso essere acquisiti durante il primo anno di corso di laurea magistrale.
Il corso di laurea si riserva inoltre di valutare l’eventuale inserimento di un numero programmato, determinato di anno in anno dagli organi accademici competenti, previa valutazione delle risorse strutturali, strumentali e di personale disponibili per il funzionamento dello stesso.
Caratteristiche della prova finale
Acquisiti i necessari 90 crediti formativi, lo studente è ammesso a sostenere la prova finale per il conseguimento del titolo di studio.
La tesi di laurea magistrale deve consistere nella composizione di un elaborato originale scritto su un tema di ricerca scientifica specifico, coerente con la preparazione e il corso di studi del candidato, nel quale dovrà essere dimostrata l’acquisita padronanza di strumenti critici e metodologici, di abilità argomentativa e di matura capacità espressiva, nonché l’attitudine alle ricerche storiche e documentarie e la capacità di organizzare e presentare la documentazione e la letteratura critica relativa all’argomento scelto secondo le metodologie proprie della ricerca storica. Se la tesi di laurea magistrale viene svolta in un insegnamento che rientra nel corso di laurea in Scienze storiche ma il cui docente afferisce a un corso di laurea diverso, il correlatore può essere solamente un docente che afferisce al corso di laurea o al Dipartimento di Studi storici.
 
 
ESPERIENZA DI STUDIO ALL'ESTERO NELL'AMBITO DEL PERCORSO FORMATIVO
Convenzione per il doppio diploma con l’Università Pierre Mendès di Grenoble II

Nel quadro del Master internazionale franco-italiano (MiFi) – Laurea magistrale franco-italiana (LiFi) l’Università di Grenoble II e l’Università di Milano hanno approntato un percorso per l’ottenimento di un doppio diploma al fine di offrire agli studenti delle due università un insegnamento internazionale coordinato.
La durata del corso sarà di due anni. Gli studenti seguiranno durante il primo anno i corsi impartiti per la Laurea magistrale in Scienze storiche LM 84 del Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Milano; in seguito gli studenti che avranno superato gli esami previsti saranno ammessi al secondo anno del Master denominato Histoire et Histoire de l’Art (recherche), specializzazione in Histoire des relations et Echanges culturels Internationaux de l’Antiquité à nos jours, dell’Università di Grenoble II. In questa Università passeranno il primo e secondo semestre del secondo anno di studi universitari; nel corso del secondo semestre redigeranno la loro tesi di Laurea magistrale che verrà discussa presso l’Università d’origine.
Dopo aver sostenuto gli esami stabiliti e discusso la tesi prevista l’Università di Grenoble II rilascerà il titolo di «master» e l’ Università di Milano quello di «Laurea magistrale in scienze storiche»


Convenzione per il doppio diploma con l’Università di Aix-Marseille
Nel quadro del Master internazionale franco-italiano (MiFi) – Laurea magistrale franco-italiana (LiFi) l’Università di Aix- Marseille e l’Università di Milano hanno approntato un percorso per l’ottenimento di un doppio diploma al fine di offrire agli studenti delle due università un insegnamento internazionale coordinato.
La durata del corso sarà di due anni. Gli studenti seguiranno durante il primo anno i corsi impartiti per la Laurea magistrale in Scienze storiche LM 84 del Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Milano; in seguito gli studenti che avranno superato gli esami previsti saranno ammessi al secondo anno del percorso denominato Le monde moderne et contemporain del master Historie et Humanités dell’Università di Aix-Marseille. In questa Università passeranno il primo e secondo semestre del secondo anno di studi universitari; nel corso del secondo semestre redigeranno la loro tesi di Laurea magistrale che verrà discussa presso l’Università d’origine.
Dopo aver sostenuto gli esami stabiliti e discusso la tesi prevista l’Università di Aix-Marseille rilascerà il titolo di «master» e l’ Università di Milano quello di «Laurea magistrale in scienze storiche»





L'Università degli Studi di Milano sostiene la mobilità internazionale dei propri iscritti, offrendo loro la possibilità di trascorrere periodi di studio e di tirocinio all'estero, occasione unica per arricchire il proprio curriculum formativo in un contesto internazionale.

