Cerca insegnamenti o docenti



Etnomusicologia - [A-Z]
Ethnomusicology - [A-Z]

Stampa pagina

NICOLA SCALDAFERRI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI - (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2008/2009 - Laurea - 2013/2014

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ART/08 - Etnomusicologia
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Programma

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare la comprensione e le conoscenze degli studenti sugli argomenti.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
NICOLA SCALDAFERRI , responsabile dell'insegnamentoNel mese di gennaio il ricevimento si terrà nei giorni di martedì 9, venerdì 19 e martedì 23, dalle 9 alle 12.Via Noto 6, primo piano.

Programma d'esame

Titolo del corso: Musica e fotografia. Ricerche etnomusicologiche in Italia meridionale

A: 20 ore, 3 cfu; Introduzione all’Etnomusicologia
B: 20 ore, 3 cfu: Le ricerche in Italia meridionale: suoni e immagini
C: 20 ore, 3 cfu: Approfondimenti

Per l’esame da 6 crediti sono richieste le unità didattiche A e B; per quello da 9 crediti tutte e tre.

Contenuti
L’unità didattica A costituisce un’introduzione generale ai problemi e ai metodi di ricerca dell’etnomusicologia; verrà rivolta attenzione al tema dell’alterità musicale, e alle tecniche di
registrazione e documentazione audiovisiva che consentono di studiare le culture musicali. Queste tematiche saranno affrontate con l’ausilio di materiali documentari relativi a diverse tradizioni
musicali.
Le unità didattiche B e C affrontano il connubio tra indagine etnomusicologia e fotografia che ha caratterizzato la ricerca in Italia meridionale, a iniziare dal dopoguerra fino agli anni recenti.
Attenzione specifica verrà rivolta all’area lucana, già nel dopoguerra luogo simbolico dell’alterità di casa nostra, grazie all’operato di figure quali Carlo Levi ed Ernesto De Martino. Quest’area è nel
contempo oggetto delle ricerche musicali di Diego Carpitella, nonché terreno di passaggio di fotografi come Franco Pinna, Arturo Zavattini e Henri Cartier-Bresson, che spesso lavorano a stretto contatto con gli etnografi, creando un connubio che ha caratterizzato anche le indagini degli ultimi anni.

NB La conoscenza dei materiali sonori e fotografici costituisce parte fondamentale del programma.

Programma d’esame
UNITÀ DIDATTICHE A-B
- Lettura dei saggi contenuti nella raccolta di materiali didattici (saggi di M. Agamennone, J. Hains, J.J. Nattiez, R. Murray Shafer; F. Faeta, A. Ricci, F. Scianna) disponibile presso la Biblioteca di Musica e Spettacolo (via Noto 6, secondo piano), e presso la segreteria didattica (via Noto 8, quinto piano, orari lun- mer- ven dalle ore 10 alle 13 e mar- giov dalle ore 12 alle ore 14).
- Visione e ascolto dei seguenti materiali presenti sul sito www.leav.unimi.it, nella sezione Ricerche: Il Baan a Karankasso Sambla; Famiglia Mirkovic; Diaspora albanese; Samaritani.
-­ Studio dei seguenti due testi:
Nicola Scaldaferri, Due ritratti dal Ghana, Squilibri, Roma 2013, con DVD allegato; Nicola Scaldaferri e Stefano Vaja, Nel paese dei cupa cupa. Suoni e immagini della tradizione lucana, Squilibri, Roma 2006, con CD allegato. Questi due testi, oltre che in libreria, sono disponibili, a prezzo scontato, sul sito www.squilibri.it.
UNITÀ DIDATTICA C
- Lettura dei saggi e visione dei materiali fotografici contenuti nella raccolta di materiali didattici (saggi di D. Carpitella, F. Faeta, A. Ricci; foto di H. Cartier-Bresson, A. Lomax, F. Pinna, A. Zavattini) disponibile presso la Biblioteca di Musica e Spettacolo (via Noto 6, secondo piano) e presso la segreteria didattica (via Noto 8, quinto piano, orari lun- mer- ven dalle ore 10 alle 13 e mar- giov dalle ore 12 alle ore 14).

