Cerca insegnamenti o docenti



Manifesto degli studi

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO
MANIFESTO DEGLI STUDI A.A.  2016/17
LAUREA IN
SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1)
Immatricolati dall'a.a. 2008/2009
 
GENERALITA'
Classe di laurea di appartenenza:L-1  BENI CULTURALI
Titolo rilasciato:Dottore
Durata del corso di studi:3 anni
Cfu da acquisire totali:180
Annualità attivate:1° , 2° , 3°
Modalità accesso:Libero con test di autovalutazione obbligatorio prima dell'immatricolazione
Codice corso di studi:C20
 
RIFERIMENTI
Presidente Collegio Didattico
Prof. Alberto Bentoglio
Docenti tutor
Alberto Bentoglio, Giorgio Zanchetti, Claudia Lambrugo, Giorgio Montecchi
Sito web del corso di laurea
www.bac.unimi.it
Commissioni e orientamento
Docenti di riferimento     http://www.bac.unimi.it/ecm/home/didattica/materiale-scaricabile/docenti-di-riferimento  
Dipartimento di Beni culturali e ambientali
Via Festa del Perdono, Via Noto, 8     http://www.bac.unimi.it/ecm/home  
IMMATRICOLAZIONI
    http://www.unimi.it/studenti/matricole/77596.htm  
Referenti del corso
Alberto Bentoglio, Claudia Lambrugo, Claudio Toscani, Giorgio Zanchetti      
 
CARATTERISTICHE DEL CORSO DI STUDI
Obiettivi formativi generali e specifici
L’obiettivo del corso di laurea in Scienze dei beni culturali è quello di fornire un’ampia e adeguata formazione sulle tematiche riguardanti i Beni Culturali.
Il livello di conoscenze e competenze raggiunto permetterà ai laureati in Scienze dei beni culturali di esercitare una attività nello studio, catalogazione, conservazione, tutela, valorizzazione e promozione dei beni culturali e, più in particolare, della storia dell’arte – dall’età medievale alla contemporanea – e delle metodologie di studio, conservazione e tutela dei beni artistici sulla base di una formazione d’impianto umanistico-storico; della tutela e conservazione dei beni archeologici, sulla base di una formazione d’im pianto umanistico e storico, aperta all’utilizzo delle più moderne tecniche d’indagine, comprese quelle informatiche; dei beni archivistici e librari sulla base di una formazione d’impianto umanistico-storico adeguatamente strutturata e altresì aperta all’utilizzo di strumentazioni informatico-telematiche; del teatro e dello spettacolo dal vivo, del cinema e della musica.
La formazione del laureato di questo corso di laurea potrà, inoltre, rappresentare l’iniziale condizione per ulteriori percorsi universitari.
Profilo professionale e sbocchi occupazionali
Il livello di conoscenze e competenze raggiunto permetterà ai laureati in Scienze dei beni culturali di esercitare una attività nello studio, catalogazione, conservazione, tutela, valorizzazione e promozione dei beni culturali e, più in particolare, della storia dell’arte - dall’età medievale alla contemporanea - e delle metodologie di studio, conservazione e tutela dei beni artistici sulla base di una formazione d’impianto umanistico-storico; della tutela e conservazione dei beni archeologici, sulla base di una formazione d’impianto umanistico e storico, aperta all’utilizzo delle più moderne tecniche d’indagine, comprese quelle informatiche; dei beni archivistici e librari sulla base di una formazione d’impianto umanistico-storico adeguatamente strutturata e altresì aperta all’utilizzo di strumentazioni informatico-telematiche; del teatro e dello spettacolo dal vivo, del cinema e della musica.
La formazione culturale nell’ambito dei beni culturali permetterà lo svolgimento di professioni come:
- assistenti di archivio e di biblioteca
- agenti e rappresentanti di artisti ed atleti
- organizzatori di convegni e ricevimenti
- animatori turistici ed assimilati
- guide ed accompagnatori turistici
- istruttori nel campo artistico e letterario
- tecnici dei musei, delle biblioteche ed assimilati
- periti, stimatori d’arte ed assimilati
- tecnici dell’organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale
- tutor, istitutori, insegnanti nella formazione professionale ed assimilati
Conoscenze per l'accesso
È previsto un test di autovalutazione, da sostenere obbligatoriamente prima dell’immatricolazione. Si richiede la conoscenza generale delle nozioni della storia letteraria, della storia, della geografia e della storia dell'arte. Tale test, anche se negativo, non pregiudica la possibilità di immatricolarsi, ma, se ritenuto insufficiente, potrebbe dare luogo all’obbligo di attività formative aggiuntive volte a colmare le lacune iniziali.
Inoltre dopo l’immatricolazione è prevista una verifica della preparazione per gli studenti che hanno conseguito la maturità con una votazione inferiore a 70/100, maggiori informazioni sul sito http://pari.ariel.ctu.unimi.it.
Criteri di ammissione alla prova finale
Acquisiti, nel rispetto delle presenti norme regolamentari, i necessari 171 crediti formativi, lo studente è ammesso a sostenere la prova finale (9 CFU) per il conseguimento del titolo. In ottemperanza ai criteri generali, espressi dal Regolamento di Facoltà, al quale si rimanda per ogni altra disposizione in materia, la prova finale comporta la predisposizione di un elaborato scritto, indicativamente della lunghezza di 30/50 cartelle, consistente di norma nell’analisi, nel commento e nell’inquadramento - secondo le metodologie proprie del settore disciplinare di riferimento - di reperti o di singole opere o gruppi di opere; ovvero di brani di testi critici o di un testo o di una serie di testi letterari, storico-documentari, storiografici, e inerenti i settori dei beni culturali e dello spettacolo.
 
