Cerca insegnamenti o docenti



Storia del teatro tedesco - [A-Z]
History of German drama - [A-Z]

Stampa pagina

MARCO CASTELLARI , responsabile dell'insegnamento

CdL in LINGUE E LETTERATURE EUROPEE ED EXTRAEUROPEE (Classe LM-37) Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 - Laurea Magistrale - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-LIN/13 - Letteratura tedesca
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Il corso di Storia del teatro tedesco si propone i seguenti obiettivi:
- far acquisire conoscenze relative a questioni storiche, metodologiche e teoriche per lo studio del dramma e del teatro tedesco, con particolare attenzione alla stagione moderna e contemporanea
- sviluppare competenze relative all'analisi del testo drammatico e della messinscena
- sviluppare competenze relative alla discussione seminariale, al lavoro di gruppo e personale, all'esposizione orale e all'elaborazione scritta di ricerche metodologicamente fondate.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiper singolo modulo
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: L’esame consiste in un colloquio orale in lingua italiana. Su richiesta dello studente, l’esame può essere sostenuto in tedesco.
Saranno verificate conoscenze e competenze relative agli obiettivi sopra indicati, attraverso la discussione dei materiali elencati nel programma e, per i frequentanti, del lavoro svolto in classe.
Per ragioni di propedeuticità e in causa della mutuazione, gli studenti del corso di laurea in Lingue e letterature straniere sono invitati a sostenere l’esame di Storia del teatro tedesco solo dopo aver superato l’esame di Letteratura tedesca II.

Organizzazione della didattica

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/13 - Letteratura tedesca - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/13 - Letteratura tedesca - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-LIN/13 - Letteratura tedesca - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Questa parte dell'insegnamento è mutuata da:

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
MARCO CASTELLARI , responsabile dell'insegnamentoProssimo ricevimento: 13.6. h. 14:30, 20.6 h. 14:30, 27.6 h. 14:30Sez. di germanistica - Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere - P.zza S. Alessandro 1

Programma d'esame

Titolo del corso: Frank Wedekind e il teatro tedesco moderno e contemporaneo

OBIETTIVI
Il corso di Storia del teatro tedesco si propone i seguenti obiettivi formativi:
- far acquisire conoscenze relative a questioni storiche, metodologiche e teoriche per lo studio del dramma e del teatro tedesco, con particolare attenzione alla stagione moderna e contemporanea;
- sviluppare competenze relative all’analisi del testo drammatico e della messinscena;
- sviluppare competenze relative alla discussione seminariale, al lavoro di gruppo e personale, all’esposizione orale e all’elaborazione scritta di ricerche metodologicamente fondate.

PRESENTAZIONE DEL CORSO
Il corso si compone di tre unità didattiche.
Le unità A e B si propongono l’obiettivo di far dialogare le competenze letterarie con le prospettive degli studi culturali, delle scienze del teatro e dello spettacolo. Oggetto di riflessione saranno aspetti storici e storiografici, metodologici e teorici relativi allo studio del teatro tedesco, con particolare riguardo alla stagione moderna e contemporanea.
L’unità C mutua l’unità C di Letteratura tedesca II. D’impostazione monografica, essa si concentrerà sulla figura e sull’opera di Frank Wedekind (1864-1918). Particolare attenzione sarà dedicata alla sua produzione drammatica e alla fortuna del suo teatro. Oggetto di discussione saranno le premesse teoriche, le scelte stilistiche e le questioni tematiche che informano i testi wedekindiani e determinano la loro ricezione critica e produttiva.

Salvo programmi concordati ad hoc, chi sostiene l’esame dai 6 CFU si baserà sulle unità A e B.
Gli studenti che già portano l’unità C per il corso di Letteratura tedesca II (all’interno del quale essa è obbligatoria) non possono naturalmente portarla per il corso di Storia del teatro tedesco e sono invitati a contattare il docente per un’adeguata rimodulazione del programma per eventuali 9 CFU.

L’insegnamento è impartito in lingua italiana.

Si segnala che anche nell’a.a. 2016/17 è attivato un LABORATORIO DIDATTICO di particolare interesse per gli studenti, germanisti e non, che intendono occuparsi di teatro tedesco: DRAMMATURGIA TEDESCA E TEATRO CONTEMPORANEO (25h., 3 CFU). Il laboratorio parte nell’autunno 2016 e si svolge su entrambi i semestri. Si tratta di un’occasione di concreto lavoro didattico a cavallo fra vita universitaria e vita culturale, sostenuta dal Goethe-Institut Mailand. Frequentando il laboratorio si entra in contatto con ambienti teatrali della città e si apprendono pratiche utili alla formazione anche in vista del mondo professionale.
Per informazioni: Dr. Chiara Buglioni, chiara.buglioni@unimi.it.

PROGRAMMA
Indicazioni bibliografiche generali
Tutti gli studenti prepareranno una lettura a scelta fra le seguenti. Gli studenti della laurea magistrale e gli studenti che biennalizzano l’esame di Storia del teatro tedesco le porteranno tutte.