A tal fine l'Ateneo aderisce al programma europeo Erasmus+ nell¿ambito del quale ha stabilito accordi con oltre 300 Università in oltre 30 Paesi. Nell'ambito di tale programma, gli studenti possono frequentare una delle suddette Università al fine di svolgervi attività formative sostitutive di una parte del proprio piano di studi, comprese attività di tirocinio/stage presso imprese, centri di formazione e di ricerca o altre organizzazioni, o ancora per prepararvi la propria tesi di laurea.

L'Ateneo intrattiene inoltre rapporti di collaborazione con diverse altre prestigiose Istituzioni estere offrendo analoghe opportunità anche nell'ambito di corsi di studio di livello avanzato.
Cosa offre il corso di studi
Il corso di laurea magistrale in Scienze storiche ha una solida tradizione di scambi internazionali , iniziata fin dall'istituzione del programma Erasmus, ora Erasmus Plus.
Gli accordi, su base di reciprocità, prevedono la mobilità annuale di studenti e docenti in entrata ed in uscita fra l’Università di Milano ed università di vari paesi: Olanda, Belgio, Francia, Spagna, Portogallo, Germania, Austria, Ungheria, Polonia, Romania, Turchia, Cipro.
Gli studenti iscritti a Scienze storiche (Laurea magistrale), nonché, per alcune destinazioni, i Dottorandi, possono effettuare soggiorni di studio di 6 o 9 mesi presso le università partner. Il lavoro svolto all’estero (frequenza corsi, esami, eventuale attività di ricerca per la tesi) viene riconosciuto al ritorno con un numero di CFU che tiene conto delle attività svolte in relazione ala durata del soggiorno. Il programma di lavoro, definito Learning agreement, viene impostato alla partenza, sulla base dei corsi, degli esami e delle attività che lo studente decide di sostenere nell’Università partner secondo le esigenze del suo piano di studi italiano. L’attenzione posta dai docenti responsabili nell’individuare una corrispondenza ampia e puntuale fra l’offerta formativa dell’Università di Milano e quella delle Università partner permette allo studente di inserirsi con profitto nel percorso estero ed acquisire i crediti necessari a completare il suo percorso di studi italiano. I settori di studio che possono essere sviluppati sono essenzialmente quelli storici, con possibilità però di acquisire crediti anche in settori diversi degli studi umanistici. Il corso di laurea ha un referente permanente per l’internazionalizzazione. Ogni anno viene organizzato un incontro specifico per gli studenti dei corsi di storia in partenza, in modo da fornire loro tutte le informazioni sulle varie sedi e i contatti utili. Il Dipartimento di studi storici ha poi in atto alcune convenzioni internazionali finalizzate alla ricerca, ma anche alla didattica, quale per esempio quella con l’Università Lomonosov di Mosca: in questo caso, con il referente, si concordano percorsi specifici, con un riconoscimento del lavoro svolto che segue i criteri sopra descritti. Il Dipartimento di Studi storici è poi attivo nel programma Erasmus Plus-Placement che prevede ora la mobilità anche per i neo-laureati (entro 12 mesi dalla laurea), fornendo sul suo sito le informazioni sui bandi di interesse e attivandosi per individuare partner internazionali (archivi, biblioteche, case editrici, istituti culturali) che possano accogliere stagisti per attività utili ad una formazione professionale.
Modalità di partecipazione ai programmi di mobilità - mobilità Erasmus
Per poter accedere ai programmi di mobilità per studio, della durata di 3-12 mesi, gli studenti dell'Università degli Studi di Milano regolarmente iscritti devono partecipare a una procedura di selezione pubblica che prende avvio in genere intorno al mese di febbraio di ogni anno tramite l'indizione di appositi bandi, nei quali sono riportati le destinazioni, con la rispettiva durata della mobilità, i requisiti richiesti e i termini per la presentazione on-line della domanda.

