Cerca insegnamenti o docenti



Storia e critica del cinema - (G-Z, prof. Subini)
History and criticism of the cinema - [A-Z]

Stampa pagina

TOMASO SUBINI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE UMANISTICHE PER LA COMUNICAZIONE (Classe L-20) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso1
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare l’acquisizione delle conoscenze di base relative alla storia del cinema.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
TOMASO SUBINI , responsabile dell'insegnamentomartedì dalle 14.30 alle 17.30 (il ricevimento di martedì 4 dicembre è sospeso)via Noto, 6

Programma d'esame

Argomento del corso: Elementi di storia del cinema. Il cinema e la rappresentazione del religioso. Conflitti, controversie e dibattito pubblico

Il corso introduce, nei primi due moduli, alla conoscenza della storia del cinema, fornendo allo studente alcune nozioni di base. Il terzo modulo affronta le modalità con cui il cinema ha rappresentato il religioso soffermandosi su tre autori controversi come Roberto Rossellini, Pier Paolo Pasolini e Martin Scorsese.
È possibile sostenere l’esame presentando questo programma fino al mese di dicembre 2018 compreso.
PROGRAMMA

UNITÀ DIDATTICA A:
I testi da studiare
1) Stella Dagna, Cristina Formenti, Mauro Giori, Tomaso Subini, Corso introduttivo allo studio della storia del cinema, Milano, Libraccio Editore, 2015, 2° edizione, i capitoli dall’1 all’8.

2) Un volume a scelta tra i seguenti:
• Noël Burch, Il lucernario dell’infinito. Nascita del linguaggio cinematografico, Il Castoro, Milano 2000;
• Adriano D’Aloia, La vertigine e il volo. L’esperienza filmica fra estetica e neuroscienze cognitive, Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma 2013;
• Francesco Di Chiara, Generi e industria cinematografica in Italia. Il caso Titanus (1949-1964), Lindau, Torino 2013;
• Ruggero Eugeni, La condizione postmediale, La Scuola, Brescia 2015;
• Ruggero Eugeni, Invito al cinema di Kubrick, Ugo Mursia, nuova edizione aggiornata, Milano 2015;
• André Gaudreault, Cinema delle origini o della “cinematografia-attrazione”, Il Castoro, Milano 2004;
• Mauro Giori, Tomaso Subini, Mother is here. La donna in “Vertigo” di Alfred Hitchcock, Cortina, Milano 2011;
• Giacomo Manzoli, Da Ercole a Fantozzi. Cinema popolare e società italiana dal boom economico alla neotelevisione (1958-1976), Carocci, Roma 2013;
• Michel Marie, La Nouvelle Vague, Lindau, Torino 2006;
• Peppino Ortoleva, Il secolo dei media. Riti, abitudini, mitologie, Il Saggiatore, Milano 2008;
• Stefania Parigi, Il neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014;
• Antonio Somaini, Ejzen¨tejn. Il cinema, le arti, il montaggio, Einaudi, Torino 2011;
• Pierre Sorlin, Ombre passeggere. Cinema e storia, Marsilio, Venezia 2013.

I film da vedere
1) Antologia delle origini: Sortie des usines, Repas de Bébé, Arrivée des congressistes, Le jardinier et le petit espiègle, Arrivée d'un train en gare (Lumière); Let Me Dream Again, George Albert Smith (1900); Grandma’s Reading Glass, George Albert Smith (1900); Le voyage dans la lune, Georges Méliès (1902); The Life of an American Fireman, Edison - Edwin Porter (1903); The Great Train Robbery, Edison - Edwin Porter (1903).
2) Antologia del periodo Biograph di David W. Griffith: The Lonely Villa (1909), The Drunkard’s Reformation (1909), The Painted Lady (1912), Death’s Marathon (1913).
3) Das Cabinet des Dr. Caligari (Il gabinetto del dr. Caligari, 1920) di Robert Wiene.
4) El Dorado (Eldorado, 1921), Marcel L’Herbier.
5) Bronenosec Potëmkin (La corazzata Potëmkin, 1925), Sergej M. Ejzen¨tejn.

UNITÀ DIDATTICA B:
I testi da studiare
1) Stella Dagna, Cristina Formenti, Mauro Giori, Tomaso Subini, Corso introduttivo allo studio della storia del cinema, Milano, Libraccio Editore, 2015, 2° edizione, i capitoli dal 9 al 15 + le schede di approfondimento.

