Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE (Classe L-11)
immatricolati dall'anno 2014/2015

Test di autovalutazione obbligatorio per l'iscrizione al I anno

Bando per l'ammissione al Corso 2014/2015

Per iscriversi al I anno di corso di Lingue e Letterature straniere è obbligatorio prima dell'immatricolazione il test di autovalutazione delle conoscenze iniziali.
Il test non è selettivo.
Le preiscrizioni al test si aprono il 15 luglio e terminano il 5 settembre 2014 alle h 12.00. Il test si terrà il 15 settembre.
Altre info  sul sito del Dipartimento di Lingue e Letterature straniere e sulle pagine delle Segreterie Studenti nel portale Unimi.

Tipo di corso di studiLaurea
Anno accademico2014/2015
Classe di laureaclasse L-11, LINGUE E CULTURE MODERNE
Titolo rilasciatoDottore
Curricula
Durata3 anni
Crediti richiesti per l’iscrizione al 1° anno di corso
Cfu massimi acquisibili180
Anni di corso attivati1 anno, 2 anno, 3 anno
Accesso
Conoscenze richieste per l'iscrizione al 1° anno di corsoQuali requisiti per l’accesso si richiedono la conoscenza dei primi rudimenti di una lingua straniera e una buona cultura generale, che permetta allo studente di inquadrare correttamente i fenomeni letterari, nonché di recepire le varie problematiche linguistiche. Di conseguenza, al fine di verificare sia la propria attitudine all’apprendimento linguistico sia la conoscenza delle complessità metodologiche e contenutistiche di tale apprendimento (comprensione e imitazione di un sistema fonologico altro, consapevolezza grammaticale del funzionamento linguistico, assimilazione del lessico etc.) nonché la propria buona cultura generale, che permetta di affrontare i testi (decodifica, analisi e argomentazione/discussione) e inquadrare i fenomeni letterari nel contesto specifico del paese di cui si studia la lingua, e nel più ampio contesto culturale europeo, viene fatto obbligo a chi intenda iscriversi al Corso di Laurea in lingue e letterature straniere, prima di poter formalizzare l’iscrizione, di compilare un test di orientamento. Tale test, anche se negativo, non pregiudica la possibilità di immatricolarsi, ma, se ritenuto insufficiente, potrebbe dare luogo all’obbligo di attività formative aggiuntive volte a colmare le lacune iniziali.
Inoltre, ed esclusivamente per poter accedere ai corsi di lingua inglese come una delle due lingue triennali scelte, è necessario superare con esito positivo un test linguistico che dimostri le conoscenze a livello B1 della lingua inglese. Il test si terrà in coda al test di orientamento. Il livello B1 è richiesto poiché questo è il livello da cui partono i corsi di inglese del 1° anno; non sono infatti previsti corsi o esercitazioni a livello principiante o elementare.
Tutti gli altri insegnamenti triennali di lingua straniera sono invece ad accesso libero, e prevedono anche corsi per principianti.
Lauree magistrali cui accedere senza debiti formativiL’offerta formativa proposta dal presente corso di laurea soddisfa integralmente i requisiti per l’accesso alla laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee (Classe LM-37) attivata presso l’Università degli Studi di Milano.

Introduzione al corso

Il corso di laurea in Lingue e letterature straniere appartiene alla Classe delle lauree in Lingue e culture moderne - Classe 11 e si svolge nella Facoltà di Studi umanistici

Obiettivi formativi

Obiettivo del corso di laurea, che prevede un unico curriculum, è assicurare al laureato in Lingue e letterature straniere una serie di competenze teorico-scientifiche di base e di competenze pratiche di alto livello relative alla sfera delle lingue e delle letterature straniere, avendo presente la dimensione internazionale, principalmente europea ed americana, della sua offerta formativa. Essa dà così la prevalenza agli insegnamenti delle lingue e letterature di matrice europea.

Sbocchi professionali

L’attenzione che il corso di laurea accorda alle discipline linguistiche, sia teoriche sia pratiche, assicura al laureato in Lingue e letterature straniere competenze immediatamente spendibili in tutti quei campi del mondo del lavoro e della professione che richiedono una padronanza scritta e orale delle lingue straniere, accompagnata da una solida formazione di base umanistico-letteraria di matrice internazionale. In particolare i laureati saranno attivi quali “specialisti in scienze umane, sociali e gestionali” in qualità di traduttori di livello elevato oppure di linguisti o revisori di testi.