La selezione, finalizzata a valutare la proposta di programma di studio all'estero del candidato, la conoscenza della lingua straniera, in particolare ove considerato requisito preferenziale, e le motivazioni alla base della candidatura, avviene ad opera di commissioni appositamente costituite.

Ogni anno, prima della scadenza dei bandi, l'Ateneo organizza degli incontri informativi per corso di studio o gruppi di corsi di studio, al fine di illustrare agli studenti le opportunità e le regole di partecipazione.

Per finanziare i soggiorni all'estero nell'ambito del programma Erasmus+, l'Unione Europea assegna ai vincitori una borsa di studio che - pur non coprendo l'intero costo del soggiorno - è un utile contributo per costi supplementari come spese di viaggio o maggiore costo della vita nel Paese di destinazione.
L'importo mensile della borsa di studio comunitaria è stabilito annualmente a livello nazionale; contributi aggiuntivi possono essere erogati a studenti disabili.

Per permettere anche a studenti in condizioni svantaggiate di partecipare al programma Erasmus+, l'Università degli Studi di Milano assegna ulteriori contributi integrativi, di importo e secondo criteri stabiliti di anno in anno.

L'Università degli Studi di Milano favorisce la preparazione linguistica degli studenti selezionati per i programmi di mobilità, organizzando ogni anno corsi intensivi nelle seguenti lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

L'Università per agevolare l'organizzazione del soggiorno all'estero e orientare gli studenti nella scelta delle destinazioni offre un servizio di assistenza.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina http://www.unimi.it/studenti/erasmus/70801.htm
www.unimi.it > Studenti > Studiare all'estero > Erasmus+

Per assistenza rivolgersi a:
Ufficio Accordi e relazioni internazionali
via Festa del Perdono 7 (piano terra)
Tel. 02 503 13501-12589-13495-13502
Fax 02 503 13503
Indirizzo di posta elettronica: mobility.out@unimi.it
Orario sportello: Lunedì-venerdì 9 - 12
 
MODALITA' DI ACCESSO: 1° ANNO LIBERO CON VALUTAZIONE DEI REQUISITI DI ACCESSO
 
Attività conclusive  comuni a tutti i curricula
Prova finale30
 Totale CFU obbligatori 30  
 
ELENCO CURRICULA ATTIVI
CURRICULUM STORICO
CURRICULUM ARCHIVISTICO, BIBLIOGRAFICO, DOCUMENTARIO
 
 
CURRICULUM: [C75-A] CURRICULUM STORICO
 
 
Altre attività a scelta  specifiche del curriculum CURRICULUM STORICO
54 cfu in totale nei due gruppi di insegnamenti A e B

(Gli esami possono essere scelti da 9 o 6 CFU con l'avvertenza che il totale degli esami nei gruppi A e B non può essere superiore a 8)

