Cerca insegnamenti o docenti



Storia dei generi letterari - [A-Z]
History of literary genres - [A-Z]

Stampa pagina

WILLIAM SPAGGIARI , responsabile dell'insegnamento

CdL in LINGUE E LETTERATURE EUROPEE ED EXTRAEUROPEE (Classe LM-37) Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-FIL-LET/10 - Letteratura italiana
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Conoscenze: Lo studente dovrà dimostrare buona conoscenza delle linee di sviluppo della poesia italiana dei secoli XVI-XIX sullo sfondo del contesto storico-culturale e delle peculiarità della storia letteraria e linguistica italiana, anche attraverso il richiamo e l'approfondimento delle nozioni acquisite nel triennio. Dovrà inoltre avere una conoscenza adeguata degli strumenti bibliografici e delle metodologie per analizzare e interpretare i testi, oltre che dei lineamenti di storia della critica relativa al periodo studiato.
Competenze: Lo studente dovrà essere in grado di esprimersi con chiarezza, dimostrare capacità di comprensione e di analisi puntuale del testo letterario, operare confronti e elaborare giudizi critici, individuare e discutere problemi interpretativi (con consapevolezza delle diverse prospettive metodologiche), impostare un lavoro di ricerca mettendo a frutto le acquisizioni maturate durante il corso, col supporto della bibliografia scientifica sull'argomento.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale. La prova d’esame consiste in un colloquio sugli argomenti del programma, volto ad accertare l’avvenuta acquisizione dell’insieme dei temi affrontati, illustrati e discussi durante il corso.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/10 - Letteratura italiana - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/10 - Letteratura italiana - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/10 - Letteratura italiana - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/10 - Letteratura italiana - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
WILLIAM SPAGGIARI , responsabile dell'insegnamentomercoledì ore 12.30-14.00 e 15.30-17.00Dipartimento di studi letterari, filologici e linguistici (Sezione di Filologia moderna)

Programma d'esame

Argomento del corso: Tradizione classica nella poesia del primo Ottocento: Monti, Foscolo, Leopardi (60 ore, 9 cfu)

Unità didattica A (20 ore, 3 cfu): Sperimentazione e rinnovamento: Vincenzo Monti
Unità didattica B (20 ore, 3 cfu): Le forme del mito: Ugo Foscolo.
Unità didattica C (20 ore, 3 cfu): Fra idillio e “magnifiche sorti”: Giacomo Leopardi

Il corso è rivolto agli studenti del Corso di laurea magistrale in Lettere moderne (9 cfu) e (come esame a scelta) agli studenti di altri Corsi di laurea.

Presentazione del corso
Il corso intende indagare l’evoluzione di quella particolare linea della poesia italiana che, in un’epoca di grandi rivolgimenti (periodo rivoluzionario, età napoleonica, Restaurazione), appare maggiormente legata alle forme della tradizione, attraverso i testi di tre autori “esemplari”, dall’ultimo scorcio del Settecento agli anni Trenta dell’Ottocento. Tenendo presenti i contesti storici, gli istituti stilistici e metrici, i parametri della critica accreditata, l’indagine sarà condotta attraverso la lettura e l’esame dei principali componimenti di Monti, Foscolo, Leopardi (motivazioni, fonti, modelli, assetto testuale, scelte linguistiche, vicende editoriali, ricezione), in particolare di quelli che, per diverse ragioni, risultano fortemente rappresentativi delle coordinate culturali dell’epoca e, nel contempo, sensibili alla lezione dei classici.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: Lo studente dovrà dimostrare buona conoscenza delle linee di sviluppo della poesia italiana del primo Ottocento sullo sfondo del contesto storico-culturale e delle peculiarità della storia letteraria e linguistica italiana, anche attraverso il richiamo e l’approfondimento delle nozioni acquisite nel triennio. Dovrà inoltre avere una conoscenza adeguata degli strumenti bibliografici e delle metodologie per analizzare e interpretare i testi, oltre che dei lineamenti di storia della critica relativa al periodo studiato.
Capacità: Lo studente dovrà essere in grado di esprimersi con chiarezza, dimostrare capacità di comprensione e di analisi puntuale del testo letterario, operare confronti e elaborare giudizi critici, individuare e discutere problemi interpretativi (con consapevolezza delle diverse prospettive metodologiche), impostare un lavoro di ricerca mettendo a frutto le acquisizioni maturate durante il corso, col supporto della bibliografia sull’argomento.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A
Antologia della poesia italiana diretta da C. Segre e C. Ossola, Ottocento, Torino, Einaudi, 2002 (o successive ristampe), limitatamente al capitolo su Monti.

Unità didattica B
L’Antologia citata all’unità didattica A, limitatamente al capitolo su Foscolo.

Unità didattica C
L’Antologia citata all’unità didattica A, limitatamente al capitolo su Leopardi.

Avvertenze
a) Del volume citato (Antologia) andranno lette anche le sezioni preliminari (Premessa, Introduzione), i cappelli introduttivi e le Note filologiche e bio-bibliografiche riguardanti i tre autori (Monti, Foscolo, Leopardi).
b) Andrà altresì preparata una monografia su uno dei tre autori (Monti, Foscolo oppure Leopardi). La scelta è del tutto autonoma e libera; alcuni titoli, soprattutto su Leopardi, sono reperibili nella sezione finale dell’Antologia sopra citata, mentre altri potranno essere individuati ricorrendo ai consueti strumenti (storie letterarie, repertori, bibliografie, etc.) o sulla base di interessi e curiosità personali. Il docente è comunque a disposizione per suggerimenti e indicazioni.

Programma per studenti non frequentanti
Il programma è il medesimo degli studenti frequentanti.

02/08/2016