2) Un ulteriore volume a scelta tra i seguenti (diverso da quello scelto per l’unità didattica A):
• Noël Burch, Il lucernario dell’infinito. Nascita del linguaggio cinematografico, Il Castoro, Milano 2000;
• Adriano D’Aloia, La vertigine e il volo. L’esperienza filmica fra estetica e neuroscienze cognitive, Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma 2013;
• Francesco Di Chiara, Generi e industria cinematografica in Italia. Il caso Titanus (1949-1964), Lindau, Torino 2013;
• Ruggero Eugeni, La condizione postmediale, La Scuola, Brescia 2015;
• Ruggero Eugeni, Invito al cinema di Kubrick, Ugo Mursia, nuova edizione aggiornata, Milano 2015;
• André Gaudreault, Cinema delle origini o della “cinematografia-attrazione”, Il Castoro, Milano 2004;
• Mauro Giori, Tomaso Subini, Mother is here. La donna in “Vertigo” di Alfred Hitchcock, Cortina, Milano 2011;
• Giacomo Manzoli, Da Ercole a Fantozzi. Cinema popolare e società italiana dal boom economico alla neotelevisione (1958-1976), Carocci, Roma 2013;
• Michel Marie, La Nouvelle Vague, Lindau, Torino 2006;
• Peppino Ortoleva, Il secolo dei media. Riti, abitudini, mitologie, Il Saggiatore, Milano 2008;
• Stefania Parigi, Il neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014;
• Antonio Somaini, Ejzen¨tejn. Il cinema, le arti, il montaggio, Einaudi, Torino 2011;
• Pierre Sorlin, Ombre passeggere. Cinema e storia, Marsilio, Venezia 2013.

I film da vedere
1) Citizen Kane (Quarto potere, 1941), Orson Welles.
2) Roma città aperta (1945), Roberto Rossellini.
3) Stromboli (Terra di Dio) (1950), Roberto Rossellini.
4) Vertigo (La donna che visse due volte, 1958), Alfred Hitchcock.
5) À bout de souffle (Fino all’ultimo respiro, 1960), Jean-Luc Godard.

UNITÀ DIDATTICA C:
I testi da studiare
1) Tomaso Subini, La doppia vita di “Francesco giullare di Dio”. Giulio Andreotti, Félix Morlion e Roberto Rossellini, seconda edizione, Libraccio, Milano 2013;
2) Tomaso Subini, Pier Paolo Pasolini. “La ricotta”, Lindau, Torino 2009.

I film da vedere
1) Francesco giullare di Dio (1950), Rossellini
2) La ricotta (1963), Pier Paolo Pasolini
3) Il Vangelo secondo Matteo (1964), Pier Paolo Pasolini
4) Teorema (1968), Pier Paolo Pasolini
5) The Last Temptation of Christ (L’ultima tentazione di Cristo, 1988), Martin Scorsese

PROGRAMMA IN AGGIUNTA PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI

Un ulteriore volume a scelta tra i seguenti (diverso da quello scelto per l’unità didattica A e da quello scelto per l’unità didattica B):
• Noël Burch, Il lucernario dell’infinito. Nascita del linguaggio cinematografico, Il Castoro, Milano 2000;
• Adriano D’Aloia, La vertigine e il volo. L’esperienza filmica fra estetica e neuroscienze cognitive, Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma 2013;
• Francesco Di Chiara, Generi e industria cinematografica in Italia. Il caso Titanus (1949-1964), Lindau, Torino 2013;
• Ruggero Eugeni, La condizione postmediale, La Scuola, Brescia 2015;
• Ruggero Eugeni, Invito al cinema di Kubrick, Ugo Mursia, nuova edizione aggiornata, Milano 2015;
• André Gaudreault, Cinema delle origini o della “cinematografia-attrazione”, Il Castoro, Milano 2004;
• Mauro Giori, Tomaso Subini, Mother is here. La donna in “Vertigo” di Alfred Hitchcock, Cortina, Milano 2011;
• Giacomo Manzoli, Da Ercole a Fantozzi. Cinema popolare e società italiana dal boom economico alla neotelevisione (1958-1976), Carocci, Roma 2013;
• Michel Marie, La Nouvelle Vague, Lindau, Torino 2006;
• Peppino Ortoleva, Il secolo dei media. Riti, abitudini, mitologie, Il Saggiatore, Milano 2008;
• Stefania Parigi, Il neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014;
• Antonio Somaini, Ejzen¨tejn. Il cinema, le arti, il montaggio, Einaudi, Torino 2011;
• Pierre Sorlin, Ombre passeggere. Cinema e storia, Marsilio, Venezia 2013.

03/08/2016