Cerca insegnamenti o docenti



Storia delle istituzioni politiche - [A-Z]
History of political institutions - [A-Z]

Stampa pagina

SILVIA BOBBI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2008/2009 - Laurea - 2014/2015

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti proposti dai testi in programma scelti dal candidato, nonché su quelli trattati durante il corso nel caso sia frequentante, volto ad accertare la conoscenza dei contenuti.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
SILVIA BOBBI , responsabile dell'insegnamentomartedi' dalle h. 14,30 e mercoledi' dalle h. 9,30. Mercoledì 4 aprile 2018 il ricevimento non avrà luogo.settore B stanza 20.

Programma d'esame

Argomento del corso: Dallo Stato moderno allo Stato di diritto: il processo di State building in Europa e in Italia, tra giustizia e amministrazione.

Programma d’esame:
Iª unità didattica (20 ore – 3 crediti): Le origini: dalla giustizia all’amministrazione.
IIª unità didattica (20 ore – 3 crediti): Lo Stato moderno tra assolutismo, illuminismo e Rivoluzione.
IIIª unità didattica (20 ore – 3 crediti): Dall’Unità al fascismo: continuità e discontinuità tra Stato liberale e regime fascista.

PROGRAMMA D’ESAME E BIBLIOGRAFIA

A) Valido per gli studenti che sostengono l'esame per 9 crediti.

Per la parte generale due dei seguenti testi a scelta:
M. Ascheri, Medioevo del potere. Le istituzioni laiche ed ecclesiastiche, Bologna, Il Mulino, 2005 (seconda edizione 2009), pp. 183-399 (per le restanti parti sarà sufficiente la semplice lettura);
M. Fioravanti (a cura di), Lo stato moderno in Europa. Istituzioni e diritto, Roma-Bari, Laterza, 2002;
G. Tarello, Storia della cultura giuridica moderna. Assolutismo e codificazione del diritto, Bologna, Il Mulino, 1976 (e ristampe successive), pp. 43-95; 191-318; 383-620 (per le restanti parti sarà sufficiente la semplice lettura);
G. Melis, Storia dell’amministrazione italiana. 1861-1993, Bologna, Il Mulino, 1996 (e ristampe successive);
M. Meriggi, L. Tedoldi (a cura di), Storia delle istituzioni politiche. Dall’Antico regime all’era globale, Roma, Carocci, 2014.

Per la parte monografica a scelta uno dei seguenti volumi (o parti di volume):
L. Mannori, B. Sordi, Storia del diritto amministrativo, Roma-Bari, Laterza, 2001, pp. 17-276 (per l’età medievale e moderna);
L. Mannori, B. Sordi, Storia del diritto amministrativo, Roma-Bari, Laterza, 2001, pp. 225-528 (per l’età contemporanea);
P. Grossi, L’ordine giuridico medievale, Roma-Bari, Laterza, 2006;
G. Alessi, Il processo penale. Profilo storico, Roma-Bari, Laterza, 2007;
L. Tedoldi, La spada e la bilancia. La giustizia penale nell’Europa moderna (secc. XVI-XVIII), Roma, Carocci, 2008;
M. Bellabarba, La giustizia nell’Italia moderna. XVI-XVIII secolo, Roma-Bari, Laterza, 2008;
I. Lazzarini, L’Italia degli Stati territoriali. Secoli XIII-XV, Roma-Bari, Laterza, 2003;
M. Provasi, Il popolo ama il duca? Rivolta e consenso nella Ferrara estense, Roma, Viella, 2011;
A. De Benedictis, Politica, governo e istituzioni nell’Europa moderna, Bologna, Il Mulino, 2001;
D. Richet, Lo spirito delle istituzioni: esperienze costituzionali nella Francia moderna, a cura di F. Di Donato, Roma-Bari, Laterza, 1998;
P. Piasenza, Polizia e città. Strategie d’ordine, conflitti e rivolte a Parigi tra Sei e Settecento, Bologna, Il Mulino, 1990;
S. Mannoni, Une et indivisible. Storia dell'accentramento amministrativo in Francia, vol. I: La formazione del sistema (1661-1815), Milano, Giuffrè, 1994;
S. Mannoni, Une et indivisible. Storia dell'accentramento amministrativo in Francia, vol. II: Dalla contestazione al consolidamento, Milano, Giuffrè, 1996;
E. Pagano, Il Comune di Milano nell'età napoleonica (1800-1814), Milano, Vita e Pensiero, 1994;
E. Pagano, Enti locali e Stato in Italia sotto Napoleone. Repubblica e Regno d’Italia (1802-1814), Roma, Carocci, 2007;
M. Meriggi, Gli Stati italiani prima dell'Unità. Una storia istituzionale, Bologna, Il Mulino, 2002;
R. Romanelli, Il comando impossibile. Stato e società nell’Italia liberale, Bologna, Il Mulino, 1995;
R. Romanelli (a cura di), Storia dello Stato italiano dall’Unità a oggi, Roma, Donzelli, 1995 (i soli saggi di S. Merlini, di M. De Cecco-A. Pedone, di R. Romanelli, e di C. Guarnieri);
G. Melis (a cura di), Lo Stato negli anni Trenta. Istituzioni e regimi fascisti in Europa, Bologna, Il Mulino, 2008;
P. Aimo, Stato e poteri locali in Italia. 1848-1995, Roma, NIS, 1997 (e ristampe successive);
G. Tosatti, Storia del Ministero dell’Interno. Dall’Unità alla regionalizzazione, Bologna, Il Mulino, 2009;
A. Meniconi, Storia della magistratura italiana, Bologna, Il Mulino, 2012, pp. 1-243 (per le restanti parti sarà sufficiente la semplice lettura);
S. Cassese, Lo Stato fascista, Bologna, Il Mulino, 2010;
S. Falconieri, La legge della razza. Strategie e luoghi del discorso giuridico fascista, Bologna, Il Mulino, 2011.

Coloro che non hanno seguito le lezioni, dovranno inoltre preparare uno dei seguenti testi:
A scelta un secondo testo tra quelli sopra indicati per la parte monografica, oppure, sempre a scelta uno dei seguenti:
P.S. Graglia, L’Unione europea, Bologna, Il Mulino, 2006;
L. Bardi, P. Ignazi, Il Parlamento europeo, Bologna, Il Mulino, 2004.


B) Valido per coloro che sostengono l'esame per 6 crediti:

a) Se frequentanti dovranno preparare, in aggiunta alle lezioni del corso, i soli testi relativi alla parte generale;
b) Se non frequentanti dovranno preparare i testi relativi alla parte generale, più uno a scelta relativo alla parte monografica.

Agli studenti non frequentanti si consiglia di concordare la scelta dei testi con il docente (anche per e-mail: silvia.bobbi@unimi.it) per farsi un’idea preventiva del loro contenuto.

04/08/2014