Cerca insegnamenti o docenti



Etnomusicologia - [A-Z]
Ethnomusicology - [A-Z]

Stampa pagina

NICOLA SCALDAFERRI , responsabile dell'insegnamento

CdL in SCIENZE DEI BENI CULTURALI - (Classe L-1) Immatricolati dall'a.a. 2008/2009 - Laurea - 2012/2013

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • L-ART/08 - Etnomusicologia
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi3

Programma

Programma: Titolo del corso: La Milano musicale di Roberto Leydi

www.unimi-musica.it
www.leav.unimi.it
http://users.unimi.it/benicult/
mailing list: ethnomusic@yahoogroups.com

A: Introduzione all’Etnomusicologia; 20 ore, 3 cfu
B: Roberto Leydi, dalle sperimentazioni musicali alla ricerca sul campo ; 20 ore, 3 cfu
C: Approfondimenti su Roberto Leydi e Milano; 20 ore, 3 cfu

Per l’esame da 6 crediti sono richieste le unità didattiche A e B; per quello da 9 crediti tutte e tre.
NB La presente versione del programma (aprile 2013) è da considerare definitiva.

Contenuti
Il corso è dedicato alla figura di Roberto Leydi (1928-2003), in occasione del decimo anniversario della sua scomparsa, e in particolare al suo rapporto con la città di Milano. Figura chiave dell’etnomusicologia in Italia, Leydi è stato personaggio attivissimo nel quadro culturale milanese: critico musicale, collaboratore della RAI e fondatore dello Studio di Fonologia con Luciano Berio e Bruno Maderna, fondatore del Nuovo Canzoniere Italiano, direttore della Civica Scuola Paolo Grassi, fondatore dell’Ufficio della cultura popolare della Regione Lombardia, oltre che giornalista, animatore culturale e organizzatore di eventi e di rassegne. Dopo un’introduzione generale dedicata ai problemi e ai metodi di ricerca dell’etnomusicologia, affrontata con l’ausilio di documenti audiovisivi (unità didattica A), il corso si soffermerà sull’attività di Leydi (unità B e C); questa costituirà il filo conduttore per osservare criticamente alcune tappe cruciali della ricerca etnomusicologica in Italia, e soprattutto della vita musicale eculturale milanese, in particolare tra gli anni ’50 e gli anni ’70 del secolo scorso: dalle esperienze presso la Rai al Folk Revival, dal jazz alla ricerca sulle pratiche musicali popolari. Alle lezioni in aula si affiancherà un ciclo di 6 incontri di approfondimento sull’operato di Leydi e la Milano del suo tempo, con la presenza di ospiti, protagonisti e studiosi di quel periodo. Gli incontri, secondo il calendario indicato a parte, avranno luogo presso la Sala Napoleonica (via S. Antonio, 10) e costituiranno una parte integrante del corso. In particolare, gli studenti che porteranno il programma da 6 crediti dovranno assistere ai primi quattro incontri; per quello da 9 crediti anche agli ultimi due.

Programma
UNITÀ DIDATTICHE A-B
- Un libro a scelta tra Philip Bohlman, World Music. Una breve introduzione, EDT, Torino, 2006, e Johb Blacking, Com’e musicale l’uomo?, MBG-Ricordi-Lim, Lucca, 2000.
- Nicola Scaldaferri, Due ritratti musicali dal Ghana, Squilibri, Roma 2013 (disponibile in commercio dalla fine di aprile).
- Roberto Leydi, L’altra musica, MBG-Ricordi -LIM, Milano-Lucca, 2008.
- Materiali disponibili presso la segreteria didattica (via Noto 8, quinto piano, apertura 10-12.30) e presso la Biblioteca di Musica e Spettacolo (via Noto 6, secondo piano).
- Visione e ascolto dei seguenti materiali presenti sul sito www.leav.unimi.it, nella sezione
Ricerche:
Il Baan a Karankasso Sambla;
Famiglia Mirkovic;
I çam e la loro tradizione musicale;
I canti epici dei Balcani;
Diaspora albanese;
Africa sub-­sahariana;
Samaritani;
Musica lucana;
Lombardia.

UNITÀ DIDATTICA C
- Materiali disponibili presso la segreteria didattica (via Noto 8, quinto piano, apertura 10-12.30) e presso la Biblioteca di Musica e Spettacolo (via Noto 6, secondo piano)
Studenti non frequentanti
Gli studenti non frequentati dovranno portare come integrazione:
I suoni dell’albero. Il Maggio di S. Giuliano ad Accettura, a cura di Nicola Scaldaferri e Steven Feld, Nota, Udine, 2012.
NB. Considerata la difficoltà di distribuzione di alcuni materiali, in caso vi siano difficoltà con le librerie, i testi distribuiti da MBG-Ricordi, si possono richiedere anche online sul sito
www.musicshopeurope.com; quello di Nota sul sito www.nota.it; quello edito da Squilibri sul sito www.squilibri.it.

Tesi
Gli studenti interessati a discutere una tesi in etnomusicologia, dopo aver sostenuto l’esame, potranno inviare al docente via mail una proposta scritta corredata di bibliografia.
Sarà data precedenza agli studenti che hanno seguito i laboratori promossi dalla Sezione Musica (http://www.unimi-musica.it/SeM/laboratori.htm), in particolare almeno uno dei seguenti tre:
Strumenti e tecniche della ricerca musicologica (STRiM), Strumenti della ricerca in ambito popular e audiovisivo (popAV), Tecniche di registrazione del suono.
Testi di riferimento per approfondimenti
a- generali
B. Bartók, Scritti sulla musica popolare, Boringhieri, Torino, 1977.
D. Carpitella, Conversazioni sulla musica, Ponte alle Grazie, Firenze, 1992.
F. Giannattasio, Il concetto di musica, Bulzoni, Roma, 1998.
G. Giuriati (a cura), Incontri di etnomusicologia, EM Quaderni, Roma, 2007.
F. Guizzi, Gli strumenti della musica popolare in Italia, LIM, Lucca, 2002.
R. Leydi (a cura), Guida alla musica popolare in Italia, LIM, Lucca, 2 volumi, sd-2001.
T. Magrini (a cura), Uomini e Suoni, Prospettive antropologiche nella ricerca musicale, Clueb, Bologna, 1995.
A. Merriam, Antropologia della Musica, Sellerio, Palermo, 2000.
A. Rigolli-N. Scaldaferri (a cura), Popular Music e musica popolare. Riflessioni ed esperienze a confronto, Marsilio/Casa della Musica, Venezia/Parma, 2010.
C. Sachs, Le sorgenti della musica, Bollati Boringhieri, Torino, 1991.
J. Titon (a cura), I mondi della musica, Zanichelli, Bologna, 1996.
b- su Milano
O. Bossini (a cura), Milano, laboratorio musical del Novecento, Archinto, Milano, 2009.
M. Moiraghi, Voglio un monumento in piazza della Scala. La Milano musicale di Gino Negri, Squilibri, Roma, 2011.

11/04/2013

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Unita' didattica A

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C

facoltativo

Settori e relativi crediti

  • Settore:L-ART/08 - Etnomusicologia - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
NICOLA SCALDAFERRI , responsabile dell'insegnamentoNel mese di gennaio il ricevimento si terrà nei giorni di martedì 9, venerdì 19 e martedì 23, dalle 9 alle 12.Via Noto 6, primo piano.