Gruppo A - almeno 27 e non più di 36 cfu a scelta nei seguenti insegnamenti
Analisi e interpretazione delle fonti medievaliM-STO/01
Civiltà e culture nel medioevoM-STO/01
Metodologia e didattica della storiaM-STO/02
Storia culturale dell'età modernaM-STO/02
Storia dei partiti politiciM-STO/04
Storia del colonialismo e della decolonizzazioneM-STO/04
Storia del mondo contemporaneoM-STO/04
Storia della cultura contemporaneaM-STO/04
Storia della Spagna e dell'America latinaM-STO/02
Storia della storiografia dell'età modernaM-STO/02
Storia delle città e del territorio in età modernaM-STO/02
Storia dell'età dell'Illuminismo e delle rivoluzioniM-STO/02
Storia dell'Europa orientaleM-STO/03
Storia dell'integrazione europeaM-STO/04
Storia dell'Italia contemporaneaM-STO/04
Storia greca LML-ANT/02
Storia medievale LMM-STO/01
Storia modernaM-STO/02
Storia romana LML-ANT/03
Storia sociale dello spettacoloM-STO/04
I predetti crediti possono essere acquisiti anche nei seguenti esami purché non siano già stati superati durante il corso di laurea di primo livello
Antichità e istituzioni grecheL-ANT/02
Epigrafia grecaL-ANT/02
Epigrafia latinaL-ANT/03
Geografia storica del mondo anticoL-ANT/02
Storia contemporaneaM-STO/04
Storia degli antichi stati italianiM-STO/02
Storia dei paesi slaviM-STO/03
Storia del giornalismoM-STO/04
Storia del risorgimentoM-STO/04
Storia della radio e della televisioneM-STO/04
Storia della Svizzera in età modernaM-STO/02
Storia delle donne e dell'identità di genereM-STO/04
Storia delle istituzioni nel Medioevo europeoM-STO/01
Storia dell'età del rinascimentoM-STO/02
Storia dell'età della riforma e della controriformaM-STO/02
Storia dell'Italia medievaleM-STO/01
Storia economica e sociale del MedioevoM-STO/01
Storia economica e sociale del mondo anticoL-ANT/03
Storia grecaL-ANT/02
Storia internazionale del mondo modernoM-STO/02
Storia medievaleM-STO/01
Storia modernaM-STO/02
Storia romanaL-ANT/03
Gruppo B - almeno 18 e non più di 27 cfu a scelta nei seguenti insegnamenti
Storia del pensiero politico contemporaneoSPS/02
Storia della chiesa medievale e dei movimenti ereticaliM-STO/07
Storia delle categorie politicheSPS/02
Storia delle istituzioni militariSPS/03
Storia e documentazione d'impresaSECS-P/12
Storia economica e sociale dell'età modernaSECS-P/12
I predetti crediti possono essere acquisiti anche nei seguenti esami purché non siano già stati superati durante il corso di laurea di primo livello
Archeologia e storia dell'arte grecaL-ANT/07
Archeologia e storia dell'arte romanaL-ANT/07
Economia e storia della globalizzazioneSECS-P/12
GeografiaM-GGR/01
Geografia della popolazioneM-GGR/01
Geografia storicaM-GGR/01
Geografia urbanaM-GGR/01
Storia costituzionaleSPS/03
Storia del cristianesimoM-STO/07
Storia del cristianesimo anticoM-STO/07
Storia del cristianesimo e delle chiese nell'età moderna e contemporaneaM-STO/07
Storia del diritto dal medioevo all'età contemporaneaIUS/19
Storia della chiesaM-STO/07
Storia delle dottrine politicheSPS/02
Storia delle istituzioni politicheSPS/03
Storia economicaSECS-P/12
Gruppo C - 9 cfu a scelta nei seguenti insegnamenti
Archivistica informaticaM-STO/08
Gestione informatizzata della documentazioneM-STO/08
Storia degli archivi e delle bibliotecheM-STO/08
Storia del libro e dei sistemi editorialiM-STO/08
I predetti crediti possono essere acquisiti anche nei seguenti esami purché non siano già stati superati durante il corso di laurea di primo livello
ArchivisticaM-STO/08
BibliografiaM-STO/08
BiblioteconomiaM-STO/08
DiplomaticaM-STO/09
Numismatica anticaL-ANT/04
Numismatica medievale e modernaL-ANT/04
Paleografia latinaM-STO/09
Storia della stampa e dell'editoriaM-STO/08
Gruppo D - 12 cfu (6+6) a scelta nei seguenti insegnamenti
Analisi e interpretazione delle fonti medievaliM-STO/01