- Mara Fazio: Lo specchio, il gioco e l’estasi. La regia teatrale in Germania dai Meininger a Jessner, 1874-1933. Roma: Bulzoni 2003.
- Tancredi Gusman: L’ arpa e la fionda. Kerr, Ihering e la critica teatrale tedesca tra fine Ottocento e il Nazionalsocialismo. Pisa; Roma: Fabrizio Serra 2016.
- A mezzanotte dormono i borghesi. Anarchia e cabaret nella Germania del primo Novecento, a cura di Alessandro Fambrini e Nino Muzzi. Trento: Dipartimento di studi letterari, linguistici e filologici 2006.

UNITÀ DIDATTICHE A & B
Gli studenti frequentanti approfondiranno assieme al docente, sulla base di materiali distribuiti nel corso delle lezioni, questioni storiche, teoriche e metodologiche relative allo studio del dramma e del teatro tedesco. Sono previste lezioni frontali, lavori di gruppo, discussioni in plenum e relazioni individuali.
Dopo aver affrontato e sperimentato nel lavoro seminariale tecniche di analisi del testo e della messinscena, ciascuno studente elaborerà in una ricerca personale un esempio di analisi e lo proporrà come Referat alla discussione di gruppo. Tale relazione orale sarà poi la base per una tesina scritta che, condotta seguendo alcune indicazioni specifiche, sarà valutata ai fini dell’esame come corrispondente a 3 CFU; nel colloquio d’esame saranno inoltre oggetto di discussione le questioni affrontate a lezione e le letture personali.
In considerazione della tipologia di offerta didattica, si raccomanda la frequenza più assidua possibile. Accedono in ogni caso alla possibilità di tenere la relazione orale e produrre il lavoro scritto gli studenti che frequentino complessivamente almeno il 75% delle lezioni.

Gli studenti non frequentanti approfondiranno nello studio individuale aspetti storici e metodologici del teatro tedesco moderno e contemporaneo.

1) prospettive storiche
È prevista la lettura di materiali storico-teatrali e di una scelta di testi drammatici

- Materiali di storia dle teatro (a disposizione su ARIEL)
- Il teatro tedesco del Novecento. A cura di T. Scamardì. Roma-Bari: Laterza 2009

- tre drammi a scelta (per gli studenti della laurea magistrale cinque) fra i seguenti. I germanisti leggeranno almeno due vl. quattro drammi in lingua originale. Si raccomanda di operare una scelta il più possibile rappresentativa delle varie epoche. Si consiglia di verificare la possibilità di fruire (dal vivo o attraverso filmato) di una rappresentazione dei drammi.

G. Hauptmann: “Die Weber”;
A. Holz: “Ignorabimus”;
A. Schnitzler: “Professor Bernhardi”;
F. Wedekind: “Franziska”
H. v. Hofmannsthal: “Jedermann. Das Spiel vom Sterben des reichen Mannes”;
Walter Hasenclever: “Antigone”;
Ernst Toller: “Hoppla, wir leben”;
Marieluise Fleißer: “Pioniere in Ingolstadt”;
Ődőn von Horvath: “Geschichten aus dem Wiener Wald”;
Bertolt Brecht: “Leben des Galilei”;
Max Frisch: “Andorra”;
Friedrich Dürrenmatt: “Die Physiker”;
Rolf Hochhuth: “Der Stellvertreter”;
Peter Weiss: “Die Ermittlung”;
Peter Handke: “Kaspar”;
Rainer Werner Fassbinder: “Katzelmacher”;
Franz Xaver Kroetz: “Heimarbeit”;
Thomas Bernhard: “Der Ignorant und der Wahnsinnige”;
Botho Strauss: “Trilogie des Wiedersehens”;
Heiner Müller: “Germania Tod in Berlin”;
Elfriede Jelinek: “Wolken.Heim”;
Dea Loher: “Tatöwierung”;
Urs Widmer: “Top Dogs”;
Marius von Mayenburg: “Der Häßliche”;
Roland Schimmelpfennig: “Besuch bei dem Vater”.

2) prospettive metodologiche 1: forma e analisi del dramma
È prevista la lettura di un manuale specificamente focalizzato sul canone drammatico tedesco:
- Loretta Lari: Generi letterari. Dramma. Bari: Graphis: 2004ss.

3) prospettive metodologiche 2: forma e analisi dello spettacolo teatrale
È prevista la lettura di un manuale di “scienza del teatro” (per i non germanisti anche nella versione inglese)
- Christopher Balme: Einführung in die Theaterwissenschaft. Berlin, Erich Schmidt Verlag 2003ff. oppure id.: The Cambridge Introduction to Theatre Studies. Cambridge: CUP 2008ss.

UNITÀ DIDATTICA C
(Frank Wedekind)

Per i germanisti si rimanda al programma di Letteratura tedesca II 2016/17, u. C.

Per i non germanisti è prevista la lettura dei seguenti testi e materiali:

- Frank Wedekind: Risveglio di primavera, qualsiasi edizione integrale
- Frank Wedekind: Lulu (Lo spirito della terra; Il vaso di Pandora), qualsiasi edizione integrale
- Materiali critici su Frank Wedekind, il suo contesto e il suo teatro – a disposizione su ARIEL all’inizio del corso, con indicazioni specifiche per i non freqeuntanti.

06/10/2016