Cerca insegnamenti o docenti



Critica e teoria della letteratura - (M-Z)
Criticism and theory of literature - [A-Z]

Stampa pagina

STEFANO BALLERIO , responsabile dell'insegnamento

CdL in LINGUE E LETTERATURE EUROPEE ED EXTRAEUROPEE (Classe LM-37) Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-FIL-LET/14 - Critica letteraria e letterature comparate
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Conoscenze: Le conoscenze che gli studenti possono acquisire riguardano innanzitutto l'ambito metodologico, quindi gli strumenti della narratologia, in funzione dell'analisi testuale. In particolare la consapevolezza che la conoscenza delle categorie e delle classificazioni conduce alla possibilità di ordinare e descrivere il testo, anche e soprattutto quando la varietà della produzione narrativa mostra che un testo si sottrae quasi sempre a una ipotesi rigida di classificazione. L'altro ambito riguarda la conoscenza delle diverse modalità di scrittura dell'ironia e del paradosso, la loro non sempre facile decodificazione. Infine il concetto di tempo e di memoria, dimensioni fondamentali per la comunicazione letteraria, vengono indagate sia a livello delle strategie narrative, sia in quanto concetti affrontati e tematizzati da un grande autore come Giacomo Leopardi: la pluralità delle indagini comporta la comprensione del loro ruolo, della loro possibile definizione, delle loro modalità di espressione.
Capacità: Le capacità che gli studenti possono acquisire implicano il dominio delle strutture narrative, la capacità di analizzare il testo dal punto di vista linguistico, stilistico e retorico, ma anche di porlo in relazione con il suo contesto storico, con l'identità autoriale, di dialogare con i saggi critici presi in esame. Inoltre l'obiettivo del corso è quello di costruire abilità sul piano teorico, affinché la riflessione su alcuni aspetti costitutivi del testo possa condurre a una consapevole e competente capacità di interpretazione delle opere narrative analizzate durante le lezioni, e avviare verso lo sviluppo di abilità autonome nell'analisi letteraria.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: la prova d’esame consisterà in un colloquio sugli argomenti del programma e si articolerà in due o tre domande, a seconda che lo studente debba sostenere l’esame da 6 o da 9 cfu rispettivamente. Per superare l’esame, sarà necessario rispondere a un livello almeno sufficiente sia sulle unità didattiche A e B, sia sull’unità didattica C.
In particolare, la prima domanda verterà su uno dei racconti letti: allo studente sarà richiesto di svolgere un’analisi narratologica del testo per proporne poi un’interpretazione. Gli studenti frequentanti che avranno partecipato all’esercitazione saranno interrogati su uno dei racconti approfonditi in quel contesto.
La seconda domanda, di carattere teorico, verterà sul problema dell’interpretazione delle opere letterarie e quindi sui saggi di Barthes e di Gadamer in programma.
L’eventuale terza domanda, relativa all’unità didattica C, riguarderà la questione della storia letteraria e avrà ancora carattere teorico.
Agli studenti sarà richiesto non solo di presentare le opere in programma, ma anche di discuterne criticamente. La proprietà di linguaggio e la precisione dei riferimenti storico-letterari saranno apprezzate.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/14 - Critica letteraria e letterature comparate - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/14 - Critica letteraria e letterature comparate - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/14 - Critica letteraria e letterature comparate - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-FIL-LET/14 - Critica letteraria e letterature comparate - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
STEFANO BALLERIO , responsabile dell'insegnamentoGiovedì, 14:00-16:00Dipartimento di studi letterari, filologici e linguistici; sezione di modernistica; secondo piano

Programma d'esame

Argomento del corso: L’interpretazione e la storia (60 ore, 9 cfu)

Unità didattiche A e B (40 ore, 6 cfu): Narratologia, teoria letteraria ed ermeneutica
Unità didattica C (20 ore, 3 cfu): La questione della storia letteraria

Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea triennale in Lettere, curriculum moderno (corso obbligatorio, da 9 cfu), e agli studenti degli altri corsi di laurea (corso accessibile, da 9 o 6 cfu).
Gli studenti che sostengono l’esame per 9 cfu dovranno preparare le unità didattiche A, B e C; gli studenti che sostengono l’esame per 6 cfu dovranno preparare solo le unità didattiche A e B.

Presentazione del corso
Le unità didattiche A e B saranno dedicate alla narratologia, classica e post-classica, e a una riflessione sul problema dell’interpretazione delle opere letterarie, sulla scorta di alcuni saggi di Roland Barthes e dell’ermeneutica filosofica di Hans-Georg Gadamer. Tutti gli argomenti saranno discussi da un punto di vista teorico e mediante la lettura di racconti di Roberto Bolaño, Assia Djebar, Alice Munro e David Foster Wallace e di alcuni testi poetici. Gli studenti frequentanti potranno partecipare a un’esercitazione di analisi e interpretazione del testo condotta sui racconti in programma. L’esercitazione sarà organizzata per gruppi e si svolgerà in aula e sul sito del corso attivato su Ariel (ulteriori indicazioni saranno fornite a lezione).
L’unità didattica C sarà dedicata alla questione della storia letteraria: proseguendo nel percorso intrapreso sul problema dell’interpretazione, si affronteranno questioni di metodo e soprattutto si discuterà della possibilità e dei modi della storia letteraria nell’epoca della globalizzazione.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: gli studenti approfondiranno i metodi analitici e le teorie principali della narratologia classica e post-classica e alcune proposte della teoria letteraria strutturalista e dell’ermeneutica filosofica. Inoltre, acquisiranno maggiore consapevolezza delle questioni teoriche e metodologiche connesse alla storiografia letteraria nell’epoca della globalizzazione.
Capacità: gli studenti coltiveranno le proprie capacità di interpretazione dei testi letterari e di riflessione teorica e metodologica sulla letteratura.