Archivistica informaticaM-STO/08
Civiltà e culture nel medioevoM-STO/01
Gestione informatizzata della documentazioneM-STO/08
Metodologia e didattica della storiaM-STO/02
Storia culturale dell'età modernaM-STO/02
Storia degli archivi e delle bibliotecheM-STO/08
Storia dei partiti politiciM-STO/04
Storia del colonialismo e della decolonizzazioneM-STO/04
Storia del libro e dei sistemi editorialiM-STO/08
Storia del mondo contemporaneoM-STO/04
Storia del pensiero politico contemporaneoSPS/02
Storia della chiesa medievale e dei movimenti ereticaliM-STO/07
Storia della cultura contemporaneaM-STO/04
Storia della Spagna e dell'America latinaM-STO/02
Storia della storiografia dell'età modernaM-STO/02
Storia delle categorie politicheSPS/02
Storia delle città e del territorio in età modernaM-STO/02
Storia delle istituzioni militariSPS/03
Storia dell'età dell'Illuminismo e delle rivoluzioniM-STO/02
Storia dell'Europa orientaleM-STO/03
Storia dell'integrazione europeaM-STO/04
Storia dell'Italia contemporaneaM-STO/04
Storia e documentazione d'impresaSECS-P/12
Storia economica e sociale dell'età modernaSECS-P/12
Storia greca LML-ANT/02
Storia medievale LMM-STO/01
Storia modernaM-STO/02
Storia romana LML-ANT/03
Storia sociale dello spettacoloM-STO/04
I predetti crediti possono essere acquisiti anche nei seguenti esami purché non siano già stati superati durante il corso di laurea di primo livello
Antichità e istituzioni grecheL-ANT/02
ArchivisticaM-STO/08
BibliografiaM-STO/08
BiblioteconomiaM-STO/08
DiplomaticaM-STO/09
Economia e storia della globalizzazioneSECS-P/12
Epigrafia grecaL-ANT/02
Epigrafia latinaL-ANT/03
Geografia storica del mondo anticoL-ANT/02
Letteratura latina medievaleL-FIL-LET/08
Numismatica anticaL-ANT/04
Numismatica medievale e modernaL-ANT/04
Paleografia latinaM-STO/09
Storia contemporaneaM-STO/04
Storia costituzionaleSPS/03
Storia degli antichi stati italianiM-STO/02
Storia degli archivi e delle bibliotecheM-STO/08
Storia dei paesi slaviM-STO/03
Storia del cristianesimoM-STO/07
Storia del cristianesimo anticoM-STO/07
Storia del cristianesimo e delle chiese nell'età moderna e contemporaneaM-STO/07
Storia del diritto dal medioevo all'età contemporaneaIUS/19
Storia del giornalismoM-STO/04
Storia del risorgimentoM-STO/04
Storia della chiesaM-STO/07
Storia della radio e della televisioneM-STO/04
Storia della stampa e dell'editoriaM-STO/08
Storia della Svizzera in età modernaM-STO/02
Storia delle donne e dell'identità di genereM-STO/04
Storia delle dottrine politicheSPS/02
Storia delle istituzioni nel Medioevo europeoM-STO/01
Storia delle istituzioni politicheSPS/03
Storia dell'età del rinascimentoM-STO/02
Storia dell'età della riforma e della controriformaM-STO/02
Storia dell'Italia medievaleM-STO/01
Storia economicaSECS-P/12
Storia economica e sociale del MedioevoM-STO/01
Storia economica e sociale del mondo anticoL-ANT/03
Storia grecaL-ANT/02
Storia internazionale del mondo modernoM-STO/02
Storia medievaleM-STO/01
Storia modernaM-STO/02
Storia romanaL-ANT/03
Lo studente ha inoltre a disposizione 12 crediti, da destinare ad altri insegnamenti o a moduli di insegnamenti da lui scelti liberamente, o a biennalizzazioni, rigorosamente da concordare col docente, di insegnamenti già seguiti nel corso di laurea triennale.
Lo studente è inoltre tenuto ad assolvere agli altri obblighi previsti dall'ordinamento didattico del corso di laurea magistrale frequentando un laboratorio di metodologia e ricerca, propedeutico alla compilazione della tesi di laurea, per un totale di 3 cfu.
Si raccomanda di sostenere tale laboratorio nel I anno di corso.
Lo studente è invitato a seguire un piano di studio che preveda di sostenere:
- nel I anno gli esami dei primi due gruppi di discipline, pari a 54 cfu;
- nel II anno i restanti esami e attività, pari a 36 cfu.

