Cerca insegnamenti o docenti



Storia della letteratura artistica - [A-Z]
History of artistic literature - [A-Z]

Stampa pagina

ROSSANA SACCHI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI - (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2008/2009 - Laurea - 2015/2016

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Informazioni generali

Obiettivi dell'insegnamento: Il corso si può idealmente suddividere in due parti.
La prima (Unità Didattica A) introduce la Storia della letteratura artistica presentando temi e figure in lezioni tematiche sviluppate in sequenza cronologica. Si tratta di indicazioni atte ad affrontare la complessa lettura del manuale “classico” (e imprescindibile) della disciplina, redatto da Julius von Schlosser nel lontano 1924; i limiti cronologici del manuale sono tuttavia superati, arrivando fino alle soglie del Novecento.
Nella seconda parte (Unità Didattiche B e C) si sviluppa un vero e proprio corso monografico che fornisce esempi metodologici e applicativi degli strumenti disciplinari: quest'anno tocca al ritratto rinascimentale. La Letteratura artistica è ovviamente considerata nel suo senso più lato, non circoscritto come nel manuale schlosseriano: gli esempi mettono in gioco anche fonti epistolari, documenti notarili (contratti, inventari e molto altro), brani letterari e tutti i testi che consentano di ricostruire, per quanto possibile, la rete di rapporti che circonda le opere d'arte, «dal vaso dell'artigiano greco alla volta della Sistina».
Alle competenze disciplinari, acquisite mediante lo studio dei manuali proposti nella Unità Didattica A, si affianca quindi l'applicazione di un metodo che permette di acquisire notevole capacità di comprensione, non solo ermeneutica, di testi e opere.

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Scritto preliminare + orale

L’esame consiste di una prova scritta preliminare e di una prova orale entrambe obbligatorie.
L’ammissione all’orale avviene solo dopo aver superato lo scritto preliminare, che accerta le conoscenze degli studenti sugli argomenti a programma dell’Unità Didattica A.
Lo scritto si tiene solo in tre sessioni annuali nei mesi di settembre, di gennaio e di maggio.
Scritto: lo studente ha a disposizione tre ore per rispondere a due o tre quesiti riguardanti sia snodi trattati a lezione sia argomenti/autori che si studiano sui testi in programma per l’Unità didattica A. Si ritiene esaustiva l’argomentazione che riesca a focalizzare/contestualizzare il tema (o l’autore o gli autori) proposti all’attenzione in un contesto cronologico e culturale di riferimento, articolando la risposta per punti o a trattazione unitaria.

Superato lo scritto, si può accedere all’orale (non si è vincolati a sostenere l’orale nella medesima sessione in cui si è dato lo scritto), durante il quale si discuteranno gli argomenti presentati nelle Unità Didattiche B e C (a seconda dei cfu prescelti nel piano di studio), senza tuttavia tralasciare del tutto la possibilità che nella discussione possano rientrare anche contenuti già assimilati studiando l’Unità Didattica A.

Frequentanti e non frequentanti portano il medesimo programma.

Organizzazione della didattica

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
ROSSANA SACCHI , responsabile dell'insegnamentoOgni venerdì dalle 14.30via Noto 6/8

Programma d'esame

Argomento del corso: Ritratti e poeti. Poeti e ritratti.

Un dilemma : 6 o 9 CFU?
Gli studenti che sostengono il corso per 6 CFU sono tenuti a preparare i testi per l’Unità didattica A (la cui verifica si svolge sulla base di uno scritto preliminare) e per l’Unità didattica B (esame orale, che si sostiene dopo aver passato lo scritto: cfr. sotto).
Gli studenti che sostengono il corso per 9 CFU sono tenuti a preparare i testi per l’Unità didattica A (la cui verifica si svolge sulla base di uno scritto preliminare) e per le Unità didattiche B e C (esame orale, che si sostiene dopo aver passato lo scritto: cfr. sotto).

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA FREQUENTANTI

UNITÀ DIDATTICA A: Introduzione alla Storia della Letteratura artistica. Descrizione della disciplina. Presentazione cronologica di alcuni nuclei tematici
-Julius Schlosser Magnino, La Letteratura artistica. Manuale delle fonti della storia dell’arte moderna, (prima ed. Vienna 1924), Firenze, La Nuova Italia, 1964 (e tutte le riedizioni successive).
Il testo va studiato in parte, sebbene l’intero volume, corredato da prodigiosi indici bibliografici e onomastici, costituisca in sé uno strumento ancora oggi fondamentale per fondare (e dotare) la biblioteca di uno storico dell’arte.
Del testo circolano diverse edizioni; si indicano qui quindi le parti da studiare:
I libro = tutto da studiare.
II libro = studiare capitolo primo (La Letteratura storica), tutto escluse le parti scritte in corpo minore; capitolo secondo (escluse le parti scritte in corpo minore); terzo, quarto e quinto capitolo.
V libro = su Vasari: studiare tutto, escluse le parti scritte in corpo minore.
VI libro = studiare primo e secondo capitolo, senza le le parti scritte in corpo minore.
VII libro = studiare primo, secondo e terzo capitolo senza le parti scritte in corpo minore.
VIII libro = studiare primo e secondo capitolo senza le parti scritte in corpo minore.
IX libro = studiare primo, secondo, terzo, quarto e sesto capitolo, tutti senza le parti scritte in corpo minore.

