Cerca insegnamenti o docenti



Storia medievale - [A-Z]
Medieval history - [A-Z]

Stampa pagina

FRANCESCA IRMA MARIA VAGLIENTI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2008/2009 - Laurea - 2015/2016

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • M-STO/01 - Storia medievale
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Far acquisire allo studente una conoscenza complessiva, ma non superficiale, del periodo cronologico che va dal V al XV secolo, e un lessico specifico, per metterlo in grado di svolgere in modo anche autonomo approfondimenti critici e di inquadrare storicamente i beni di interesse artistico e culturale.
Fornire allo studente le coordinate storico-temporali di inquadramento necessarie a meglio comprendere e interpretare, con obiettivitą e in autonomia di giudizio, le correnti storiografiche e alcuni degli epifenomeni sociali di maggiore attualitą.

Programma

Modalitą di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalitą di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalitą di esame MODALITĄ DELLA PROVA D’ESAME: orale.
La prova orale consiste in una interrogazione sugli argomenti in programma, volto ad accertare l’acquisizione di un lessico specifico e la conoscenza e la comprensione dei temi trattati nel corso delle lezioni e/o nell’apparato bibliografico di supporto, obbligatorio o a scelta.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-STO/01 - Storia medievale - Crediti: 9
Attivitą didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-STO/01 - Storia medievale - Crediti: 3
Attivitą didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-STO/01 - Storia medievale - Crediti: 3
Attivitą didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:M-STO/01 - Storia medievale - Crediti: 3
Attivitą didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
FRANCESCA IRMA MARIA VAGLIENTI , responsabile dell'insegnamentoDal 20 maggio 2018, il docente riceve su appuntamento preventivamente concordato via mailSede Centrale - Via Festa del Perdono, 7 - Settore B - Stanza B22

Programma d'esame

Argomento del corso: Infanzia e giovinezza nel tardo Medioevo. Modelli comportamentali e culturali dell’Europa occidentale.

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA FREQUENTANTI
UNITĄ DIDATTICA A: Inquadramento cronologico, storiografico ed esegesi delle fonti del Medioevo

UNITĄ DIDATTICA B: I principali motivi istituzionali, economici e sociali del Medioevo
Bibliografia obbligatoria
G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un’etą di transizione, Sansoni, Milano 2000

UNITĄ DIDATTICA C: Infanzia e giovinezza nel tardo Medioevo. Modelli comportamentali e culturali dell’Europa occidentale.
Bibliografia (obbligo di una monografia, a scelta, tra le seguenti o tra quelle previste per i non frequentanti):
D. BALESTRACCI, La festa in armi. Giostre, tornei e giochi del Medioevo, Laterza, Roma 2003
G. CHERUBINI, Il lavoro, la taverna, la strada. Scorci di Medioevo, Liguori, Napoli 1997
P. GUARDUCCI, V. OTTANELLI, I servitori domestici nella casa borghese toscana nel basso medioevo, Firenze 1982
Donne e lavoro nell'Italia medievale, a cura di M.G. Muzzarelli, P. Galetti, B. Andreolli, Rosenberg & Sellier, Torino 1991
F. FRANCESCHI, ...E seremo tutti ricchi. Lavoro, mobilitą sociale e conflitti nelle cittą dell'Italia medievale, Pacini, Ospedaletto (Pisa) 2012
La popolazione di Milano dal Rinascimento. Fonti documentarie e fonti materiali per un nuovo umanesimo scientifico, a cura di F. Vaglienti e C. Cattaneo, Edizioni Biblioteca Francescana, Milano 2013.
G. RICCI, I giovani, i morti. Sfide al Rinascimento, il Mulino, Bologna 2007
T. TAKAHASHI, Il Rinascimento dei trovatelli. Il brefotrofio, la cittą e le campagne nella Toscana del XV secolo, Roma 2003


PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA NON FREQUENTANTI
UNITĄ DIDATTICA A
Inquadramento cronologico, storiografico ed esegesi delle fonti del Medioevo
Bibliografia obbligatoria
F.M. VAGLIENTI, Squarci nel Medioevo. Tradizione e sperimentazioni, Mimesis Edizioni, Milano-Udine 2012.

UNITĄ DIDATTICA B
I principali motivi istituzionali, economici e sociali del Medioevo
Bibliografia obbligatoria
G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un’etą di transizione, Sansoni, Milano 2000

UNITĄ DIDATTICA C
Infanzia e giovinezza nel tardo Medioevo. Modelli comportamentali e culturali dell’Europa occidentale.
Bibliografia (obbligo di una monografia, a scelta, esclusivamente tra le seguenti):
D. BALESTRACCI, Terre ignote strana gente. Storie di viaggiatori medievali, Laterza, Roma-Bari 2008
W.J. CONNELL, La cittą dei crucci. Fazioni e clientele in uno stato repubblicano del ‘400, Nuova Toscana Editrice, Firenze 2000
A. CORTONESI, G. PICCINNI, Medioevo delle campagne. Rapporti di lavoro, politica agraria, protesta contadina, Viella, Roma 2006
V. FUMAGALLI, Paesaggi della paura. Vita e natura nel Medioevo, il Mulino, Bologna 1994
A. GIALLONGO, Il bambino medievale, Dedalo, Bari 1990
M. MOLLAT DU JOURDIN, I poveri nel Medioevo, Laterza, Roma-Bari 2001
M. PASTOUREAU, Medioevo simbolico, Editori Laterza, Roma-Bari 2009


07/09/2015