Cerca insegnamenti o docenti



Storia dell'arte dell'India e dell'Asia centrale - [A-Z]
History of indian and central asian art - [A-Z]

Stampa pagina

CINZIA DANIELA PIERUCCINI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2008/2009 - Laurea - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-OR/16 - Archeologia e storia delll'arte dell'india e dell'asia centrale
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Orale: La prova è orale e consiste di un colloquio sugli argomenti del programma, volto ad accertare l’acquisizione delle nozioni esposte nei testi e la corretta comprensione dei fenomeni artistici studiati. Posto dinanzi ad alcune illustrazioni presenti nei testi, e in particolare nelle schede, lo studente dovrà essere in grado di riconoscere le opere e di esporne le caratteristiche principali, inquadrandole nel contesto più generale della tipologia, del significato e della destinazione. Si richiede precisione nella terminologia, nei nomi propri, nelle datazioni, nell’identificazione delle dinastie di riferimento e nella collocazione dei monumenti nella geografia del subcontinente indiano. In generale, l’esame consisterà in una domanda su ciascuno di questi ambiti: origini e arte buddhista; arte hindu e jaina; l’iconografia della Gaṅgā (unità didattiche A e B); arte indo-islamica (unità didattica C).

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-OR/16 - Archeologia e storia delll'arte dell'india e dell'asia centrale - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-OR/16 - Archeologia e storia delll'arte dell'india e dell'asia centrale - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-OR/16 - Archeologia e storia delll'arte dell'india e dell'asia centrale - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-OR/16 - Archeologia e storia delll'arte dell'india e dell'asia centrale - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
CINZIA DANIELA PIERUCCINI , responsabile dell'insegnamentoConsultare per cortesia il sito http://users.unimi.it/india/; qui si trovano anche le principali informazioni sui corsi.Glottologia e Orientalistica - Cortile d'onore

Programma d'esame

Argomento del corso: Introduzione alla storia dell’arte del subcontinente indiano (60 ore, 9 CFU)

Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Principi generali. Dalla Civiltà dell’Indo al periodo Gupta.
Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Dal periodo Gupta alla grande architettura templare. La raffigurazione della dea Gaṅgā, la divinità che è il fiume Gange.
Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Introduzione all’arte indo-islamica: i monumenti del Sultanato di Delhi, l’architettura Mughal delle capitali e cenni sulla pittura Mughal.

Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali e a tutti gli studenti interessati come insegnamento a scelta libera. L’esame eroga 9 o 6 CFU. Per l’esame da 6 CFU si richiedono le unità didattiche A e B.

Presentazione del corso
Il corso intende offrire competenze generali sulle arti figurative dell’India e del Nord-Ovest del subcontinente indiano, dalle origini fino alla grande arte imperiale Mughal; ne saranno considerate le principali manifestazioni e presentate le chiavi interpretative essenziali nel quadro della storia politica e culturale del Paese. Lo studio sarà articolato per ampie fasi cronologiche, grossomodo coincidenti con la suddivisione tracciata dalle tre unità didattiche. Nell’unità didattica B sarà compresa una breve parte monografica riguardante i modi e i significati della rappresentazione della dea Gaṅgā, cioè della personificazione divina del Gange, il fiume più sacro all’induismo.
Per tutte le informazioni accessorie sul corso (orari, variazioni di aule e affini, iniziative speciali, e così via) si prega di fare costante riferimento al sito degli insegnamenti indologici Unimi http://users.unimi.it/india/, consultando regolarmente, in particolare, la pagina avvisi. Si tenga presente che in questo sito, alla pagina http://users.unimi.it/india/page.php?page=ArteEpigrafia, sono elencati una serie di link che facilitano l’arricchimento dello studio attraverso la consultazione di archivi fotografici e dei cataloghi online di importanti musei. Un archivio fotografico del sito stesso è stato iniziato alla pagina http://users.unimi.it/india/page.php?page=ArtArchive; questo archivio contiene, fra l’altro, ampio materiale sulla Delhi islamica.
Inoltre, durante il corso, sulla pagina di Indologia del portale didattico Ariel saranno via via allegate le slide mostrate durante le lezioni di Indologia, che potranno servire come supporto anche per lo studio della storia dell’arte dell’India.

Risultati di apprendimento
Conoscenze:
Competenze sulle fondamentali modalità di analisi dell’arte dell’India; conoscenza puntuale delle opere e dei monumenti presi in esame, con particolare attenzione alla loro datazione, collocazione geografica nel subcontinente indiano e dinastia di riferimento, da dimostrare sulla base del riconoscimento delle immagini; comprensione delle ideologie e degli scopi sottesi alle singole opere e fasi artistiche; padronanza di una terminologia appropriata e corretta; pronuncia adeguatamente accurata dei nomi propri e dei termini tecnici.
Capacità:
Capacità di orientarsi in modo corretto nello sviluppo storico dell’arte dell’India; di applicare le conoscenze raggiunte anche alle opere di tipologia affine non affrontate direttamente nello studio; di ampliare le proprie competenze attraverso una ricerca bibliografica mirata e critica nei confronti delle fonti; di esprimersi con un linguaggio appropriato alla materia.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A
Cinzia Pieruccini, Storia dell’Arte dell’India. I. Dalle origini ai grandi templi medievali. Torino, Einaudi, 2013.
Programma per studenti non frequentanti
Per una migliore preparazione, si consiglia agli studenti non frequentanti di affiancare lo studio dei testi prescritti per i frequentanti con la consultazione di un manuale di storia dell’India, naturalmente con riferimento alle epoche prese in esame dal programma. Per il tipo di trattazione, ottimo è Stanley Wolpert, Storia dell’India, Milano, Bompiani, 1985 (e varie edizioni successive); fra gli altri manuali utili ricordiamo quelli di John Keay, Hermann Kulke e Dietmar Rothermund, e Michelguglielmo Torri. Per una migliore comprensione dei temi trattati sono inoltre utili Nicoletta Celli, Buddhismo, I Dizionari delle Religioni, Milano, Mondadori Electa, 2006, e Giuliano Boccali, Cinzia Pieruccini, Induismo, I Dizionari delle Religioni, Milano, Mondadori Electa, 2008, molto ricchi di illustrazioni anche di opere d’arte. Per un approccio corretto e ricco alla materia e per meglio comprendere su quali temi e nozioni concentrare in particolare lo studio è comunque vivamente raccomandata la frequenza.

Unità didattica B
Si vedano le indicazioni fornite per l’unità didattica A (il volume prescritto vale per le unità A e B). In più: dispensa a cura della prof. Pieruccini sulla raffigurazione della dea Gaṅgā, che sarà allegata all’inizio del corso sulla pagina di Ariel di questo insegnamento.
Programma per studenti non frequentanti
In aggiunta ai testi indicati per i frequentanti, si vedano le indicazioni per non i frequentanti fornite per l’unità didattica A.

Unità didattica C
Cinzia Pieruccini, Storia dell’Arte dell’India. II. Dagli esordi indo-islamici all’indipendenza. Torino, Einaudi, 2013 (dall’inizio a pag. 41; da pag. 59 a pag. 115; schede 1-5, 8-25).
Programma per studenti non frequentanti
In aggiunta ai testi indicati per i frequentanti, si vedano le indicazioni per non i frequentanti fornite per l’unità didattica A.

01/08/2016