 
ESPERIENZA DI STUDIO ALL'ESTERO NELL'AMBITO DEL PERCORSO FORMATIVO
L'Università degli Studi di Milano sostiene la mobilità internazionale dei propri iscritti, offrendo loro la possibilità di trascorrere periodi di studio e di tirocinio all'estero, occasione unica per arricchire il proprio curriculum formativo in un contesto internazionale.

A tal fine l'Ateneo aderisce al programma europeo Erasmus+ nell'ambito del quale ha stabilito accordi con oltre 300 Università in oltre 30 Paesi. Nell'ambito di tale programma, gli studenti possono frequentare una delle suddette Università al fine di svolgervi attività formative sostitutive di una parte del proprio piano di studi, comprese attività di tirocinio/stage presso imprese, centri di formazione e di ricerca o altre organizzazioni, o ancora per prepararvi la propria tesi di laurea.

L'Ateneo intrattiene inoltre rapporti di collaborazione con diverse altre prestigiose Istituzioni estere offrendo analoghe opportunità anche nell'ambito di corsi di studio di livello avanzato.
Cosa offre il corso di studi
Il corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali e lauree magistrali afferenti dispone di uno specifico bando relativo al Programma Erasmus+ con offerte di programmi di studi in oltre venti sedi universitarie straniere europee, appartenenti alle seguenti aree linguistiche: francese, inglese, tedesco, spagnolo, portoghese cui si aggiungono paesi del nord e dell’est Europa con corsi attivati in lingua inglese. Con le università partner sono in vigore accordi di scambio relativi a tutte le aree disciplinari presenti nel piano di studi del corsi di laurea afferenti al collegio didattico. Le aree disciplinari disponibili sono: Archeologia, Storia dell’arte, Discipline dello spettacolo, Musica e Musicologia.
Per ogni area disciplinare e per ogni sede sono offerti agli studenti Erasmus outgoing soggiorni variabili da 3 a 10 mesi, durante i quali lo studente può seguire e sostenere esami che saranno riconosciuti come parte integrante del piano di studi per il conseguimento del titolo, unendo a tale tipo di attività la ricerca per la preparazione della tesi di laurea triennale o magistrale, e vedendola riconosciuta entro i crediti coperti dalla borsa del programma Erasmus.
Ogni anno tutte le attività didattiche previste dal programma vengono presentate agli studenti interessati dal referente Erasmus in un apposito incontro informativo; i dati e le informazioni didattiche necessarie alla presentazione del Learning Agreement sono inoltre raccolte in apposite schede informative pubblicate ogni anno sulla pagine Erasmus del sito del dipartimento.
Per gli studenti Erasmus incoming il corso di laurea garantisce la possibilità di frequentare tutte le lezioni dei corsi in lingua italiana: gli studenti che lo desiderino possono concordare con i singoli docenti un programma parzialmente o completamente in lingua inglese.
Inoltre, con molte università partner sono attivi anche scambi del personale docente, che prevedono soggiorni di visiting professor di nostri docenti all’estero e di colleghi stranieri presso la nostra istituzione all’interno dei corsi del dipartimento
Modalità di partecipazione ai programmi di mobilità - mobilità Erasmus
Per poter accedere ai programmi di mobilità per studio, della durata di 3-12 mesi, gli studenti dell'Università degli Studi di Milano regolarmente iscritti devono partecipare a una procedura di selezione pubblica che prende avvio in genere intorno al mese di febbraio di ogni anno tramite l'indizione di appositi bandi, nei quali sono riportati le destinazioni, con la rispettiva durata della mobilità, i requisiti richiesti e i termini per la presentazione on-line della domanda.