Gli studenti devono presentare i propri piani di studi individuali con le modalità e nei termini previsti dalla normativa di Ateneo e dal Regolamento di Facoltà. Entro la fine del primo anno accademico di corso, o, in ogni caso, quando rimangono 4 o 5 esami alla discussione dell'elaborato finale, lo studente deve concordare l'argomento della propria tesi di laurea magistrale con il docente di una disciplina del corso di studi seguito. Questo docente svolgerà le funzioni di tutor e dovrà provvedere sia ad assicurare la coerenza del percorso formativo dello studente nel rispetto dell'ordinamento approvato, sia a garantirne l'apertura su diversi periodi cronologici e ad ambiti tematici complessi, pur nella necessaria specializzazione degli studi. Altre motivate opzioni devono essere formalmente autorizzate dal presidente del Collegio didattico.
Il Collegio didattico nomina tutti gli anni accademici almeno due docenti di riferimento per la valutazione delle domande d'iscrizione e per l'orientamento degli iscritti al primo anno di corso.
 
CURRICULUM: [C75-B] CURRICULUM ARCHIVISTICO, BIBLIOGRAFICO, DOCUMENTARIO
 
 
Altre attività a scelta  specifiche del curriculum CURRICULUM ARCHIVISTICO, BIBLIOGRAFICO, DOCUMENTARIO
Attenzione: Il numero totale di esami da scegliere nei gruppi A, B e D non deve essere superiore a 9