Il manuale di Schlosser è purtroppo fuori commenrcio. Nell’edizione in italiano del 1964 (che va benissimo), è scaricabile dal sito dell’Università di Heildeberg: http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/schlosser1964/0052/ocr

-Ferdinando Bologna, La coscienza storica dell’arte in Italia. Introduzione alla “Storia dell’Arte in Italia”, Torino, UTET 1982 oppure Milano, Garzanti, 1992.
Studiare i Capitoli VI (Dalle Scuole seicentesche al “Sistema delle Scuole” di Luigi Lanzi), VII (Dall’Ottocento a Longhi. L’Italia artistica tra soppressione ideologica delle diversità e recupero comparato delle culture locali) e la Conclusione.
-Udo Kultermann, Storia della Storia dell’arte, Vicenza, Neri Pozza, 1997, da p. 39 fino a p. 229, escludendo le pp. 113-115; 183-190, 198- 202, 219-220.

Le parti dei testi di Ferdinando Bologna e di Udo Kultermann, fuori commercio da anni, indicate nel programma, sono state messe a disposizione degli studenti, in formato pdf, sulla piattaforma ARIEL (raggiungibile dalla homepage Unimi: la trovate nei link a destra) nel sito di Storia della Letteratura artistica (il tutto è reperibile sotto il raggruppamento di Studi Umanistici).

Sul sito sono state caricate anche le slides relative alla prima Unità Didattica mostrate durante le lezioni frontali: servono solo a facilitare il percorso, ma non sono da studiare obbligatoriamente.

UNITÀ DIDATTICA B: Fonti e letture sul ritratto rinascimentale.
- Enrico Castelnuovo, Ritratto e società in Italia. Dal Medio Evo all’avanguardia, Torino, Einaudi, 2015..
- Édouard Pommier, Il ritratto. Storia e teorie dal Rinascimento all’età dei Lumi, Torino, Electa, pp. 1-164.
- Aby Warburg, Arte del ritratto e borghesia fiorentina - Le ultime volontà di Francesco Sassetti, Milano, Abscondita 2015.
-John Shearman, Ritratti e poeti, in: Idem, Arte e spettatore nel Rinascimento italiano. “Only connect…”, Milano, Jaca Book 1995 (prima ed. 1992), pp. 108-148.
Le slides mostrate e commentate durante le lezioni frontali, montate in power-point, messe a disposizione degli studenti sulla piattaforma ARIEL, sono da studiare.
Le slides sono da considerare parte integrante della preparazione del corso. Alle immagini si alternano informazioni e citazioni da fonti che sono da studiare.

Poiché i testi di Pommier e di Shearman sono usciti in libri attualmente fuori commercio, il pdf dei testi verrà caricato prima della fine del corso sulla piattaforma ARIEL.

UNITÀ DIDATTICA C: Ritratti e poeti. Poeti e ritratti.
Durante le lezioni sarà sviluppato il tema del rapporto tra poesia e ritratto presentando alcuni casi particolari.
Le slides mostrate e commentate durante le lezioni frontali, montate in power-point, messe a disposizione degli studenti sulla piattaforma ARIEL, costituiranno la base da studiare; è probabile che la preparazione di questa unità didattica includa anche lo studio di alcuni saggi riguardanti l’argomento: il pdf di questi materiali sarà comunque caricato su ARIEL prima della fine del corso.
Anche in questo caso quindi, le slides sono da considerare parte integrante della preparazione del corso. Alle immagini si alternano informazioni e citazioni da fonti che sono da studiare.

INTEGRATE SU UN MANUALE DI STORIA DELL’ARTE MODERNA O SU UN’ ALTRA FONTE RACCOMANDABILE GLI ARGOMENTI CHE VI SENTITE DI NON CONOSCERE BENE

PROGRAMMA E BIBLIOGRAFIA NON FREQUENTANTI

UNITÀ DIDATTICA A: Il programma è identico a quello dei frequentanti.
UNITÀ DIDATTICA B: Il programma è identico a quello dei frequentanti.
UNITÀ DIDATTICA C: Il programma è identico a quello dei frequentanti.

07/09/2015