Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Antropologia culturale - (SUA A-Z e tutti i corsi di laurea escluso Beni culturali)
Cultural anthropology - [A-Z]

Stampa pagina

STEFANO ALLOVIO , responsabile dell'insegnamento

CdL in STORIA (Classe L-42) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea - 2015/2016

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Il corso fornisce un'introduzione all'antropologia culturale attraverso l'analisi dei principali metodi di indagine e delle tematiche più rilevanti. Il corso è rivolto ai Corsi di Laurea della Facoltà di Studi Umanistici ad accezione di Beni Culturali.

Programma

Programma Unita' didattica A:

A scelta uno dei seguenti volumi:
Dei F., Antropologia culturale, Bologna, il Mulino, 2012.
Fabietti U., Elementi di antropologia, Milano, Mondadori 2010.

Programma Unita' didattica A per non frequentanti

Fa fede il programma per frequentanti

Programma Unita' didattica B:

Allovio S., Riti di iniziazione. Antropologi, stoici e finti immortali, Milano, Raffaello Cortina, 2014.

Programma Unita' didattica B per non frequentanti

Fa fede il programma per frequentanti
Con l’aggiunta dello studio dell’ultimo volume pubblicato nella collana Molímo, Mimesis Edizioni, Milano-Udine (Beccarini V., Roncaglia S., a cura di, Culture del lavoro e dello svago in Lombardia). Di tale volume gli studenti dovranno studiare l’introduzione e cinque saggi a scelta.

Programma Unita' didattica C:

A scelta uno dei seguenti volumi:
Fabietti U., Medio Oriente. Uno sguardo antropologico (titolo provvisorio), Milano, Raffaello Cortina, 2015.
Favole A., Oceania. Isole di creatività culturale, Roma-Bari, Laterza, 2010.
Piasere L., I rom d’Europa. Una storia moderna, Roma-Bari, Laterza, 2008.

Programma Unita' didattica C per non frequentanti

Fa fede il programma per frequentanti


14/08/2015

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame MODALITÀ DELLA PROVA D’ESAME: orale. La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare la conoscenza dei testi indicati. Per sostenere l’esame da 6 crediti è obbligatorio attenersi al programma relativo alla prima e alla seconda unità didattica. L’esame di antropologia culturale può essere sostenuto con il programma sopraindicato a partire da maggio 2016.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-DEA/01 - Discipline demoetnoantropologiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
STEFANO ALLOVIO , responsabile dell'insegnamentoDi solito il martedì dalle 10.00 alle 11.30 e dalle 14.30 alle 16.00. Assicurarsi tramite email al docente di eventuali modifiche temporanee.Studio docente, Dipartimento di Filosofia, Cortile della Ghiacciaia, primo piano

Programma d'esame

Argomento del corso: METODI COMPARATIVI E SAPERI AREALI IN ANTROPOLOGIA CULTURALE

UNITÀ DIDATTICA A: La prima unità didattica è dedicata a un’introduzione della disciplina. Attraverso la trattazione delle principali tematiche di ricerca e linee di pensiero dell’antropologia culturale sarà possibile fare emergere le metodologie, le problematiche e il contributo dei singoli autori che si sono impegnati nello studio delle somiglianze e delle differenze culturali fra i diversi gruppi umani.

UNITÀ DIDATTICA B: Prendendo spunto dallo studio antropologico dei riti di iniziazione, nella seconda unità didattica si intende focalizzare l’attenzione sui vantaggi e sui rischi del metodo comparativo nell’indagine delle pratiche sociali e delle visioni del mondo in un ampio senso etnografico. Inoltre, ci si interrogherà sulla possibilità o meno di pervenire a generalizzazioni in antropologia culturale.

UNITÀ DIDATTICA C: La terza unità didattica permetterà di indagare attraverso specifici esempi, quale ruolo possa avere la dimensione areale o regionale all’interno dell’antropologia culturale, una disciplina che spesso si nutre di studi etnografici condotti su scala molto piccola, ma non di rado favorisce il consolidarsi di complessi saperi areali e competenze più estese al proprio terreno di ricerca.