Gruppo A - 27 cfu a scelta nei seguenti insegnamenti
Archivistica informaticaM-STO/08
CodicologiaM-STO/09
Gestione informatizzata della documentazioneM-STO/08
Storia degli archivi e delle bibliotecheM-STO/08
Storia del libro e dei sistemi editorialiM-STO/08
I predetti crediti possono essere acquisiti anche nei seguenti esami purché non siano già stati superati durante il corso di laurea di primo livello
ArchivisticaM-STO/08
BibliografiaM-STO/08
BiblioteconomiaM-STO/08
DiplomaticaM-STO/09
Paleografia latinaM-STO/09
Storia della stampa e dell'editoriaM-STO/08
Gruppo B - 18 cfu a scelta nei seguenti insegnamenti (se non già sostenuti)
Analisi e interpretazione delle fonti medievaliM-STO/01
Civiltà e culture nel medioevoM-STO/01
Storia degli antichi stati italianiM-STO/02
Storia del colonialismo e della decolonizzazioneM-STO/04
Storia del risorgimentoM-STO/04
Storia delle città e del territorio in età modernaM-STO/02
Storia delle istituzioni nel Medioevo europeoM-STO/01
Storia dell'età dell'Illuminismo e delle rivoluzioniM-STO/02
Storia dell'integrazione europeaM-STO/04
Storia dell'Italia contemporaneaM-STO/04
Gruppo C 12(6+6) cfu a scelta nei seguenti insegnamenti (se non già sostenuti)
Economia e storia della globalizzazioneSECS-P/12
Storia costituzionaleSPS/03
Storia del cristianesimoM-STO/07
Storia del cristianesimo anticoM-STO/07
Storia del diritto dal medioevo all'età contemporaneaIUS/19
Storia della chiesaM-STO/07
Storia della chiesa medievale e dei movimenti ereticaliM-STO/07
Storia delle dottrine politicheSPS/02
Storia delle istituzioni politicheSPS/03
Storia e documentazione d'impresaSECS-P/12
Gruppo D - 18 cfu a scelta nei seguenti insegnamenti (se non già sostenuti)
Archivistica informaticaM-STO/08
Civiltà e culture nel medioevoM-STO/01
CodicologiaM-STO/09
Gestione informatizzata della documentazioneM-STO/08
Storia degli archivi e delle bibliotecheM-STO/08
Storia del colonialismo e della decolonizzazioneM-STO/04
Storia del libro e dei sistemi editorialiM-STO/08
Storia della chiesa medievale e dei movimenti ereticaliM-STO/07
Storia delle città e del territorio in età modernaM-STO/02
Storia dell'età dell'Illuminismo e delle rivoluzioniM-STO/02
Storia dell'integrazione europeaM-STO/04
Storia dell'Italia contemporaneaM-STO/04
Storia e documentazione d'impresaSECS-P/12
I predetti crediti possono essere acquisiti anche nei seguenti esami purché non siano già stati superati durante il corso di laurea di primo livello
ArchivisticaM-STO/08
BibliografiaM-STO/08
BiblioteconomiaM-STO/08
DiplomaticaM-STO/09
Economia e storia della globalizzazioneSECS-P/12
Paleografia latinaM-STO/09
Storia costituzionaleSPS/03
Storia degli antichi stati italianiM-STO/02
Storia del cristianesimoM-STO/07
Storia del cristianesimo anticoM-STO/07
Storia del diritto dal medioevo all'età contemporaneaIUS/19
Storia del risorgimentoM-STO/04
Storia della chiesaM-STO/07
Storia della stampa e dell'editoriaM-STO/08
Storia delle dottrine politicheSPS/02
Storia delle istituzioni nel Medioevo europeoM-STO/01
Storia delle istituzioni politicheSPS/03
Lo studente ha inoltre a disposizione 12 crediti, da destinare ad altri insegnamenti o a moduli di insegnamenti da lui scelti liberamente, o a biennalizzazioni, rigorosamente da concordare col docente, di insegnamenti già seguiti nel corso di laurea triennale.
Lo studente è inoltre tenuto ad assolvere agli altri obblighi previsti dall'ordinamento didattico del corso di laurea magistrale frequentando un laboratorio di metodologia e ricerca, propedeutico alla compilazione della tesi di laurea, per un totale di 3 cfu.
Si raccomanda di sostenere tale laboratorio nel I anno di corso.
Lo studente è invitato a seguire un piano di studio che preveda di sostenere:
- nel I anno gli esami dei primi due gruppi di discipline e 6 cfu del terzo gruppo, pari a 51 cfu;
- nel II anno i restanti esami e attività, pari a 39 cfu.
Gli studenti devono presentare i propri piani di studi individuali con le modalità e nei termini previsti dalla normativa di Ateneo e dal Regolamento di Facoltà. Entro la fine del primo anno accademico di corso, o, in ogni caso, quando rimangono 4 o 5 esami alla discussione dell'elaborato finale, lo studente deve concordare l'argomento della propria tesi di laurea magistrale con il docente di una disciplina del corso di studi seguito. Questo docente svolgerà le funzioni di tutor e dovrà provvedere sia ad assicurare la coerenza del percorso formativo dello studente nel rispetto dell'ordinamento approvato, sia a garantirne l'apertura su diversi periodi cronologici e ad ambiti tematici complessi, pur nella necessaria specializzazione degli studi. Altre motivate opzioni devono essere formalmente autorizzate dal presidente del Collegio didattico.
Il Collegio didattico nomina tutti gli anni accademici almeno due docenti di riferimento per la valutazione delle domande d'iscrizione e per l'orientamento degli iscritti al primo anno di corso.