La selezione, finalizzata a valutare la proposta di programma di studio all'estero del candidato, la conoscenza della lingua straniera, in particolare ove considerato requisito preferenziale, e le motivazioni alla base della candidatura, avviene ad opera di commissioni appositamente costituite.

Ogni anno, prima della scadenza dei bandi, l'Ateneo organizza degli incontri informativi per corso di studio o gruppi di corsi di studio, al fine di illustrare agli studenti le opportunità e le regole di partecipazione.

Per finanziare i soggiorni all'estero nell'ambito del programma Erasmus+, l'Unione Europea assegna ai vincitori una borsa di studio che - pur non coprendo l'intero costo del soggiorno - è un utile contributo per costi supplementari come spese di viaggio o maggiore costo della vita nel Paese di destinazione.
L'importo mensile della borsa di studio comunitaria è stabilito annualmente a livello nazionale; contributi aggiuntivi possono essere erogati a studenti disabili.

Per permettere anche a studenti in condizioni svantaggiate di partecipare al programma Erasmus+, l'Università degli Studi di Milano assegna ulteriori contributi integrativi, di importo e secondo criteri stabiliti di anno in anno.

L'Università degli Studi di Milano favorisce la preparazione linguistica degli studenti selezionati per i programmi di mobilità, organizzando ogni anno corsi intensivi nelle seguenti lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

L'Università per agevolare l¿organizzazione del soggiorno all'estero e orientare gli studenti nella scelta delle destinazioni offre un servizio di assistenza.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina http://www.unimi.it/studenti/erasmus/70801.htm
www.unimi.it > Studenti > Studiare all'estero > Erasmus+

Per assistenza rivolgersi a:
Ufficio Accordi e relazioni internazionali
via Festa del Perdono 7 (piano terra)
Tel. 02 503 13501-12589-13495-13502
Fax 02 503 13503
Indirizzo di posta elettronica: mobility.out@unimi.it
Orario sportello: Lunedì-venerdì 9 - 12
 
MODALITA' DI ACCESSO: 1° ANNO LIBERO CON TEST DI AUTOVALUTAZIONE OBBLIGATORIO PRIMA DELL'IMMATRICOLAZIONE
Informazioni e modalità organizzative per immatricolazione
http://www.unimi.it/studenti/matricole/77610.htm
Link utili per immatricolazione
http://www.unimi.it/studenti/matricole/77610.htm
Data termine pre-iscrizione
25-08-2015
Data, Ora e Sede prova
01-09-2016 , 09.00 , Via Noto, 8
Modalità della prova
Bando al link http://www.unimi.it/studenti/matricole/77610.htm
 
ANNO DI CORSO NON DEFINITO Attività formative obbligatorie
Attività formativa CfuSettore
Legislazione dei beni culturali6IUS/10
Letteratura italiana9L-FIL-LET/10
 Totale CFU obbligatori 15  
 