Indicazioni bibliografiche

Unità didattiche A e B
Per la parte di narratologia, gli studenti dovranno usare le Note di narratologia che il docente renderà disponibili sul sito del corso su Ariel e leggere, a scelta, due delle quattro raccolte indicate di seguito:
• Roberto Bolaño, Puttane assassine, Milano, Adelphi, 2014 (gli studenti che lo desiderino potranno leggere l’opera in lingua originale: Roberto Bolaño, Putas asesinas, Anagrama, Barcelona, 2001)
• Assia Djebar, Nel cuore della notte algerina, Firenze, Giunti, 1998 (gli studenti che lo desiderino potranno leggere l’opera in lingua originale: Assia Djebar, Oran, langue morte, Paris, Actes Sud, 1997)
• Alice Munro, Nemico, amico, amante…, Torino, Einaudi, 2003 (gli studenti che lo desiderino potranno leggere l’opera in lingua originale: Alice Munro, Hateship, Friendship, Courtship, Loveship, Marriage, London, Vintage, 2002)
• David Foster Wallace, Oblio, Torino, Einaudi, 2004 (gli studenti che lo desiderino potranno leggere l’opera in lingua originale: David Foster Wallace, Oblivion: Stories, New York, Little, Brown and company, 2004)
Per la parte sul problema dell’interpretazione, si dovranno studiare i saggi che seguono:
• Roland Barthes, La morte dell’autore, in Id., Il brusio della lingua, Torino, Einaudi, 1988, pp. 51-56
• Roland Barthes, Dall’opera al testo, in Id. Il brusio della lingua, Torino, Einaudi, 1988, pp. 57-64
• Roland Barthes, Critica e verità, Torino, Einaudi, 1985
• Hans-Georg Gadamer, Verità e metodo, Milano, Bompiani, 2000, Il Pensiero Occidentale (ed. con testo originale a fronte; in alternativa, si potrà usare la precedente edizione Bompiani in due volumi, senza testo originale a fronte), limitatamente a queste parti:
a. «Introduzione», pp. 19-27 dell’ed. indicata;
b. Parte I. «Messa in chiaro del problema della verità in base all’esperienza dell’arte», pp. 29-361 dell’ed. indicata (escluso il capitolo su «La dottrina kantiana del gusto e del genio», pp. 109-135)
c. Parte II. «Il problema della verità e le scienze dello spirito», limitatamente alla sezione II. «Elementi di una teoria dell’esperienza ermeneutica», pp. 551-779 dell’ed. indicata

Unità didattica C
È richiesto lo studio dei saggi che seguono:
• Franco Brioschi, La questione della storia letteraria, in Costanzo Di Girolamo, Alfonso Berardinelli e Franco Brioschi, La ragione critica. Prospettive nello studio della letteratura, Torino, Einaudi, 1986, pp. 79-133
• Hans Robert Jauss, Storia della letteratura come provocazione, Torino, Bollati Boringhieri, 1999, limitatamente ai saggi Storia della letteratura come provocazione nei confronti della scienza della letteratura e Storia dell’arte e storia generale
• A scelta, uno dei tre saggi che seguono:
a. Friedrich Nietzsche, Sull’utilità e il danno della storia per la vita, Milano, Adelphi, 1974
b. Francesco Erspamer, Paura di cambiare. Crisi e critica del concetto di cultura, Roma, Donzelli, 2010
c. Serge Gruzinski, Abbiamo ancora bisogno della storia? Il senso del passato nel mondo globalizzato, Milano, Cortina, 2016
I saggi di Barthes e di Brioschi in programma (a eccezione di Critica e verità) saranno riprodotti in una dispensa, che sarà disponibile nelle librerie vicine all’università dopo l’inizio del corso. Nella prima lezione, inoltre, il docente fornirà alcune indicazioni utili per reperire i libri e per contenere la spesa relativa.

Programma per studenti non frequentanti
Per le unità didattiche A e B, valgono per gli studenti non frequentanti le stesse indicazioni date per gli studenti frequentanti. Per la preparazione dell’esame, tuttavia, potranno essere utili, come supporto allo studio delle opere di Barthes e di Gadamer, queste letture:
• Antoine Compagnon, Il demone della teoria, Torino, Einaudi, 2000, limitatamente ai capitoli sull’autore e sul mondo
• le voci «Hans-Georg Gadamer», «Gadamer’s Aesthetics» e «Hermeneutics» della Stanford Encyclopedia of Philosophy, liberamente accessibile online; o Franco Bianco, Introduzione a Gadamer, Roma-Bari, Laterza, 2004
Anche per l’unità didattica C valgono per gli studenti non frequentanti le stesse indicazioni date per gli studenti frequentanti. Una lettura di supporto può essere costituita dal capitolo sulla storia del già citato Demone della teoria di Antoine Compagnon.

27/01/2017