Studenti non frequentanti
- Lettura dei saggi integrativi contenuti nella raccolta di materiali didattici (saggi di L. Aubert, F. Giannattasio, J. Guilbault, N. Scaldaferri; antologia musicale di A. Lomax) disponibile presso la Biblioteca di Musica e Spettacolo, via Noto 6, secondo piano, e presso la segreteria didattica (via Noto 8, quinto piano, orari lun- mer- ven dalle ore 10 alle 13 e mar- giov dalle ore 12
alle ore 14).
Validità del programma
- Il presente programma è valido fino agli appelli di maggio 2016.

Tesi
- Gli studenti interessati a discutere una tesi in etnomusicologia, dopo aver sostenuto l’esame, potranno inviare al docente via mail una proposta scritta corredata di bibliografia.
Sarà data precedenza agli studenti che hanno seguito i laboratori promossi dalla Sezione Musica (http://users.unimi.it/musica/laboratori.htm), in particolare almeno uno dei seguenti: Strumenti e tecniche della ricerca musicologica (STRiM); Strumenti della ricerca in ambito popular e audiovisivo (popAV); Tecniche di registrazione del suono.

Testi di riferimento
a- generali
B. Bartók, Scritti sulla musica popolare, Boringhieri, Torino, 1977.
D. Carpitella, Conversazioni sulla musica, Ponte alle Grazie, Firenze, 1992.
F. Giannattasio, Il concetto di musica, Bulzoni, Roma, 1998.
G. Giuriati (a cura), Incontri di etnomusicologia, EM Quaderni, Roma, 2007.
F. Guizzi, Gli strumenti della musica popolare in Italia, LIM, Lucca, 2002.
R. Leydi, L’altra musica, MBG-Ricordi -LIM, Milano/Lucca, 2008.
R. Leydi (a cura), Guida alla musica popolare in Italia, LIM, Lucca, 2 volumi, sd-2001.
T. Magrini (a cura), Uomini e Suoni, Prospettive antropologiche nella ricerca musicale, Clueb, Bologna, 1995.
A. Merriam, Antropologia della Musica, Sellerio, Palermo, 2000.
A. Rigolli-N. Scaldaferri (a cura), Popular Music e musica popolare. Riflessioni ed esperienze a confronto, Marsilio/Casa della Musica, Venezia/Parma, 2010.
C. Sachs, Le sorgenti della musica, Bollati Boringhieri, Torino, 1991.
J. Titon (a cura), I mondi della musica, Zanichelli, Bologna, 1996.
b-specifici sul corso
E. De Martino, Morte e pianto rituale, Boringhieri, Torino 1975.
E. De Martino, La terra del rimorso, il Saggiatore, Milano 1961.
F. Faeta, Strategie dell’occhio. Saggi di etnografia visiva, FrancoAngeli, Milano 2003.
A. Lomax, L’anno più felice della mia vita: un viaggio in Italia 1954-1955, a cura di G. Plastino, Il Saggiatore, Milano 2008.
G. Pinna, Con gli occhi della memoria. La Lucania nelle fotografie di Franco Pinna 1952-1959, Il Ramo d’Dro, Trieste 2002.
A. Ricci, I suoni e lo sguardo. Etnogravia visiva e musica popolare nell’Italia centrale e meridionale, FrancoAngeli, Milano 2007.
Alan Lomax in Salento: le fotografie del 1954, Kurumuni, Calimera 2006.
Arturo Zavattini fotografo in Lucania, a cura di F. Faeta, Federico Motta Editore, Milano 2003.
I viaggi nel sud di Ernesto de Martino, a cura di F. Faeta, Boringhieri, Torino 1999.
La Lucania di Henri Cartier-Bresson, Edizioni della Cometa, Roma 1990
Musiche tradizionali in Basilicata. Le registrazioni di Diego Carpitella ed Ernesto de Martino (1952), a cura di G. Adamo, Squilibri, Roma 2012

siti di riferimento:
www.didbc.unimi.it
http://users.unimi.it/musica
www.leav.unimi.it
mailing list: ethnomusic@yahoogroups.com

31/01/2014