Altre attività a scelta
18 CFU (9+9 CFU) IN DUE DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
Storia contemporaneaM-STO/04
Storia grecaL-ANT/02
Storia medievaleM-STO/01
Storia modernaM-STO/02
Storia romanaL-ANT/03
9 CFU IN UNA DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
Filologia romanzaL-FIL-LET/09
Letteratura grecaL-FIL-LET/02
Letteratura latina (Beni culturali)L-FIL-LET/04
Letteratura teatrale della Grecia anticaL-FIL-LET/02
Lingua latinaL-FIL-LET/04
9 CFU IN
Antropologia culturaleM-DEA/01
9 CFU IN UNA DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
Archeologia e storia dell'arte grecaL-ANT/07
Archeologia e storia dell'arte romanaL-ANT/07
Etruscologia e antichità italicheL-ANT/06
PreistoriaL-ANT/01
9 CFU IN UNA DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
Storia dell'arte contemporaneaL-ART/03
Storia dell'arte medievaleL-ART/01
Storia dell'arte modernaL-ART/02
9 CFU IN UNA DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
ArchivisticaM-STO/08
BiblioteconomiaM-STO/08
9 CFU IN UNA DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
Storia del teatro e dello spettacoloL-ART/05
Storia e critica del cinemaL-ART/06
Teoria e analisi del linguaggio cinematograficoL-ART/06
9 CFU IN UNA DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
Drammaturgia musicaleL-ART/07
EtnomusicologiaL-ART/08
Storia del melodrammaL-ART/07
Storia della musica medievale e rinascimentaleL-ART/07
Storia della musica moderna e contemporaneaL-ART/07
9 CFU IN UNA DELLE SEGUENTI DISCIPLINE
EsteticaM-FIL/04
Metodologia della ricerca archeologicaL-ANT/10
Storia della stampa e dell'editoriaM-STO/08
12 CFU (6+6 CFU) IN DUE DELLE SEGUENTI DISCIPLINE NON GIA' SOSTENUTE
Archeologia e storia dell'arte grecaL-ANT/07
Archeologia e storia dell'arte romanaL-ANT/07
ArchivisticaM-STO/08
BiblioteconomiaM-STO/08
DiplomaticaM-STO/09
Drammaturgia musicaleL-ART/07
EsteticaM-FIL/04
EtnomusicologiaL-ART/08
Etruscologia e antichità italicheL-ANT/06
Metodologia della ricerca archeologicaL-ANT/10
Numismatica anticaL-ANT/04
PreistoriaL-ANT/01
Storia del melodrammaL-ART/07
Storia della musica medievale e rinascimentaleL-ART/07
Storia della musica moderna e contemporaneaL-ART/07
Storia della stampa e dell'editoriaM-STO/08
Storia dell'arte contemporaneaL-ART/03
Storia dell'arte medievaleL-ART/01
Storia dell'arte modernaL-ART/02
Storia e critica del cinemaL-ART/06
Teoria e analisi del linguaggio cinematograficoL-ART/06
Topografia anticaL-ANT/09
33 CFU (9+9+9+6 CFU) NELLE SEGUENTI DISCIPLINE
Archeologia e storia dell'arte grecaL-ANT/07
Archeologia e storia dell'arte romanaL-ANT/07
ArchivisticaM-STO/08
Arti visive, spettacolo, design dell'Asia OrientaleL-OR/20
BiblioteconomiaM-STO/08
Drammaturgia musicaleL-ART/07
Fondamenti di informatica per le scienze umanisticheINF/01
Letteratura grecaL-FIL-LET/02
Letteratura latina (Beni culturali)L-FIL-LET/04
PreistoriaL-ANT/01
Storia del melodrammaL-ART/07
Storia del risorgimentoM-STO/04
Storia della chiesaM-STO/07
Storia della letteratura artisticaL-ART/04
Storia della musica medievale e rinascimentaleL-ART/07
Storia della musica moderna e contemporaneaL-ART/07
Storia della stampa e dell'editoriaM-STO/08
Storia dell'arte contemporaneaL-ART/03
Storia dell'arte dell'Asia orientaleL-OR/20
Storia dell'arte dell'India e dell'Asia centraleL-OR/16
Storia dell'arte medievaleL-ART/01
Storia dell'arte modernaL-ART/02
Storia delle istituzioni politicheSPS/03
Storia e critica del cinemaL-ART/06
Teoria e analisi del linguaggio cinematograficoL-ART/06
Rientra nel percorso didattico al quale lo studente è tenuto ai fini dell'ammissione alla prova finale il superamento di prove di verifica, con giudizio di approvato o riprovato, relative alla conoscenza di una lingua straniera, oltre all'italiano, nonché di ulteriori conoscenze e abilità, anche derivanti da stages o altre esperienze in ambienti di lavoro o dalla frequenza di altri laboratori specificamente organizzati e finalizzati a introdurre a particolari tipologie di lavoro. Ciascuna verifica comporta l'acquisizione di crediti formativi nella misura così stabilita:
a) accertamento della conoscenza di una lingua a scelta tra francese, inglese, spagnolo e tedesco: 3 CFU;
b) laboratori, stages ed esperienze in ambiente di lavoro concordati nelle forme stabilite dal Consiglio di Facoltà: 6 CFU
Lo studente ha inoltre a disposizione 12 crediti, da destinare ad altro insegnamento ovvero a moduli di insegnamento da lui scelti liberamente nell'ambito delle discipline attivate per il corso di laurea, ovvero per gli altri corsi di laurea. Rientra nelle facoltà dello studente disporre di parte dei suddetti 12 crediti per incrementare il suo impegno in insegnamenti già previsti, acquisendovi ulteriori crediti oltre a quelli stabiliti, fino a un massimo di 9 per insegnamento.
 
Attività conclusive
Prova finale9
 Totale CFU obbligatori 9